Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità / Quando si ha diritto alla legge 104 con l’autismo

Quando si ha diritto alla legge 104 con l’autismo

Quando si ha diritto alla legge 104 con l’autismo? Le agevolazioni spettano in automatico? Ecco cosa sapere su diagnosi e documentazione.

di Carmine Roca

Giugno 2024

In questo approfondimento vedremo quando si ha diritto alla Legge 104 con l’autismo (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Legge 104 e autismo: quando si ha diritto?

Iniziamo subito col dire che la diagnosi di autismo non dà accesso automatico alla Legge 104, ma è fondamentale verificare quanto la persona autistica sia in grado di inserirsi nel mondo del lavoro e nella società.

Per diagnosticare l’autismo vengono utilizzati tre diversi criteri diagnostici: DSM-IV-TR, DSM-5 e ICD-10.

Il DMS-IV-TR inserisce il disturbo autistico tra i disturbi pervasivi dello sviluppo, quali:

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Il DSM-5 sostituisce la categoria del DPS con il disturbo dello spettro autistico (DSA).

L’ICD-10 comprende sindromi da alterazione globale dello sviluppo psicologico quali:

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Quando si ha diritto alla Legge 104 con l’autismo: le difficoltà nella diagnosi

L’INPS non nasconde la complessità della sindrome, della elevata comorbilità, della necessità che la diagnosi e la valutazione clinica siano effettuate da strutture specializzate e del fatto che il disturbo autistico è permanente, pur con espressività variabile”.

Il giudizio medico-legale deve derivare da una corretta interpretazione della documentazione clinica presentata e non deve esaurirsi durante la visita di controllo.

Ai fini del diritto all’indennità di accompagnamento e della condizione di handicap (Legge 104, articolo 3, comma 3), è necessario che ci sia un quoziente di intelligenza non verbale inferiore a 50 in età prescolare.

In ogni caso, la presenza di un Q.I. non verbale alto (70) viene considerato come una condizione necessaria, ma non sufficiente affinché ci sia una buona prognosi.

Il riconoscimento dell’handicap grave e dell’indennità di accompagnamento per l’INPS può essere attribuito alle persone in possesso della certificazione DSM 5, rilasciata da centri accreditati del Servizio Sanitario Nazionale, con una valutazione di severità di livello 3.

Anche il livello di severità 2 dovrebbe consentire di ottenere il doppio riconoscimento (handicap grave e accompagnamento), ma con una possibile riserva per i minori con un recente inquadramento e che potrebbero risentire favorevolmente di precoci trattamenti terapeutici.

Quando si ha diritto alla Legge 104 con l’autismo: documentazione

La comunicazione tecnico scientifica dell’INPS del 2 aprile 2015 ha riferito che la valutazione dell’handicap o dell’invalidità per persone con autismo, in presenza di documentazione rilasciata da centri specializzati e accreditati, potrà avvenire anche solo sugli atti, senza alcuna visita diretta presso INPS.

La documentazione utile è la seguente:

Inoltre andrà acquisita la documentazione sanitaria che comprovi eventuali comorbilità (ad esempio l’epilessia).

Parte della documentazione è spesso in possesso delle famiglie, quando c’è stata una diagnosi certa e si viene seguiti da centri specialistici. Rimane più difficoltoso ottenere la certificazione del DSM-5, ancora poco usata dagli specialisti italiani.

Quando si ha diritto alla legge 104 con l’autismo
Quando si ha diritto alla legge 104 con l’autismo: in foto le mani di bambini con le lettere che formano la parola autismo.

Faq sulla Legge 104

Quando la Legge 104 spetta ai bambini?

A differenza dell’adulto, l’invalidità civile per i bambini non si calcola in base alla riduzione di una generica capacità lavorativa conseguente a una certa malattia perché i bambini, di per sé, non hanno capacità lavorativa.

Ecco perché a loro sono riservati trattamenti economici differenti rispetto a quelli di un adulto (tranne l’indennità di accompagnamento), come l’indennità di frequenza. Anche la valutazione dell’handicap di un bambino è diversa da quella che viene fatta da un adulto. Nel senso che si tratta sempre di valutare lo svantaggio sociale, ma se lo svantaggio dell’adulto viene valutato anche nell’ambito lavorativo, per quanto riguarda i bambini si fa riferimento alle difficoltà di apprendimento.

Quindi: la Legge 104 spetta ai bambini quando essi “presentano un danno fisico, psichico o sensoriale che causa difficoltà nell’apprendimento o di relazione tale determinare uno svantaggio sociale o di emarginazione”. In presenza di questa condizione, viene accertato l’handicap e quindi riconosciuta la Legge 104/1992.

Quali agevolazioni spettano con la Legge 104 per autismo?

Le agevolazioni della Legge 104 spettano anche ai familiari (coniuge, genitore, affini) del figlio autistico, come i permessi retribuiti (2 ore giornaliere) o il prolungamento fino a 3 anni del periodo di astensione facoltativa dal lavoro, entro il compimento del terzo anno di vita del bambino.

Dai 3 anni in poi, il lavoratore ha diritto a 3 giorni di permesso mensili coperti da una contribuzione figurativa. Al compimento dei 18 anni si può beneficiare dei permessi solo se si convive con la persona assistita in modo continuato.

Da non dimenticare, poi, le agevolazioni fiscali, come le spese mediche generiche e di assistenza deducibili dal reddito o le spese mediche specialistiche o per ausili detraibili al 19% e con IVA agevolata al 4%.

La Legge 104 spetta anche a un bambino con epilessia?

La Legge 104 può essere applicata anche a un bambino affetto da epilessia. Essa prevede tutele specifiche per le persone con disabilità, inclusi i bambini, al fine di garantire loro pari opportunità nella vita quotidiana e nel contesto scolastico.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1