Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Gestione del Debito / La casa in comunione dei beni può essere pignorata?

La casa in comunione dei beni può essere pignorata?

La casa in comunione di beni può essere pignorata? Una domanda che ricorre spesso: vediamo cosa dice la legge e le recenti sentenze delle Cassazione.

di The Wam

Luglio 2021

La casa in comunione dei beni può essere pignorata? E cioè il debito contratto da uno solo dei due coniugi comporta l’espropriazione completa dei beni o solo della parte che può essere riferita a chi è indebitato?

Per i giudici della Cassazione (in recenti pronunce), il bene può essere pignorato completamente, ma dalla successiva vendita il 50% del ricavato deve essere restituito al coniugi estraneo al debito.

La questione non si pone se i coniugi hanno scelto la separazione dei beni.

In questo caso, infatti, se uno dei componenti della coppia non ha pagato un debito l’altro non viene per nulla “toccato”. Nessuna procedura e nessuna espropriazione.

In questi casi il pignoramento va avanti come nei casi di un debitore singolo.

La casa in comunione dei beni può essere pignorata? In caso di separazione

I coniugi possono decidere di scegliere il regime patrimoniale della divisione dei beni prima del matrimonio, ma è possibile anche dopo. Scatta in automatico con la separazione, dopo il provvedimento del giudice o quando la separazione è consensuale.

La casa in comunione dei beni può essere pignorata? L’azione revocatoria

Se state pensando a un possibile escamotage, meglio cambiare idea. Se cioè per sottrarvi a un pignoramento fingete una separazione per intestare tutto al coniuge non indebitato, beh, la soluzione non funziona (ed è illegale). La casa in comunione dei beni può essere pignorata comunque. Vediamo come.

Il creditore può proporre e ottenere l’azione revocatoria, in pratica chiede l’inefficacia della separazione dei beni e delle attribuzioni di beni al coniuge senza debiti. Per i magistrati è palese il tentativo di difendere gli immobili da azioni esecutive.

La separazione dei beni può evitare il pignoramento delle proprietà del coniuge innocente solo se il regime patrimoniale è stato adottato prima dell’indebitamento.

Insomma deve essere certo che la separazione coniugale non sia fittizia.

La casa in comunione dei beni può essere pignorata? Senza limite o al 50%

In caso di comunione di beni i creditori possono aggredire i beni mobili e immobili dei due coniugi.

In questi due modi:

Quindi la casa in comunione dei beni può essere pignorata, ma i casi sono diversi a seconda delle condizioni che abbiamo appena descritto (se cioè l’obbligazione è stata firmata da uno o da entrambi).

Nel secondo caso (limite del 50%), il creditore deve prima cercare di ottenere il rimborso dal coniuge indebitato, se non ci riesce o non raggiunge l’intera somma, può indirizzare le sue attenzioni alla parte dei beni compresa nella comunione dei beni.

Si può agire anche in un altro modo: il creditore può aggredire le proprietà personali di entrambi i coniugi se i beni della comunione non sono sufficienti a saldare il debito (sempre nella misura della metà del credito vantato).

La casa in comunione dei beni può essere pignorata? Tutela al coniuge non indebitato

E quindi, tornando alla domanda iniziale: la casa in comunione dei beni può essere pignorata?

Come abbiamo visto, sì. Anche perché quel limite del 50% non è un limite all’esproprio forzato. L’abitazione deve essere messa in vendita per intero e non solo per la metà.

Ma quindi non c’è tutela per il coniuge che non indebitato? Non del tutto, come abbiamo detto, dopo che l’immobile sarà stato venduto all’asta il componente della coppia senza debiti avrà diritto a ricevere metà della somma lorda che è stata ricavata.

La separazione dei beni fittizia non è quindi una soluzione possibile, funziona solo se è antecedente all’indebitamento. Deve cioè essere del tutto chiaro che non è stata concepita al solo scopo di evitare le conseguenze di un pignoramento.

Concludendo, la casa in comunione in comunione dei beni può essere pignorata, ma il coniuge non indebitato ha diritto al 50% della somma ricavata nella vendita.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp