John Aloisi, il flop australiano dalla Serie A alla C

Compie gli anni John Aloisi, ex attaccante australiano della Cremonese. Arrivò in Italia giovanissimo e impiegò appena 80 secondi per segnare il primo gol in Serie A diventando il calciatore straniero ad aver segnato più velocemente all'esordio in campionato (record poi battuto da Danilo nel 2019). Fu un fuoco di paglia: la Cremonese, con lui in campo, retrocesse dalla A alla Serie C in due anni.

John Aloisi, il flop australiano dalla Serie A alla C
La storia del flop australiano che incantò la Cremonese, ma solo all'esordio.
3' di lettura

John Aloisi, quel cognome tradiva origini italiane. Negli anni Cinquanta, suo padre Rocco lasciò la Calabria assieme alla sua famiglia per trasferirsi ad Adelaide, in Australia, come tanti altri connazionali in cerca di lavoro e fortuna.

Qui conobbe una donna e insieme misero al mondo John. Cresciuto a pane e pallone, perché sangue italiano non mente, il giovanotto si mette subito in mostra tra le fila dell’Adelaide City, diventando uno dei migliori talenti del settore giovanile, a tal punto dall’essere corteggiato e acquistato dai belgi dello Standard Liegi.

E’ il 1992 e tre anni più tardi, convinta dalle potenzialità del calciatore, la Cremonese, alla disperata ricerca di un attaccante che potesse segnare gol importanti in ottica salvezza decide di metterlo sotto contratto durante il mercato di riparazione. Inizia così la leggenda della meteora australiana John Aloisi.

Un tiro, un gol, un record

Nato il 5 febbraio del 1976 ad Adelaide, in Australia, detto Aloisi a 16 anni è uno dei migliori elementi dell’Adelaide City, non ancora maggiorenne si trasferisce in Belgio e a soli 19 anni arriva in Italia, alla corte di Gigi Simoni.

La Cremonese è impelagata in bassa classifica, Tentoni – l’attaccante più forte in rosa – fatica a segnare e finisce addirittura in tribuna, il 26 novembre del 1995, per l’esordio di Aloisi in maglia grigiorossa.

E’ una giornata indimenticabile per il giovane australiano, che impiega soli 80 secondi per siglare il gol del vantaggio contro il Padova, poi battuto con il risultato di 2-1. Un pallone giocato, un tiro in porta, stilisticamente neppure così bello, un gol.

John Aloisi, il flop australiano dalla Serie A alla C
La storia del flop australiano che incantò la Cremonese, ma solo all’esordio.

Ma soprattutto un record: è il gol più veloce di sempre segnato da un calciatore straniero in Serie A (perderà il titolo solo nel 2019, Danilo impiegherà 29 secondi per segnare al Napoli).

“Aloisi ha una qualità: è fortunato. C’è gente che aspetta dieci partite prima di segnare”, dirà di lui Gigi Simoni nel commento post-gara. Aloisi è l’enfant prodige della Cremonese, il miliardo di lire pagato all’Anversa viene subito considerata cifra irrisoria per le qualità incommensurabili dell’attaccante, che timbra il cartellino pure nel pirotecnico 7-1 rifilato al Bari due settimane mettendo a segno la marcatura del provvisorio 5-1 con un bel colpo di testa.

Aloisi è un fenomeno: Inter, Juve e Milan sono già sulle sue tracce. Macché. Sarà quello l’ultimo gol segnato dall’australiano in Serie A.

Un fuoco di paglia

Il giovanotto si ingolfa e si spegne nonostante la fiducia riposta in lui da Simoni. La Cremonese arranca e crolla sotto il peso delle aspettative e del digiuno da gol dell’australiano.

La stagione termina con un pesante 7-1 subito dal Milan, che sancisce la triste retrocessione in B dei grigiorossi. Magra consolazione: prima dell’arrivo di Aloisi la Cremonese era ultima, retrocesse da penultima.

Ma non finisce qui. Il club lombardo si presenta ai nastri di partenza del torneo cadetto con ancora in rosa il giovane centravanti, convinto che un livello di difficoltà più basso avrebbe potuto esaltarne le doti atletiche e il senso del gol: Aloisi impiegherà addirittura 18 giornate prima di tornare a segnare, ce ne vorranno 29 per concedere il bis.

Altro che trascinatore, il flop è ufficiale. La Cremonese retrocede ancora e scivola mestamente in Serie C, salutando definitivamente Aloisi.

L’australiano proverà a rifarsi in Inghilterra, nel Portsmouth e nel Coventry, quindi in Spagna, con l’Osasuna, togliendosi lo sfizio di essere stato il primo australiano a giocare in Serie A, in Premier League e nella Liga.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie