Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Legge 104 e emicrania

Legge 104 e emicrania

Legge 104 e emicrania: cerchiamo di capire quando le agevolazioni possono essere riconosciute a chi soffre di questa patologia e come richiederle.

di Romina Cardia

Dicembre 2023

In questo approfondimento parliamo di Legge 104 e emicrania (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Quando è possibile ottenere la Legge 104 e emicrania

Per ottenere i benefici della Legge 104 e emicrania, è necessario ottenere il riconoscimento dello stato di handicap attraverso valutazioni medico-legali e medico-sociali.

La Legge 104 si applica nello specifico ai soggetti affetti da cefalea primaria cronica, ritenuta fortemente disabilitante. Tuttavia, è essenziale che venga confermata la gravità della condizione.

La Legge 81 del 2020 ha riconosciuto la cefalea primaria cronica come malattia sociale, ma mancava il decreto attuativo del ministero della Salute per garantirne piena applicazione.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Nel 2022, è stato presentato un decreto che adotta linee guida per progetti regionali sperimentali sulla presa in carico innovativa delle persone con cefalea primaria cronica.

Il decreto prevede un finanziamento complessivo di 10 milioni di euro per il 2023 e il 2024, destinato alle Regioni per implementare progetti sperimentali.

Le condizioni per partecipare richiedono una diagnosi specialistica confermata da un centro accreditato e una durata biennale per i progetti regionali. Le Regioni devono approvare i progetti entro il 2023 e presentarli al ministero della Salute.

Al termine delle sperimentazioni, le Regioni devono presentare una relazione entro il 31 gennaio del 2025, valutata dal ministero della Salute. Le Regioni inadempienti perderanno l’accesso alle risorse disponibili basate sulla popolazione residente.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Quando si può richiedere la Legge 104 e emicrania

La Legge 104 e emicrania può essere richiesta a partire dal riconoscimento di una percentuale di invalidità pari al 33%.

A partire da questa percentuale, puoi provare a fare domanda per la Legge 104. I medici della Commissione ASL valuteranno se l’emicrania di cui soffri abbia ripercussioni sulla tua vita sociale e lavorativa, decidendo se puoi essere beneficiario o meno delle agevolazioni Legge 104. Vediamo a questo punto in cosa consistono queste agevolazioni.

Invalidità civile per chi soffre di cefalea cronica: i diritti, le agevolazioni, i sostegni per i pazienti che soffrono di questa diffusa malattia sociale. Quanti sono gli italiani affetti da questa patologia, quando si riconosce che è invalidante, le tabelle ministeriali e la decisione di alcune Regioni.

Le agevolazioni Legge 104 e emicrania

Riconoscimento dell’art. 3 comma 1 (handicap senza gravità)

È bene precisare che le agevolazioni Legge 104 e emicrania più importanti, che sono quelle lavorative, vengono concesse solo a chi ha ottenuto l’articolo 3 comma 3 della Legge 104 (gravità dell’handicap).

Per quanto riguarda il riconoscimento dell’articolo 3 comma 1 (handicap senza gravità), si può beneficiare comunque di diverse agevolazioni fiscali.

Per i portatori di handicap, infatti, la Legge 104/1992 prevede ad esempio:

Anche i bambini e i loro genitori possono ottenere i benefici della Legge 104. Tuttavia, la valutazione è un po’ differente rispetto a quella che viene fatta per una persona invalida adulta. Ecco quando la Legge 104 spetta per i bambini e a cosa si ha diritto.

Riconoscimento dell’art. 3 comma 3 (handicap grave)

Se invece viene accertata la gravità dell’handicap articolo 3 comma 3 della Legge 104, sono previste agevolazioni lavorative, ad esempio poter usufruire di 3 giorni di permesso retribuito, della possibilità di prolungare il congedo parentale e fruire del congedo straordinario, la scelta della sede di lavoro, anche con priorità per portatori di handicap con gravità superiore ai 2/3 in caso di assunzione presso enti pubblici (art. 21 Legge 104/1992).

Inoltre, qualora il soggetto sia totalmente inabile, per il quale è stata accertata l’impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore oppure l’incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita, questi avrà diritto all’assegno di accompagnamento.

Permessi retribuiti con la Legge 104: come funzionano, a quanti giorni si ha diritto e come si calcolano con il part time? Scopri tutto in questo articolo.

Legge 104 e emicrania
Legge 104 e emicrania. Nella donna: una donna prende dei farmaci per l’emicrania.

Come fare domanda per invalidità civile e Legge 104 e emicrania

Per presentare domanda per invalidità civile e Legge 104 e emicrania dovrai inviare in via telematica la richiesta di visita medica all’INPS.

Alla domanda deve essere allegato il certificato medico introduttivo rilasciato anche dal proprio medico di base, che attesta le patologie presenti e che ha una validità di 90 giorni.

Successivamente, l’ente previdenziale, una volta nominata la Commissione medica di valutazione, ti convocherà per sottoporti a visita medica.

All’esito della visita, la Commissione esprime un proprio parere medico e redige apposito verbale, la cui decisione deve essere adottata all’unanimità.

Se non c’è accordo sul responso, la documentazione passa al Centro Medico Legale. Il verbale deve esseri comunicato entro 120 giorni dalla sua adozione.

Terminata la procedura, l’INPS dovrà comunicarti:

Nei primi due casi è possibile entro 3 mesi dalla notifica del verbale proporre ricorso al giudice ordinario.

FAQ sulla Legge 104 e emicrania

Posso usufruire dei benefici della Legge 104 se ho una persona cara affetta da emicrania invalidante?

Sì, è possibile. La Legge 104 prevede anche la possibilità di ottenere agevolazioni se si è caregiver di una persona disabile. Questo riconosce l’importante ruolo di chi si prende cura di una persona cara e offre strumenti e supporto per facilitare questa responsabilità.

Devo rinnovare periodicamente la mia invalidità civile per emicrania?

Sì, in genere è necessario rinnovare periodicamente la richiesta di invalidità civile per emicrania. Questo perché la gravità della tua condizione potrebbe cambiare nel tempo. Di solito, l’ente previdenziale ti fornirà indicazioni su quando e come effettuare il rinnovo.

Posso fare ricorso se la mia richiesta di invalidità civile e Legge 104 viene respinta?

Assolutamente sì. Se la tua richiesta di invalidità civile e Legge 104 viene respinta, hai il diritto di presentare un ricorso. Questo ti permette di fornire ulteriori prove o chiarimenti sulla tua condizione.

Cosa succede se miglioro nel tempo la mia condizione?

Se la tua condizione relativa all’emicrania e alle sue conseguenze migliora significativamente e ritieni di non avere più bisogno dell’invalidità civile, è importante informare tempestivamente l’ente previdenziale. Potresti essere sottoposto a valutazioni mediche aggiuntive per verificare il cambiamento nella tua situazione e, se appropriato, l’invalidità civile potrebbe essere revocata.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp