Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: ufficiale

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: ora è ufficiale, per adesso solo quelle notificate tra settembre e dicembre 2021, ma la proroga sarà estesa al 2022. Si cerca di dare più tempo ai cittadini per saldare gli arretrati dopo i due anni di sospensione delle notifica a causa della crisi sanitaria ed economica.

4' di lettura

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: il governo ha deciso di accogliere la richiesta dei partiti (in particolare Forza Italia) ed è intenzionato ad allungare la scadenza delle cartelle di un altro mese. Erano già state portate a 150 giorni (5 mesi), dai 90 originari.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Molto probabilmente questa proroga dovrebbe essere estesa al 2022.

Era uno dei nodi che impediva una rapida approvazione finale della Legge di Bilancio. È stato superato. Restano altre questioni sul tappeto. Ma non si può perdere tempo. Si deve chiudere entro la fine dell’anno, meglio ancora se prima di Natale (difficile).

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: il maxi emendamento

Per farlo però bisogna correre. Dopo aver superato l’esame di Palazzo Madama il maxi emendamento passerà alla Camera. Dove però non potrà essere modificato.

Tutto lascia supporre comunque che l’ultima lettura del testo avverrà durante le feste, forse prima di Capodanno.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: prima un no, poi un sì

La questione dello slittamento a 180 giorni per la scadenza delle cartelle esattoriali era uno dei temi caldi. Il governo difficilmente avrebbe potuto opporsi dopo aver detto no (e in modo ripetuto) a una proroga per i pagamenti previsti il 30 novembre e che riguardavano quelli sospesi durante il periodo della pandemia (Rottamazione Ter e Saldo e Stralcio).

Il no del governo, in quel caso, era imposto da una questione puramente contabile: una ulteriore dilazione del pagamento avrebbe creato difficoltà di copertura finanziaria.

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: estesa al 2022?

L’attenzione si è dunque spostata sulle cartelle esattoriali. La scadenza per il pagamento delle cartelle è passato da 60 giorni a 150 e infine a 180. Il termine dovrebbe riguardare le cartelle di pagamento che sono state notificate dall’agente della riscossione tra il primo settembre e il 31 dicembre del 2021.

Ma si lavora in Parlamento per estenderla anche al 2022. E le possibilità che si riesca a prolungare la scadenza lunga sono molto probabili.

Nella versione originaria le cartelle esattoriali notificate dal primo gennaio del 2022 avranno un termine ordinario di scadenza a 60 giorni dalla notifica.

Non dovrebbe essere più così.

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: la montagna di arretrati

I partiti spingono sulla proroga per un motivo preciso: nei prossimi mesi arriveranno ai contribuenti (e in parte si sta già verificando), milioni di cartelle esattoriali arretrate. Tutte quelle che sono rimaste in sospeso durante il periodo dell’emergenza sanitaria.

Dare più tempo ai cittadini per poterle pagare sarebbe quindi una scelta di semplice buon senso. Ma a volte il buon senso si scontra con la dura legge dei numeri e del bilancio

In questo caso, comunque, l’estensione della proroga a 180 giorni e anche per le cartelle in arrivo dal gennaio 2022, dovrebbe superare i nodi contabili.

Del resto l’esecutivo non può continuare a restare immobile sulla vicenda cartelle esattoriali 2022 se vuole avere delle chance di chiudere la legge di Bilancio prima della fine dell’anno.

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: il caro bollette

Se il governo sta trovando la quadra sulla proroga delle scadenze per le cartelle esattoriali restano da superare le difficoltà che riguardano invece il sostegno alle famiglie per il caro bollette. Il provvedimento serve a scongiurare un aumento dei costi per l’energia che rischia di essere insostenibile per molte famiglie a basso reddito.

Le cartelle esattoriali scadono dopo 6 mesi: fondi

L’esecutivo ha tutta l’intenzione di intervenire (come ha già fatto). Il problema però è sempre lo stesso: dove recuperare i fondi necessari per questo intervento?

C’è una possibilità, che si sta vagliando proprio in queste ore: si pensa a un nuovo intervento sull’Iva. Mentre si devono definire i dettagli per chiudere la questione Superbonus 110%.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie