Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità / Legge 104, elenco aiuti a famiglie con bimbi disabili 2024

Legge 104, elenco aiuti a famiglie con bimbi disabili 2024

Legge 104 e bonus per figli con disabilità: come funzionano? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2024

In questo articolo parleremo di Legge 104 e bonus per figli con disabilità e vedremo quali sono le agevolazioni previste nel 2024 (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Legge 104 e bonus per figli con disabilità: tabella

La tabella riportata di seguito elenca le principali agevolazioni a cui hanno diritto i genitori con figli disabili a carico, alcune previste dalla Legge 104 altre introdotte successivamente.

Bonus / AgevolazioneDestinatariRequisitiImportoModalità di Richiesta
Assegno UnicoFamiglie con figli a caricoFigli a carico disabili o con meno di 21 anniVariabile in base all’ISEE e alla composizione del nucleoSito dell’INPS
Assegno di inclusioneI nuclei con all’interno almeno un membro minore, disabile, over 60 o preso in carica dai servizi socialiISEE ≤ 9.360 euro + requisiti legati al reddito familiare e ai patrimoniVariabile in base al reddito e alla composizione del nucleo familiareSito dell’INPS
Bonus nidoI nuclei con figli di età inferiore a 3 annila presenza di un bambino in età da nido, con agevolazioni se affetto da una patologia cronicatra 1.500 e 3.600 euroSito dell’INPS
Agevolazioni sul lavoroFamiliari di persone disabiliAvere un disabile a carico
Contrassegno disabiliContrassegno per parcheggiare sulle strisce giallelimitazioni significative nella mobilità o nella vistaAl Comune di residenza
Tutti i bonus per figli con disabilità: la tabella

Come funzionano i Bonus per figli con disabilità

Assegno Unico

Nel 2024, l’Assegno Unico continua a essere un pilastro fondamentale di sostegno per le famiglie, offrendo un aiuto economico mensile ai nuclei con figli a carico, se questi sono disabili o hanno meno di 21 anni.

L’entità dell’assegno è determinata in base all’ISEE del nucleo familiare e alla composizione del nucleo stesso. Per i nuclei con un ISEE fino a 17.090,61 euro, l’importo per ogni figlio minore è di 199,5 euro mensili, mentre per quelli con un ISEE superiore a 45.574,96 euro, il sostegno economico scende a 57,0 euro al mese. Le famiglie numerose, quelle con figli disabili e con bambini al di sotto dell’anno di età ricevono ulteriori aumenti.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Per richiedere l’Assegno Unico è possibile procedere attraverso il sito dell’INPS, avvalendosi di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Per maggiori dettagli sulla procedura, è consigliabile leggere la nostra guida specifica sulla richiesta dell’Assegno Unico.

Legge-104-e-bonus-per-figli-con-disabilita-inps
In foto, la pagina dell’Assegno di inclusione sul sito dell’INPS.

Assegno di inclusione

Dal 2024 l’Assegno di inclusione sostituisce il Reddito di cittadinanza, con una specifica attenzione verso determinati gruppi di beneficiari. Questo aiuto è destinato unicamente alle famiglie che contano almeno un membro con disabilità, un minore, un individuo anziano oltre i 60 anni, o una persona seguita dai servizi sociali.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Per beneficiare di questo sostegno, le famiglie devono rispettare determinati criteri relativi all’ISEE (il quale non deve superare i 9.360 euro), al reddito familiare e ai beni patrimoniali. Questi requisiti sono spiegati nel dettaglio nel nostro articolo sui requisiti per l’Assegno di inclusione.

L’Assegno di inclusione ha lo scopo di aumentare il reddito delle famiglie, offrendo un supporto mensile per garantire che il reddito annuo non scenda sotto i 6.000 euro. Per una comprensione approfondita su come vengono calcolati gli importi erogati, è utile leggere il nostro articolo sugli importi dell’Assegno di inclusione.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Bonus asilo nido

Il Bonus asilo nido è un aiuto finanziario offerto dall’INPS per supportare le famiglie con bambini sotto i 3 anni a coprire i costi di iscrizione e frequenza agli asili nido. In alternativa, per i bambini che non possono frequentare l’asilo a causa di patologie croniche, il bonus può essere destinato a sostenere le spese per l’assistenza domiciliare.

In caso di patologia grave del bambino, inoltre, il bonus non ha carattere di rimborso e il contributo viene erogato in anticipo e in’unica soluzione.

La possibilità di beneficiare del Bonus nido non è influenzata dal reddito familiare, ma l’ammontare del rimborso annuale, che varia tra 1.500 e 3.600 euro, è determinato in base all’ISEE. Le famiglie con un ISEE più basso hanno diritto a un rimborso maggiore.

Per richiedere il Bonus nido è possibile procedere online attraverso il sito dell’INPS, accedendo con credenziali come SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Un articolo dettagliato sulla procedura per richiedere il Bonus nido è disponibile per aiutare le famiglie nel processo di domanda.

Agevolazioni sul lavoro

La Legge 104/1992 offre un supporto significativo ai genitori di bambini disabili, inclusi i neonati prematuri, anche se l’altro genitore non ha diritto a tali benefici, ad esempio perché è casalingo/a o lavoratore autonomo. Le opzioni disponibili comprendono:

Per iniziare la procedura è necessario rivolgersi a un medico autorizzato, solitamente il pediatra del bambino, che si occuperà della preparazione e dell’invio telematico dei documenti necessari.

Contrassegno per disabili

Il diritto al rilascio del contrassegno per disabili è previsto per individui affetti da specifiche condizioni di salute che comportano limitazioni significative nella mobilità o nella vista. Questo permette a loro e ai loro accompagnatori di accedere a parcheggi e aree dedicate, facilitando notevolmente la quotidianità. I principali aventi diritto sono:

Il contrassegno può essere altresì assegnato, per un periodo temporaneo inferiore ai cinque anni, a coloro che attraversano una diminuzione temporanea della mobilità a causa di infortuni o malattie, così come a individui completamente privi di autonomia funzionale che richiedono costante assistenza.

Il contrassegno spetta anche se l’auto non è di proprietà del disabile, ma viene utilizzata per accompagnare lo stesso. Motivo per cui i genitori di un bambino non vedente o con difficoltà motorie hanno diritto al contrassegno.

FAQ: Domande frequenti sui bonus di marzo 2024

Quali documenti o informazioni sono necessari per richiedere i bonus di marzo 2024?

I documenti o le informazioni necessari per richiedere i bonus dipendono dalle specifiche richieste di ciascuna agevolazione. Potrebbe essere richiesto di fornire documenti come attestazione ISEE, dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti specifici. È importante leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus per conoscere i documenti o le informazioni necessari per la richiesta.

Qual è la scadenza per richiedere i bonus di marzo 2024?

La scadenza per richiedere i bonus di marzo 2024 può variare a seconda del bonus stesso. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza specifica, mentre altri potrebbero avere un periodo di richiesta più esteso. È consigliabile verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus specifici presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Quali sono i bonus di marzo 2024 per la spesa?

Il bonus per la spesa che può essere richiesto a marzo del 2024 è la Carta acquisti. La trovate descritta nella sezione precedente.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp