La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile

La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile e non da una sola persona: vediamo se e quando è possibile e a quali condizioni. In particolare ci soffermiamo sull'utilizzo dei permessi retribuiti e dei congedi straordinari.

4' di lettura

La Legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile: vediamo in questo articolo se e quando è possibile. E quindi se i permessi retribuiti possono essere goduti da un solo caregiver o se i caregiver possono essere due. E quindi: un referente unico e il suo eventuale sostituto. (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Come vedremo esiste «l’assistenza saltuaria per la legge 104», che risponde in parte alla domanda di questo articolo e consente in qualche modo al “caregiver titolare” di condividere l’assistenza della persona con disabilità anche con un altra persona.

Ma bisogna rispettare delle condizioni.

Vediamo insieme.

La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile: a chi spetta

Come sapete la legge 104 del 92 permette di usufruire di permessi per assistere un familiare che è stato riconosciuto in uno stato di grave disabilità.

La richiesta può essere presentata da:

  • il coniuge della persona disabile;
  • il convivente all’interno di un’unione civile;
  • i parenti ed i congiunti dei parenti entro il secondo grado;
  • il convivente di fatto;
  • i parenti di terzo grado se il genitore o il coniuge della persona con handicap hanno più di 65 anni oppure siano invalidi, deceduti o mancanti.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile: tempi

Vi ricordiamo che per accedere ai benefici concessi dalla Legge 104 la persona affetta da grave disabilità deve essere visitata da una commissione medica Asl (composta anche da un operatore sociale, un esperto delle patologie da accertare e da un medico dell’Inps).

Di solito per le visite ordinarie il tempo di attesa dalla presentazione della domanda non dovrebbe essere superiore a 30 giorni. Se la persona con disabilità è affetta da una patologia oncologica quel termine limite scende a 15 giorni.

In genere con la Legge 104, il diritto di assistere un parente con disabilità grave viene riconosciuto solo a un lavoratore dipendente. E quindi solo a un familiare.

La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile: eccezioni

Ci sono però delle eccezioni.

Una riguarda i genitori: nel loro caso possono alternarsi nell’usufruire dei permessi concessi con la Legge 104 se hanno un figlio con grave handicap.

Ma non solo: la persona con disabilità può anche chiedere per sé i permessi e avere comunque un referente unico (che può chiedere a sua volta tre giorni al mese di permesso retribuito).

La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile: assistenza saltuaria

Ora veniamo al dunque: è possibile che due familiari possano beneficiare dei permessi legge 104 per assistere un parente convivente con disabilità grave (a prescindere dal figlio, dunque)?.

È possibile con l’assistenza saltuaria per la Legge 104. Questa “misura” consente la condivisione dell’assistenza tra il lavoratore dipendente e un’altra persona, il caregiver sostituto.

Entrambi possono usare la Legge 104, ma solo in maniera ridotta: un giorno di permesso al mese (invece di 3) ogni 10 giorni di assistenza continuativa.

La legge 104 usufruita da 2 familiari del disabile: domanda

Il caregiver sostituto non può certo assegnarsi il ruolo da solo. Deve infatti presentare all’Inps e al datore di lavoro una richiesta scritta con la quale dichiara:

  • i motivi che gli impongono di sostituire il referente unico della persona disabile;
  • i periodi in cui deve prestare assistenza alla persona disabile in sostituzione del referente unico;
  • il rapporto di parentela che lo lega alla persona con disabilità;
  • il tipo di assistenza che deve assicurare al familiare disabile.

Se il referente unico si ammala, il dipendente non perde il diritto ai 3 giorni di permesso che sono concessi grazie alla Legge 104. Anzi, tra i giorni di permesso e quelli di malattia non ha l’obbligo di rientrare al lavoro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie