Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Legge 104, quali patologie ne danno diritto

Legge 104, quali patologie ne danno diritto

La Legge 104 spetta con quali patologie? Chiariamo a chi viene riconosciuta la Legge 104 e vediamo come determinate patologie possono contribuire al riconoscimento di un handicap senza o con connotazione di gravità.

di Romina Cardia

Luglio 2023

A chi viene riconosciuta la Legge 104? La Legge 104 spetta con quali patologie? (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

La legge 104 spetta con quali patologie?

La Legge 104 spetta con quali patologie? È una domanda che ci viene rivolta spesso dai nostri utenti, ecco perché torniamo sull’argomento per fare chiarezza.

La patologia non è rilevante ai fini del riconoscimento della Legge 104. Piuttosto, è rilevante quanto la patologia di cui soffri e per la quale ti è stata riconosciuta l’invalidità civile, ti causi disagio a livello sociale e lavorativo.

La Commissione medica per la Legge 104, infatti, procederà alla sola valutazione dell’handicap.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

La valutazione dell’handicap, come abbiamo accennato, prevede il riconoscimento di una situazione di svantaggio sociale che deriva dall’infermità o dalla menomazione accertati come invalidanti.

Non viene attribuita una percentuale ,ma si valuta quanto questa condizione possa essere causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa, e poi si giudica con o senza gravità.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Una volta conclusa la visita medica, la Commissione redige il verbale di handicap, che ti verrà poi inviato a domicilio.

Nel verbale può essere presente una di queste diciture:

Il riconoscimento dell’handicap e dell’handicap con connotazione di gravità ti dà accesso a diverse agevolazioni.

In sostanza, con l’handicap senza connotazione di gravità hai diritto solo alle agevolazioni fiscali Legge 104, mentre con la gravità hai accesso anche a quelle lavorative, come i permessi retribuiti e il congedo straordinario.

Conoscere le patologie con le quali viene accertata l’invalidità ti può aiutare, del resto, a capire se può essere riconosciuta la gravità dell’handicap e quindi aver diritto alle più importanti agevolazioni con la Legge 104. Andiamo quindi a vedere quali sono le patologie che vengono prese in considerazione.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Le patologie

Le tabelle ministeriali, che collegano la gravità di una patologia ad una correlata percentuale di invalidità, identificano l’incidenza delle infermità sulla capacità lavorativa, prevedendo sia infermità a cui viene assegnata una percentuale “fissa”, sia infermità per cui viene riportata una percentuale d’invalidità minima o massima, sulla base dei criteri di evidenza clinica.

Nel momento in cui una determinata patologia non è compresa nelle suddette tabelle, il personale medico è tenuto a definirne i danni tenendo in considerazione infermità analoghe, opportunamente presenti in tabella, e di pari gravità.

Per invalidità si intende la riduzione della capacità lavorativa, facendo riferimento alla capacità lavorativa in senso generico.

Nel caso in cui il soggetto interessato, tuttavia, dovesse possedere una specifica formazione tecnico-professionale, e la patologia o la menomazione, dovesse incidere particolarmente nel rispettivo settore lavorativo, la Commissione ha la possibilità di assegnare 5 punti percentuali aggiuntivi d’invalidità.

Possono anche essere assegnati 5 punti in meno, qualora l’infermità non incida particolarmente nella capacità lavorativa del soggetto.

La percentuale d’invalidità permanente, nel caso in cui l’infermità sia unica, viene espressa avvalendosi di:

criteri per la valutazione, invece, quando l’interessato ha più di un’infermità, sono i seguenti:

Nel caso poi le infermità risultino compresenti, l’invalidità totale finale risulta uguale alla somma delle invalidità parziali, meno il loro prodotto.

Con riferimento alle infermità concorrenti, in alcuni casi (danni oculari, uditivi, degli arti, e così via) la percentuale d’invalidità collegata al concorso è direttamente indicata in tabella, viceversa è necessaria una valutazione complessiva, non fondata sulla somma delle singole percentuali.

Deve essere considerata nella valutazione la possibilità o meno di applicare protesi ed apparecchi che possano diminuire la gravità del pregiudizio funzionale, in tal modo l’invalidità può ridursi sino al 10%.

Ecco quali sono i diritti dei lavoratori invalidi e cosa rischiano i datori di lavoro se non assolvono ai propri obblighi.

Patologie dell’apparato cardiocircolatorio

Circa le patologie dell’apparato cardiocircolatorio, le malattie a cui è correlata una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Scopri quali patologie danno diritto alla Legge 104 art 3 comma 1: ecco l’elenco dettagliato e le differenze col comma 3.

Patologie dell’apparato circolatorio

Circa le patologie dell’apparato respiratorio, le malattie a cui è correlata una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Come fare domanda per la Legge 104: ecco i requisiti per accedere alle agevolazioni e le scadenze da rispettare.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=1mL2LSP0XYc&w=560&h=315]

Patologie apparato digerente

Circa le patologie dell’apparato digerente, le malattie a cui è correlata una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Patologie apparato urinario

Circa le patologie dell’apparato urinario, quelle a cui è correlata una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Legge 104 e invalidità con cardiopatia ischemica: vediamo a cosa ha diritto chi soffre di questa grave patologia cardiaca.

Patologie apparato endocrino

Circa le patologie dell’apparato endocrino, quelle a cui è correlata una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Invalidità civile e cardiopatia: cos’è la Nyha, ovvero il sistema che viene utilizzato dalle commissioni per valutare la capacità funzionale dei pazienti.

Patologie apparato osteoarticolare e locomotore

Circa le patologie dell’apparato osteoarticolare e locomotore, quelle a cui è connessa una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Esonero dalla visita fiscale con Legge 104. Ecco cosa prevede la normativa e quando si può non restare a casa per forza.

Patologie apparato neurologico

Circa le patologie dell’apparato neurologico, quelle a cui è connessa una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Invalidità civile con i dolori articolari: quando e come chi soffre di queste patologia ha diritto alle agevolazioni fiscali, sul lavoro e alle indennità economiche.

Legge 104 spetta con quali patologie
Legge 104, quali patologie ne danno diritto

Patologie psichiche

Circa le patologie psichiche, quelle connesse ad una maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Accompagnamento: con quali malattie viene concesso il diritto al sussidio riservato a chi soffre di patologie gravi e ha bisogno di assistenza continua.

Patologie uditive

Per quanto riguarda le patologie uditivequella considerata più grave è:

Patologie apparato visivo

Circa le patologie dell’apparato visivo, quelle connesse alla maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Patologie apparato fonatorio

Circa le patologie dell’apparato fonatorio, quelle collegate alla maggiore riduzione della capacità lavorativa sono:

Patologie congenite, ematologiche, reumatiche, neoplastiche e rare

Circa le patologie congenite, ematologiche, reumatiche, neoplastiche e le malattie rare che sono correlate a gravi riduzioni della capacità lavorativa sono moltonumerose.

Tra queste, quelle che vengono considerate le patologie congenite più gravi sono:

Si ricorda che le neoplasie danno luogo a un’invalidità che va dal 21 al 100%, a seconda dello stadio di gravità. Con riferimento, poi, ai pazienti che sono in chemioterapia può essere riconosciuto un assegno di accompagnamento, anche se tale riconoscimento non è automatico.

L’infezione da HIV, presente tra le patologie ematologiche non neoplastiche, dà luogo anch’essa ad un’invalidità compresa tra il 21 e il 100%, a seconda del grado di evoluzione della malattia.

La Talassemia Major, invece, dà luogo ad un’invalidità che va dal 35 al 100%, sempre a seconda della gravità.

L’artrite reumatoide, elencata tra le patologie reumatiche, dà luogo a un’invalidità compresa tra il 21 e il 100%; stessa cosa per  la sclerodermia, la spondilite anchilosante e le altre spondiloartriti, il lupus eritematoso e le vasculiti. Infine, l’artrosi dà luogo a un’invalidità dal 5 al 100%, a seconda della gravità.   

FAQ (domande e risposte)

Posso chiedere il riconoscimento dell’invalidità civile e quello della Legge 104 insieme?

Se ti stai chiedendo se è possibile richiedere contemporaneamente il riconoscimento dell’invalidità civile e quello della Legge 104, la risposta è sì. Queste due forme di riconoscimento non si escludono a vicenda e possono essere richieste insieme.

L’invalidità civile viene riconosciuta alle persone che presentano una riduzione della capacità lavorativa o dell’autosufficienza a causa di una patologia o di un’infermità. Questo riconoscimento permette di ottenere diversi benefici, come l’accesso alle prestazioni economiche.

La Legge 104, invece, è una normativa che garantisce diritti e sostegno alle persone con disabilità e ai loro familiari. Attraverso la Legge 104 è possibile ottenere diverse forme di supporto, come il diritto alle assenze lavorative retribuite per assistere un familiare disabile.

Se ritieni di avere i requisiti per richiedere sia l’invalidità civile che la Legge 104, puoi presentare entrambe le domande alle autorità all’INPS, fornendo la documentazione necessaria per ciascuna richiesta.

Come posso richiedere l’applicazione dell’art. 3 comma 1 o comma 3 Legge 104?

Per richiedere l’applicazione dell’articolo 3 comma 1 o comma 3 della Legge 104, è necessario seguire una serie di passaggi. Inizialmente, bisogna rivolgersi al medico curante o a uno specialista per ottenere il certificato medico introduttivo. Successivamente, con la documentazione medica in mano, si può presentare domanda di invalidità civile e Legge 104 all’INPS. Una volta ottenuta la certificazione, sarà possibile richiedere le agevolazioni previste dalla legge, compreso l’accompagnamento continuativo.

Qual è la differenza tra l’art. 3 comma 1 e l’art. 3 comma 3 della Legge 104?

L’art. 3 comma 1 e l’art. 3 comma 3 della Legge 104 riguardano entrambi la disabilità, ma in modi diversi. Il comma 1 riconosce lo status di disabilità a coloro che presentano una riduzione delle capacità fisiche, psichiche o sensoriali. Il comma 3, invece, è specifico per le persone con una disabilità grave. Queste persone hanno bisogno di assistenza continua perché non sono in grado di svolgere le attività fondamentali della vita quotidiana.

La Legge 104 dà diritto all’accompagnamento?

Sì, la Legge 104 dà diritto all’accompagnamento, ma solo in specifiche situazioni. La persona che ne fa richiesta deve presentare una disabilità grave, secondo quanto previsto dall’art. 3 comma 3 della Legge 104. Questo implica una situazione in cui l’individuo non può compiere attività basilari della vita quotidiana senza l’aiuto di altri.

Posso chiedere l’aggravamento dell’handicap e ottenere il comma 3 della Legge 104?

Se ti stai chiedendo se è possibile chiedere l’aggravamento dell’handicap e ottenere il comma 3 della Legge 104, la risposta è sì, è possibile. Il comma 3 della Legge 104 prevede una maggior tutela per le persone con disabilità che presentano un aggravamento delle condizioni di salute.

Quando una persona con disabilità sperimenta un peggioramento delle proprie condizioni, è possibile richiedere un riesame della situazione e ottenere l’aggravamento dell’handicap. Questo può comportare un incremento delle misure di sostegno e delle agevolazioni previste dalla Legge 104.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1