Juventus-Barcellona: riscatto cercasi, ma quante incognite

Juventus e Barcellona, l'una di fronte all'altra nella notte di Champions. Entrambe cercano il riscatto: i bianconeri hanno inanellato tre pareggi di fila, i blaugrana un punto nelle ultime tre giornate di Liga. Una vittoria potrebbe rilanciare le loro ambizioni

2' di lettura

Juventus-Barcellona è la gara di Champions League più affascinante di giornata, ma le due squadre arrivano al confronto di stasera in uno stato di salute piuttosto negativo. La Juventus ha inanellato tre pareggi di fila, gli ultimi due contro Crotone e Verona, avversari tutt’altro che imbattibili. Ha fatto addirittura peggio il Barcellona, un punto nelle ultime tre gare di campionato, messo sotto dal Real Madrid nel big match di sabato scorso.

E’ chiaro che entrambe ricercano il riscatto, per mettere a tacere qualche mugugno di troppo dei propri tifosi e le critiche degli addetti ai lavori, che hanno già bacchettato Andrea Pirlo (definito Mister “X” per i troppi pareggi) e Ronald Koeman. Mai, dal 2015 ad oggi, la Juventus era partita così male; mai il Barcellona aveva ricevuto bacchettate così gravi, ma c’era da aspettarselo dopo la travagliata estate, con Messi imbronciato e Suarez uscito di scena.

Problemi per Pirlo

A tenere banco, oltre allo stato di salute di Cristiano Ronaldo, è la situazione difensiva dei bianconeri, già privi di De Ligt e Chiellini e con Bonucci, che stringerà i denti dopo l’acciacco muscolare rimediato contro il Verona, a mezzo servizio. Lì dietro Pirlo schiererà, per forza di cose, Danilo – che centrale non è – e Demiral, assieme a Bonucci.

Parla Koeman

Sul fronte catalano ha preso parola Koeman, che ha tenuto a precisare che quella di stasera non sarà una “partita decisiva, ma una gara tra due grandi squadre che vogliono arrivare lontano, una sfida di alto livello” e che per i blaugrana “sarà molto importante tornare a Barcellona con un buon risultato. Per farlo servirà creare opportunità e rispettare i nostri avversari”.

Poi Koeman ha parlato di Pirlo, collega più giovane e molto meno esperto dell’olandese: “Sicuramente è più facile commentare Pirlo come giocatore che è stato fantastico, come allenatore è ancora troppo poco tempo. Se l’hanno scelto ci sarà un motivo, siamo entrambi nuovi in una big. Abbiamo dei problemi ma servirà tempo per lavorare. Sono sicuro che avrà successo alla Juve”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie