La tredicesima spetta su assegno unico, Rdc e bonus?

La tredicesima spetta su assegno unico e Reddito di cittadinanza? In questo articolo rispondiamo alla domanda.

7' di lettura

Se ti stai chiedendo se la tredicesima spetta su assegno unico, sei nel posto giusto. In questo approfondimento facciamo un po’ di chiarezza sulla tredicesima mensilità e in quali casi spetta (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Molti cittadini che percepiscono delle prestazioni assistenziali come quelle per la famiglia si chiedono spesso se la tredicesima spetta su assegno unico, Reddito di cittadinanza e altri bonus simili. Nei prossimi paragrafi spieghiamo nel dettaglio se spetta o meno e facciamo un riepilogo della tredicesima mensilità.

Indice

La tredicesima spetta su assegno unico?

Non è la prima volta che qualcuno si chiede se la tredicesima spetta su assegno unico universale.

Anzi, si potrebbe dire che dall’introduzione di questo contributo per famiglie questo è uno dei dubbi più frequenti tra i cittadini. Considerato che siamo ormai a novembre e il mese della tredicesima è vicino (generalmente arriva prima delle feste natalizie), è il momento di rispondere a questa domanda, così nessuno avrà delle sorprese a fine anno.

Dunque, per evitare di illudere i nostri utenti, chiariamo subito che la risposta è no, la tredicesima non spetta sull’assegno unico universale. Il motivo è che si tratta di un meccanismo premiale erogato nel mese di dicembre a chi possiede redditi da lavoro o da pensione.

Quindi, il solo assegno unico, che invece rappresenta una prestazione assistenziale e di supporto alle famiglie, non basta a maturare il diritto alla tredicesima mensilità.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Approfittiamo di questo chiarimento per ricordare che l’assegno unico viene erogato ogni mese per un totale di 12 mensilità, e cioè a partire da marzo fino a febbraio dell’anno successivo.

L’importo cambia in base alla fascia di reddito ISEE di appartenenza e al numero dei figli a carico. Alla somma base poi vanno aggiunte eventuali maggiorazioni per alcune condizioni particolari, per esempio famiglie numerose o figli con disabilità.

Inoltre, l’importo mensile erogato dall’INPS cambia di anno in anno a seconda dei dati ISTAT sulla situazione economica del Paese.

Quindi, per ricapitolare, l’assegno unico universale è un contributo economico erogato alle famiglie con figli a carico ed è scisso dalle attività professionali, quindi non dà diritto alla tredicesima mensilità.

Chiaramente, se all’interno del nucleo familiare c’è un genitore che percepisce un reddito da lavoro dipendente, allora la tredicesima spetta a prescindere dall’assegno unico. Su TheWam.net abbiamo spiegato quanto aumenterà l’assegno universale nel 2023.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

La tredicesima spetta su assegno unico e su Rdc?

Nel paragrafo precedente abbiamo visto se la tredicesima spetta su assegno unico, specificando in particolare che non spetta.

Come per l’assegno unico, anche molte famiglie che percepiscono il Reddito di cittadinanza si chiedono spesso se la tredicesima spetta su questa prestazione. Purtroppo, la risposta è la stessa che abbiamo dato per l’assegno universale, e cioè no, la tredicesima non spetta.

Infatti, anche il Rdc è un contributo di tipo assistenziale scollegato dall’attività lavorativa. Sebbene sia una misura che cerca di inserire i suoi percettori nel mercato lavorativo, non sussistono i requisiti necessari per maturare la tredicesima mensilità, ossia la gratifica natalizia che viene erogata per legge ai lavoratori dipendenti e ai pensionati nel mese di dicembre.

Il Reddito di cittadinanza, invece, viene pagato ogni mese per 12 mesi, quindi non è prevista alcuna mensilità aggiuntiva.

Ricordiamo, inoltre, che né il Rdc né la Pensione di cittadinanza fanno reddito, quindi non vanno dichiarati sulla dichiarazione 730 o modello dei redditi persone fisiche e non devono essere inseriti manualmente nella dichiarazione Isee ordinaria.

Analogamente all’assegno universale, l’importo del Reddito di cittadinanza cambia a seconda della situazione economica del nucleo richiedente. Inoltre, per mantenere il diritto a questa prestazione (che tuttavia subirà dei cambiamenti nel 2023) i percettori di Rdc devono:

  • aggiornare obbligatoriamente il modello Isee entro il 31 Gennaio di ogni anno (anche l’eventuale modello Isee corrente),
  • comunicare il modello Rdc com, nel caso di componenti familiari con contratti in corso d’anno,
  • presentarsi al Centro per l’impiego, in caso di convocazione,
  • svolgere lavori pubblici di utilità sociale, in base ai progetti stabiliti dai Comuni,
  • comunicare qualsiasi variazione patrimoniale mobiliare ed immobiliare.

Quindi, non costituendo un reddito da lavoro o da pensione, la tredicesima non spetta né sull’assegno unico né sul Reddito di cittadinanza, e neanche su altri bonus di questo tipo.

Ma allora su cosa spetta questa tredicesima? Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

La tredicesima spetta su assegno unico: cos’è e a chi spetta

Nei paragrafi precedenti abbiamo risposto alla domanda “la tredicesima spetta su assegno unico e su Rdc” e abbiamo spiegato di no, questa mensilità aggiuntiva non viene erogata a chi percepisce il Reddito di cittadinanza o l’assegno unico.

In ogni caso, visto che non tutti sanno di cosa si tratta, potrebbe essere utile fare un riepilogo sulla cosidetta “gratifica natalizia”.

Dunque, la tredicesima, il cui nome completo è tredicesima mensilità, consiste in una mensilità aggiuntiva rispetto alla retribuzione mensile di dipendenti pubblici e privati. Fin dal 1960, questa mensilità è pagata obbligatoriamente a tutti i lavoratori con contratto di tipo subordinato in occasione delle festività natalizie.

In alcuni casi il datore di lavoro distribuisce la tredicesima a rate nel corso dell’anno. In particolare, il pagamento rateizzato è prediletto dalle imprese di piccole dimensioni, che farebbero uno sforzo notevole erogando una mensilità in più in un’unica soluzione.

Oltre ai lavoratori (che comprendono anche colf e badanti), la tredicesima spetta anche ai pensionati, ma in questo caso viene erogata dall’INPS. Invece, a esserne totalmente esclusi sono i lavoratori autonomi, i tirocinanti e stagisti, nonché i titolari di contratto a progetto e gli amministratori.

L’importo della tredicesima non è fisso, ma cambia in base al singolo lavoratore o pensionato e dipende da una serie di elementi che spiegheremo nel prossimo paragrafo.

La tredicesima spetta su assegno unico e Rdc? La risposta

La tredicesima spetta su assegno unico: maturazione della tredicesima

Se hai letto l’articolo fin qui avrai visto che abbiamo accennato che la tredicesima non ha un importo uguale per tutti. Ciò dipende dalla maturazione della tredicesima da parte di lavoratori e pensionati. Che cosa si intende per maturazione?

Quando si parla di maturazione della tredicesima si fa riferimento a tutti gli elementi che contribuiscono al calcolo di questa prestazione, e cioè le voci contrattuali che incidono sull’importo erogato da parte del datore di lavoro.

Infatti, oltre allo stipendio, ai fini della tredicesima sono considerati anche questi fattori:

  • scatti di anzianità;
  • indennità per la mansione;
  • indennità di contingenza;
  • elemento distinto della retribuzione (EDR);
  • trattamento di vacanza contrattuale;
  • terzi elementi.

Inoltre, sono rilevati per la tredicesima anche i periodi di prova e i momenti di assenza da lavoro, per esempio assenza per malattia o congedo di maternità. Dai un’occhiata ai prossimi pagamenti dell’assegno universale previsti a novembre 2022.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie