Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Pensioni » Previdenza e Invalidità / Legge 104 a livello pensionistico

Legge 104 a livello pensionistico

Legge 104 a livello pensionistico: come funziona? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Novembre 2023

In questo articolo parleremo di Legge 104 a livello pensionistico, per capire come influiscono il congedo parentale e i permessi retribuiti sulla futura pensione (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Legge 104 a livello pensionistico: come funziona?

La normativa della Legge 104 è fondamentale per i lavoratori che assistono familiari con disabilità grave, perché offre benefici tra cui permessi retribuiti e congedi straordinari.

Questi vantaggi influenzano però anche la pensione futura, poiché sia ai permessi che ai congedi si attribuiscono contributi figurativi. Vediamo perciò in che modo!

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Cosa sono i contributi figurativi

I contributi figurativi rappresentano contributi previdenziali accreditati dall’INPS senza oneri per il lavoratore o il datore di lavoro. Questi contributi sono utili per raggiungere il diritto alla pensione.

Nel caso dell’assistenza a familiari disabili, vengono accreditati durante permessi, congedi straordinari e prolungamenti del congedo parentale. Durante i periodi accreditati, si attribuisce una contribuzione simile a quella della normale attività lavorativa.

Tuttavia, esistono limiti agli importi per i contributi accreditabili per il congedo. Questi limiti possono influenzare il calcolo della pensione, specialmente per lavoratori con stipendi più alti.

I contributi figurativi con i permessi retribuiti della Legge 104

I contributi figurativi vengono accreditati seguendo le regole standard per i permessi mensili previsti dalla Legge 104 e per il prolungamento del congedo parentale.

Durante i periodi accreditati con contributi figurativi, viene assegnata una contribuzione pari a quella che sarebbe stata versata se la persona fosse stata al lavoro.

Tuttavia, l’accredito è ridotto per i permessi giornalieri concessi ai genitori e per il congedo straordinario.

I contributi figurativi per il congedo straordinario con la Legge 104

I contributi figurativi accreditati durante il congedo straordinario previsto dalla Legge 104 sono rilevanti ai fini del diritto e del calcolo generale delle pensioni, inclusa la pensione anticipata. È importante notare che questi contributi non corrispondono esattamente a quelli che sarebbero stati versati durante il normale svolgimento dell’attività lavorativa.

Esistono infatti dei limiti relativi agli importi accreditabili per questo tipo di congedo, precisamente stabiliti a:

Il massimo ammontare di contributi figurativi che possono essere accreditati per il congedo straordinario è quindi di 12.322,53 euro. Inoltre, il limite massimo giornaliero per l’indennità e la massima retribuzione figurativa giornaliera (per l’accredito dei contributi) è di 102,30 euro.

Vale la pena di sottolineare che i dipendenti pubblici non ricevono l’accredito dei contributi figurativi, ma l’accredito diretto dei contributi da parte dell’amministrazione o del datore di lavoro.

Come integrare i contributi figurativi con la Legge 104

Per i lavoratori il congedo straordinario con la Legge 104 può comportare una diminuzione prospettica della pensione. Durante il congedo, l’importo del montante contributivo e, di conseguenza, della pensione, potrebbe essere inferiore a quanto il lavoratore avrebbe accumulato lavorando.

Alcuni lavoratori possono però neutralizzare annualità sfavorevoli nel calcolo della pensione, specialmente se hanno meno di 15 anni di contributi al 31 dicembre 1992.

Per integrare i contributi figurativi, i lavoratori possono optare per il riscatto dei contributi con costi a proprio carico. Questa opzione non è disponibile per i dipendenti pubblici, soggetti a contributi obbligatori durante il congedo.

Legge-104-a-livello-pensionistico-legge
L’articolo 3, comma 1 della Legge 104.

A chi spettano i permessi e il congedo della Legge 104?

La Legge 104/92, ampliata dalla Legge n. 183 del 4 novembre 2010, consente di ottenere il congedo o i permessi retribuiti dal lavoro a questi familiari in ordine di priorità:

Per concludere, i sottolinea che il congedo e i permessi non possono essere richiesti contemporaneamente da più persone per assistere lo stesso disabile.

FAQ: Domande frequenti sui permessi retribuiti con la Legge 104

Cosa si deve fare dopo aver ottenuto la Legge 104?

Dopo aver ottenuto il certificato medico attestante l’invalidità, è fondamentale inviare all’INPS le informazioni relative alla situazione economica e ai redditi personali. L’ente previdenziale esaminerà queste informazioni al fine di determinare se approvare o respingere le richieste di benefici e/o agevolazioni. È possibile presentare la richiesta attraverso la modalità online o attraverso l’assistenza fornita da CAF ed enti patronati.

Da quando decorrono i benefici della Legge 104?

permessi 104 iniziano a decorrere dal primo giorno del mese successivo rispetto a quello in cui è stata presentata la richiesta. Il lavoratore dipendente riceverà una notifica scritta di conferma.

Anche un bambino con diabete può richiedere la Legge 104?

Certamente! Anche un bambino con diabete può richiedere l’applicazione della Legge 104. Questa legge, infatti, tutela le persone con disabilità, comprese quelle affette da condizioni mediche come il diabete, al fine di assicurare loro i diritti e le agevolazioni necessarie per vivere una vita serena e per affrontare gli ostacoli che possono incontrare nel percorso scolastico.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp