Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto » Invalidità Civile » Lavoro » Previdenza e Invalidità / Un lavoratore disabile si può escludere dagli straordinari?

Un lavoratore disabile si può escludere dagli straordinari?

Un lavoratore disabile può essere escluso dagli straordinari? Vediamo se questa scelta è legittima per il datore di lavoro o una palese discriminazione.

di The Wam

Maggio 2022

Un lavoratore disabile può essere escluso dagli straordinari? Se ci poniamo questa domanda è solo perché accade spesso, vediamo se questa esclusione è legittima. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Se avete un minimo di dimestichezza con le norme che tutelano i lavoratori disabili e le recenti ordinanze della Cassazione (che richiamano spesso anche articoli della nostra Costituzione), avrete già immaginato la risposta: siamo di fronte a una palese discriminazione e di conseguenza a una violazione dei diritti del lavoratore.

Invalidità civile e diritto al posto di lavoro (sentenze)

Lavoratore disabile escluso dagli straordinari: non è legittimo

E quindi, prima ancora di raccontarvi questa storia, andiamo subito al dunque: non è legittimo escludere dai turni di lavoro straordinario un lavoratore con disabilità. Se accade il datore di lavoro deve essere condannato al risarcimento.

Così si legge in un estratto della sentenza (qui puoi leggerla tutta): «Sanzionato il datore di lavoro per la decisione di non includere un lavoratore disabile nella turnazione prevista per il lavoro straordinario. Alla base di tale esclusione nessuna ragione accettabile, ma solo il richiamo alla condizione di disabilità del lavoratore».

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Per chi volesse avere un riferimento l’ordinanza è la numero 14075 della Corte di Cassazione, sezione lavoro, emessa il 7 luglio del 2020.

Lavoratore disabile escluso dagli straordinari: il fatto

Il fatto. In primo grado, quindi davanti ai giudici della sezione lavoro del tribunale territoriale, il Ministero dei Trasporti è stato condannato per il comportamento discriminatorio. I magistrati hanno riconosciuto un risarcimento da 6mila euro nei confronti di un dipendente con disabilità che di fatto era stato completamente escluso dalla turnazione dello straordinario.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Lavoratore disabile escluso dagli straordinari: la condanna

Anche i giudici d’appello hanno confermato la condanna. Per capirci: il lavoratore con disabilità era addetto ai servizi allo sportello, non poteva quindi essere escluso dai turni di straordinario che sono stati invece assegnati ad altri dipendenti che svolgevano le identiche mansioni.

La condizione di disabilità non comportava quindi alcuna difficoltà per il lavoratore: lo svolgeva dunque esattamente come lavoratori privi di un handicap.

Lavoro e invalidità come funziona con i concorsi pubblici

Lavoratore disabile escluso dagli straordinari: datore di lavoro

Si è arrivati in Cassazione perché il Ministero dei Trasporti ha impugnato la sentenza emessa dai giudici d’appello. La motivazione era, a dire il vero, piuttosto debole: il lavoratore con disabilità non sarebbe stato incluso nella turnazione degli straordinari per scelta del direttore dell’ufficio «per rispondere alle necessità dell’utenza e nell’ambito delle prerogative che gli sono conosciute».

Una contestazione che di fatto non significa niente. Nel senso, se la decisione sia stata assunta per una direttiva ministeriale o se invece sia un provvedimento del direttore dell’ufficio, la discriminazione resta.

Ma il ministero, in un’altra contestazione, si spingeva anche oltre, ritenendo che «non esiste un diritto soggettivo del lavoratore subordinato alla parità di trattamento e che pertanto nella vicenda non è configurabile alcun comportamento discriminatorio imputabile al datore di lavoro».

Ma non solo: l’esclusione del lavoratore con disabilità dai turni di straordinario sarebbe stata decisa per garantire l’efficienza del servizio.

Lavoratore disabile escluso dagli straordinari: Cassazione

L’Alta Corte non ha avuto dubbi ed ha respinto il ricorso confermando in pieno la sentenza dei giudici d’appello (che a loro volta avevano ribadito le conclusioni dei magistrati di primo grado).

Lavoro e invalidità: incentivi per chi assume una persona con disabilità

I giudici della Cassazione hanno anche messo in evidenza che il lavoratore con disabilità operava allo sportello dal 2001 (quindi da 16 anni), e in modo continuativo e non saltuario. Il che significa, secondo gli ermellini, che «la sua esclusione dai turni straordinari disposti per la revisione dei veicoli, compensati direttamente dai privati, è stata discriminatoria, poiché priva di giustificazione e fondata sulla condizione di disabilità del lavoratore».

Oltretutto nel pubblico impiego (articolo 45 del decreto legislativo numero 165 del 2001) deve essere garantita la parità di trattamento tra i dipendenti.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp