Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap: ecco guida completa alle agevolazioni della Legge 104.

6' di lettura

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap: ecco una rapida guida per rispondere a tutte le domande legate alla Legge 104 e alle sue agevolazioni (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap. La Legge 104 si riferisce all’assistenza, all’integrazione sociale e al rispetto dei diritti delle persone con handicap, attraverso una serie di agevolazioni che spettano pure ai familiari che li assistono.

Per beneficiare delle agevolazioni della Legge 104 bisogna essere riconosciuti portatori di handicap grave, a causa di minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali, progressive o stabilizzate, che creano difficoltà di relazione, integrazione e apprendimento.

Bisogna, poi, distinguere l’invalidità civile, che si riferisce alla riduzione della capacità lavorativa, dall’handicap, che indica la condizione di svantaggio vissuta dalla persona disabile a causa dei suoi problemi di salute.

Lo status di handicap non è automaticamente collegato all’invalidità civile. Una persona invalida non è necessariamente riconosciuta come portatore di handicap. Sarà la commissione medica, al termine di accertamenti sanitari obbligatori, a valutare e a riconoscere l’handicap, consentendo al richiedente di accedere alle agevolazioni previste.

Le agevolazioni della Legge 104 vengono assegnate a seconda del grado di handicap vissuto dal richiedente. Parliamo di handicap non grave, in situazione di gravità o superiore ai 2/3.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap: agevolazioni lavorative

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap. Il lavoratore dipendente che assiste un familiare con handicap grave ha diritto al congedo straordinario lavorativo fino a un massimo di 2 anni, in tutta la sua vita lavorativa. Il congedo può essere richiesto anche in giorni, ma dal conteggio devono essere esclusi i festivi, i sabati e le domeniche e tra un periodo di congedo e l’altro è obbligatorio tornare a lavorare.

Il lavoratore disabile o il lavoratore che assiste un familiare con handicap grave ha diritto a due ore di permesso giornaliero, retribuito, oppure a tre giorni al mese di permesso retribuito.

Nel caso in cui si debba assistere un figlio disabile, minore di 12 anni, si può richiedere la proroga del congedo parentale oppure riposi alternativi al prolungamento. Le due agevolazioni non possono essere cumulate al congedo parentale orario.

Il lavoratore dipendente portatore di handicap grave o il lavoratore che assiste un familiare titolare della Legge 104 può scegliere la sede di lavoro più comoda per le sue esigenze. I dipendenti della Pubblica Amministrazione con un’invalidità superiore al 67% hanno la priorità di scelta delle sedi di lavoro disponibili.

Inoltre, il lavoratore titolare della Legge 104 o chi assiste un familiare con handicap grave può rifiutare il trasferimento in altra sede e ha il diritto di rifiutare di lavorare in orario notturno, la domenica e nei giorni festivi, contro la sua volontà.

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap: agevolazioni fiscali

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap. Il titolare della Legge 104 ha diritto a diverse agevolazioni fiscali, deduzioni e detrazioni sui costi delle spese sanitarie o sull’acquisto di veicoli, per esempio.

Per l’acquisto di veicoli per disabili, la Legge 104 riconosce quattro agevolazioni ai portatori di handicap grave, titolari di assegni di accompagnamento, nonché ai soggetti con pluri-amputazioni, ai disabili con ridotte o assenti capacità motorie, ai sordi e ai non vedenti.

Le agevolazioni sono:

  • l’IVA al 4% sull’acquisto del veicolo;
  • la detrazione dall’IRPEF del 19% del costo del veicolo, fino a un massimo di 18.075,99 euro;
  • l’esonero dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà;
  • l’esenzione dal bollo auto.

Le esenzioni e le detrazioni spettano non solo al titolare della Legge 104, ma anche al familiare che lo ha fiscalmente a carico. Riguardano anche i costi delle riparazioni dei seguenti veicoli:

  • autovetture;
  • autoveicoli specifici e per il trasporto promiscuo;
  • autocaravan;
  • motocarrozzette;
  • motoveicoli per il trasporto promiscuo e motoveicoli specifici.

I genitori con a carico figli con handicap grave hanno diritto a una detrazione fiscale maggiorata di 400 euro. Se il figlio ha meno di 3 anni, la detrazione sarà pari a 1.620 euro, anziché a 1.220. Con un figlio disabile grave a carico, con età superiore ai 3 anni, la detrazione sarà di 1.350 euro, anziché 950 euro.

Sempre ai lavoratori dipendenti con una o più persone disabili nel nucleo familiare, se beneficiari degli assegni al nucleo familiare, hanno il diritto a ricevere importi mensili più alti, grazie all’applicazione di tabelle più favorevoli.

I familiari con a carico un disabile grave possono dedurre integralmente le spese di assistenza specifica dal reddito. Rientrano nel novero:

  • le spese di assistenza infermieristica e riabilitativa;
  • le prestazioni fornite dagli OSS;
  • le prestazioni fornite dagli educatori professionali e dai coordinatori delle attività assistenziali di nucleo;
  • le prestazioni fornite dagli addetti all’assistenza di base e dagli addetti all’attività di animazione e di terapia occupazionale.

Inoltre è possibile dedurre dal reddito il costo della badante fino a 2.100 euro all’anno, ma con un reddito di 40.000 euro (occorre il certificato di non autosufficienza). Si ha pure diritto alla deduzione dei contributi versati ai collaboratori domestici, fino a un massimo di 1..549,37 euro l’anno.

La detrazione IRPEF del 19% spetta pure sull’acquisto di mezzi tecnici e informatici che servono a facilitare la comunicazione, l’elaborazione scritta e grafica e l’accesso all’informazione e alla cultura della persona con handicap grave. Parliamo di computer, tablet, telefoni, modem, fax e altro ancora. Queste apparecchiature godono anche dell’applicazione dell’IVA al 4%.

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap
Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap: ecco la guida completa.

La Legge 104 permette la detrazione del 19% dalle spese sanitarie dell’acquisto di mezzi d’ausilio alla deambulazione, delle spese mediche specialistiche e di apparecchi correttivi o ausili specifici.

L’acquisto e l’installazione di un ascensore e la costruzione di rampe per disabili, invece, prevedono una detrazione IRPEF del 36%, che può essere utilizzata solo su un’eventuale eccedenza della quota di costo, sul quale è già fruibile la detrazione per la ristrutturazione edilizia.

Legge 104 agevolazioni e i diversi livelli di handicap, ma non solo. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie