La badante senza green pass deve essere licenziata

La badante senza green pass deve essere licenziata: il governo ritiene che debba lasciare l'abitazione dell'assistito e può essere sostituita. Perde naturalmente anche il diritto al vitto e all'alloggio. Se non è convivente non potrà più entrare nella casa dove lavora. La normativa, molto dura, è giustificata con «l'interesse prevalente per la salute dell'assistito».

4' di lettura

La badante senza green pass deve lasciare l’alloggio. La secca risposta del governo inserita nelle Faq (risposte a domande frequenti) pubblicate per fare chiarezza sul molti aspetti legati al green pass obbligatorio.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Per le badanti senza green pass non ci sono alternative. Per loro sarà impossibile – così detta la norma in vigore sul certificato verde – continuare ad assistere e accudire anziani o disabili o persone sole senza aver fatto il ciclo completo di vaccinazioni (la soluzione tamponi è molto problematica).

La badante senza green pass non potrà andare dalla persona assistita

Nella Faq lo stop alle badanti senza green pass è chiaro: «Se la badante non possiede il certificato non potrà accedere al luogo di lavoro», e questo vale per le assistenti familiari che non abitano con l’assistito.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube.

La badante senza green pass dovrà lasciare l’alloggio

Se invece è convivente «dovrà abbandonare l’alloggio».

Le Faq hanno chiarito il punto. Ma la questione era stata sollevata da tempo e da tempo il governo aveva ribadito la linea. Viene ritenuto dall’esecutivo «prevalente il diritto della persona assistita a poter fruire senza soluzione di continuità dell’assistenza necessaria ricorrendo al altro idoneo lavoratore».

La badante senza green pass di fatto può essere licenziata

Se la badante è convivente con il datore di lavoro «dovrà quindi abbandonare l’alloggio».

Quel «ricorrendo ad altro idoneo lavoratore» significa di fatto che la badante senza green pass può essere licenziata. Non è scritto in modo chiaro, ma alla fine vuol dire proprio quello.

Per ovvi motivi: una badante senza green pass è una dipendente che a questo punto ha scelto, per una ragione qualsiasi, di non vaccinarsi. Potrebbe non cambiare idea.

Badante senza green pass: i test alternativa improbabile

L’alternativa sarebbe quella di fare i tamponi due, tre volte alla settimana. Cosa assai improbabile, soprattutto per quelle assistenti che convivono con gli assistiti.

Quindi non solo per una ragione di costi.

Badante senza green pass: niente stipendio, vitto e alloggio

Ma ricordiamo che mentre ai lavoratori senza green pass viene sospeso lo stipendio (ma non perdono il posto di lavoro), alle badanti conviventi sarà ovviamente negato anche «il vitto e l’alloggio, che sono prestazione aventi natura retributiva, alla luce alla luce della disciplina legale e della corrispettività del rapporto di lavoro domestico, è corretta la mancata attribuzione delle stesse in virtù della mancata esecuzione della controprestazione lavorativa».

Badante senza green pass: le conseguenze

Ve lo diciamo in modo più chiaro, anche perché in molti case le Faq che dovrebbero specificare alcuni aspetti, in questo caso del green pass, continuano a essere contorte.

Una badante senza green pass:

  • perde lo stipendio;
  • può essere sostituita;
  • deve lasciare l’alloggio se convivente e quindi rinunciare anche al vitto.

Non ci sono alternative. Non fino a quando è in vigore il green pass obbligatorio. Ed è pensabile – almeno al momento – che il certificato verde condizionerà la vita del Paese per almeno tutto l’inverno. Un possibile allentamento di questa misura – hanno già ripetuto i politici – potrebbe ipotizzarsi in primavera, dopo il freddo invernale.

C’è chi ritiene sia possibile anche dopo aver raggiunto il 90% dei vaccinati. Ma questa possibilità è un po’ meno concreta, anche perché nel frattempo ci sono da fare milioni di terze dosi, in particolare ad anziani, fragili e personale più esposto (come i lavoratori della sanità).

La badante senza green pass: e se viene trovata positiva al Covid?

Cosa accade invece se una badante positiva viene trovata positiva al covid?

Dovrà lasciare l’alloggio anche in quel caso? Le Faq del governo rispondono anche a questo quesito.

«Se la badante convivente – si legge – è positiva al covid, non potrà allontanarsi dalla casa nella quale vive». Deve continuare a restare lì per tutta la quarantena.

Il motivo? Viene spiegato subito dopo: «La normativa vigente prevede il divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione o dimora per le persone sottoposte alla misura della quarantena. Se la badante è convivente non potrà chiaramente allontanarsi dalla casa nella quale vive».

Quindi se ha il covid non potrà lasciare la casa del suo assistito, se non ha il green pass deve andare via.

Sembra quasi un paradosso.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie