Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza marzo in arrivo: ecco le lavorazioni

Reddito di cittadinanza marzo in arrivo: ecco le lavorazioni

Scopri quando inizieranno le lavorazioni che precedono il pagamento del Reddito di cittadinanza a marzo 2023.

di The Wam

Marzo 2023

Stanno per iniziare le lavorazioni del Reddito di cittadinanza a marzo 2023. Vediamo quando sono previste e quando arriverà il pagamento. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Quando arriva il Reddito di cittadinanza di marzo 2023?

Le lavorazioni del Reddito di cittadinanza partiranno tra il 24 e il 25 marzo 2023, e i pagamenti arriveranno a partire dal 27 marzo 2023. Questo permetterà ai beneficiari di ricevere in tempo utile i fondi per il mese di marzo.

lavorazioni-reddito-di-cittadinanza-marzo-2023
Screen che mostra le lavorazioni del Reddito di cittadinanza di marzo 2023 pubblicato sulla pagina Facebook “Reddito di cittadinanza e tanto altro”.

Il versamento del Reddito di cittadinanza inizierà dal 27 marzo 2023 per coloro che attendono la mensilità di marzo 2023 e vedono questa data sul fascicolo previdenziale del cittadino.

Nei prossimi paragrafi esamineremo come utilizzare questo strumento. Le ricariche del sussidio vengono processate dall’INPS e i versamenti sono effettuati da Poste Italiane.

Gli addebiti possono richiedere qualche giorno per essere erogati a tutti i beneficiari e, per questa ragione, c’è chi riceve prima il versamento e chi in un secondo momento.

A che ora arriva l’Rdc?

Di solito la ricarica del Reddito di cittadinanza viene erogata dopo le 13.30, ma gli addebiti, come detto, non arrivano per tutti i cittadini nello stesso momento.

Quando arriva il bonus 150 euro su Rdc

Il bonus 150 euro spetta a chi percepiva l’Rdc a novembre 2022 e deve ancora riceverlo. Le tempistiche di questi addebiti non sono state ancora chiarite dall’INPS. Se ci saranno nuove elaborazioni, le condivideremo subito su thewam.net.

Quando arriva l’Assegno Unico su Rdc?

Il pagamento dell’Assegno Unico su Rdc, per il mese di febbraio 2023, è atteso a partire dal 28 marzo 2023.

Reddito di cittadinanza marzo 2023: spese vietate

L’Rdc può essere utilizzato soltanto per coprire spese di utenze, beni e servizi che non fanno parte dell’elenco delle spese proibite:

Come controllare il saldo del Reddito di cittadinanza di marzo 2023?

Il saldo e la lista dei movimenti della carta Rdc vanno verificati online, a telefono o dallo sportello automatico, usando una di queste strade:

Il controllo del saldo avviene così:

Come contattare l’INPS?

Per ricevere informazioni sull’Rdc si può contattare telefonicamente l’INPS:

Chi non riceverà il Reddito di cittadinanza di marzo 2023?

Il versamento del Reddito di cittadinanza di marzo 2023 non viene erogato a chi:

La sospensione si applica quando l’ISEE non viene aggiornato entro il 28 febbraio. Gli accrediti riprenderanno quando si rinnoverà il documento.

La revoca del Rdc avviene, invece, quando:

Quanto durerà ancora il reddito di cittadinanza?

Il Reddito di cittadinanza sarà pagato fino al 2024, quando sarà sostituito da nuove misure di welfare non ancora descritte dal governo Meloni. Fra le ipotesi al vaglio del governo, c’è la Mia: Misura per l’inclusione sociale attiva.

Il Reddito di cittadinanza durerà fino al 2024, quando sarà sostituito da nuove misure di welfare non ancora descritte dal governo Meloni. Fra le ipotesi al vaglio del governo, c’è la Mia: Misura per l’inclusione sociale attiva.

Cosa succede all’Rdc nel 2023?

Nel 2023 il contributo economico verrà erogato per:

Quanto durava l’Rdc fino al 2022?

Fino al 2022 il cittadino poteva percepire il sussidio per diciotto mesi, periodo dopo il quale il contributo poteva essere rinnovato, a patto di soddisfare ancora tutti i requisiti necessari a ricevere l’Rdc.

Quante volte si può rinnovare il Reddito di cittadinanza?

Dal 2024, come detto, non si potrà più rinnovare il Reddito di cittadinanza perché è prevista l’abrogazione del sussidio e la sostituzione con nuove misure di welfare.

Come richiedere il reddito di cittadinanza?

La domanda per il Reddito di cittadinanza va presentata:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Rdc:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp