Lavoro disabili, novità Draghi: nuovo collocamento mirato

Lavoro disabili: il ministro Erika Stefani parla dell'obbligo assunzione categorie protette. Nuova banca dati nazionale per il collocamento mirato.

Lavoro disabili, Stefani: nuovo collocamento mirato
Lavoro disabili: l'impegno del ministro per rendere efficienti le misure in vigore.
3' di lettura

Lavoro disabili – Il ministro per le disabilità, Erika Stefani, ci ha tenuto a sottolineare che sta lavorando per contrastare la disoccupazione dei disabili. Lo farà in due modi: ridefinire le «Linee Guida di revisione del processo di inclusione lavorativa» e creare una banca nazionale del collocamento mirato.


Lavoro disabili, Stefani: potenziare le misure esistenti

In un discorso alla Dodicesima Commissione della Camera dei deputati, quella degli Affari Sociali, il ministro per le disabilità, Erika Stefani, ha evidenziato la necessità di rendere concrete alcune misure per il collocamento delle persone diversamente abili. I provvedimenti infatti esistono, ma non vengono applicati.

(Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

In particolare, a essere spesso disattesi sono gli obblighi di assunzione delle «categorie protette» da parte delle imprese. Quando rientrerà l’emergenza coronavirus sarà infatti necessario intensificare i controlli per garantire l’applicazione della Legge 68/1999, che obbliga le imprese ad assumere persone con disabilità secondo queste proporzioni:

Numero di dipendentiDipendenti con disabilità
15-35Almeno uno
35-50Almeno due
Più di 50Il 7%
Lavoro disabili: proporzioni assunti categorie protette

Le sanzioni per chi non rispetta queste proporzioni sono salate e aumentano per ogni giorno scoperto.

Da sottolineare che però l’obbligo è stato sospeso per il periodo dell’emergenza coronavirus per tutte quelle aziende che fruiscono di:

  • Cassa integrazione ordinaria;

  • Cassa integrazione in deroga;

  • Fondo integrazione salariale o dei fondi di solidarietà bilaterale.

Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi:

Lavoro disabili, Stefani: due misure già previste dal Jobs Act

La revisione delle linee guida per l’inclusione lavorativa delle persone affette da disabilità e la creazione di una banca nazionale del collocamento mirato dovrebbe in realtà già essere in vigore. (Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Sono infatti due misure introdotte dal Jobs Act e che però non vengono applicate in modo efficace e concreto. Il ministro Stefani ne è consapevole e, assumendosi un impegno davanti a tutta la comunità di disabili, lo ribadisce così sulla sua pagina Facebook:

«In tema di inclusione lavorativa, al fine di contrastare la disoccupazione tra le persone con disabilità, intendo dare impulso a due misure già previste dal Jobs Act ma mai finalizzate. (Entra nei gruppi facebook: tutti i bonusofferte di lavoropensioni).

Mi riferisco alla definizione delle Linee Guida di revisione del processo di inclusione lavorativa, e la creazione di una banca nazionale del collocamento mirato che possa favorire le attività di controllo, monitoraggio e valutazione del collocamento al lavoro delle persone con disabilità».

Potrebbero interessarti anche:


Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie