Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Lavoro / Legge 104 e genero

Legge 104 e genero

Legge 104 e genero: il genero può ottenere le agevolazioni Legge 104 per assistere la suocera con disabilità? E se invece è la suocera che deve assistere il genero, come funziona? Vediamo cosa prevede la normativa.

di Romina Cardia

Gennaio 2024

In questo approfondimento parliamo di Legge 104 e genero e di Legge 104 e suocera (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Permessi Legge 104 e genero: si possono ottenere per assistere la suocera disabile?

Sì, puoi ottenere la Legge 104 e suocero, ma devono essere presenti delle condizioni ben precise.

Secondo la Legge 104, infatti, è possibile richiedere i permessi Legge 104 per assistere parenti affini fino al terzo grado, incluso il genero, a condizione che siano presenti le giuste condizioni.

Se i parenti più stretti, come ultra sessantacinquenni, invalidi, deceduti o assenti, non sono in grado di fornire assistenza, il genero può presentare una richiesta di Legge 104 per prendersi cura della suocera.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

La Legge 104/1992 offre la possibilità di conciliare gli obblighi familiari con il lavoro, garantendo un periodo di pausa per l’assistenza ai parenti con disabilità.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funzionano i permessi Legge 104

Ai lavoratori affetti da disabilità gravi spettano riposi orari giornalieri di una o due ore, a seconda dell’orario di lavoro, oppure 3 giorni di permesso mensile, anche frazionabili in ore

La Legge 104/92 riconosce ai familiari che assistono il disabile la possibilità di usufruire di permessi retribuiti nel limite di 3 giorni al mese, anche frazionabili in ore.

Il lavoratore che deve assistere più familiari affetti da disabilità grave può ottenere permessi per ciascuno dei disabili che necessitano di assistenza.

Ecco come fare il calcolo delle ore di permesso con la Legge 104: le formule dell’INPS per i lavoratori a tempo pieno e part-time.

Requisiti per richiedere i permessi Legge 104 e genero

I permessi Legge 104 rappresentano un vantaggio per i lavoratori dipendenti che devono prendersi cura di familiari con disabilità grave, come figli o coniugi, che necessitano di un aiuto significativo.

Questi permessi, sono retribuiti e possono essere concessi da diverse figure. L’ordine di priorità per accedere ai benefici della Legge 104 è definito nel seguente modo:

È importante sottolineare che la convivenza con la persona disabile non è obbligatoria per ottenere i permessi.

Scopri quando è possibile usufruire dei permessi con 104 doppi per una persona disabile che assiste una persona disabile.

E se è la suocera che deve assistere il genero?

Per lo stesso motivo, è anche possibile richiedere i permessi per assistere la suocera con disabilità.

Nell’ordine di priorità che abbiamo visto, infatti, sono inclusi suoceri, suocere, nuore e generi.

Un lavoratore dipendente, quindi, può chiedere permessi 104 per aiutare un suocero o una suocera disabile, purché siano soddisfatte le condizioni di legge e si fornisca la documentazione necessaria a dimostrare la necessità di assistenza continua.

Legge 104 e casa di risposo: il lavoratore può fruire dei permessi e del congedo retribuiti anche quando la persona disabile da assistere è ricoverata in una casa di riposo? Rispondiamo in questo approfondimento.

Congedo Legge 104 e genero o suocera: è possibile?

Hai diritto al congedo Legge 104 per assistere il genero o la suocera solo se non convivono con il coniuge e nessun altro parente più stretto può prendersi cura di loro o è assente.

Per ottenere questo congedo retribuito, devi vivere con il genero o la suocera o trasferire la tua residenza presso la loro per tutto il periodo del congedo.

La Legge 104 stabilisce regole precise per usufruire di questo congedo retribuito. È importante seguire attentamente queste norme per garantire il diritto al congedo. Ricorda che il congedo può essere richiesto solo se si soddisfano tutti i requisiti stabiliti dalla legge.

Le regole per il congedo con Legge 104 e convivenza: quando è obbligatoria, chi non deve spostare la residenza, chi può farlo anche dopo aver presentato domanda e quando si può chiedere la dimora temporanea.

Legge 104 e genero
Legge 104 e genero. Nella foto: una suocera con genero e nuora.

Il congedo solo a queste condizioni

Abbiamo detto che puoi richiedere il congedo per assistere il genero o la suocera solo se convivi con loro.

Questa regola è fondamentale per tutti coloro che chiedono il congedo straordinario per assistere un familiare disabile grave, ad eccezione dei genitori che assistono i propri figli disabili.

Per i figli, infatti, è possibile richiedere il congedo Legge 104 e spostare la residenza in un secondo momento, anche se è meglio farlo il prima possibile.

Per gli altri beneficiari, è essenziale che tu conviva con il familiare disabile grave al momento della richiesta per il congedo straordinario.

Quindi, se non vivi con tua suocera o tuo genero, devi prima trasferire la tua residenza con lei prima di presentare la richiesta. Solo così la tua richiesta di congedo Legge 104 sarà accettata.

Scopri se è possibile richiedere il congedo Legge 104 con dimora temporanea o se è sempre necessario risultare residenti con il disabile da assistere.

Cosa prevede il congedo Legge 104 e genero (o suocera)

Il congedo straordinario ti consente di assentarti dal lavoro per un massimo di 2 anni, frazionabili in giorni o mesi.

Puoi richiederlo se sei un dipendente nel settore pubblico o privato, ma non è disponibile per lavoratori domestici, agricoli giornalieri, autonomi, parasubordinati o con contratto part-time verticale durante le pause contrattuali.

Per compensare la mancata retribuzione durante il congedo, hai diritto a un indennizzo dall’INPS, anticipato dal tuo datore di lavoro.

L’importo dell’indennizzo è basato sulla retribuzione fissa dell’ultimo mese di lavoro prima del congedo, con un limite massimo annuo rivalutato (attualmente 48.738,00 euro).

Vediamo cosa viene sottratto e ti mostriamo un esempio di busta paga con congedo straordinario.

Come richiedere i permessi e il congedo Legge 104 e genero (o suocera)

Se hai una suocera o un genero con disabilità e vuoi richiedere i permessi o il congedo straordinario previsti dalla Legge 104, devi fornire alcune informazioni importanti all’INPS.

Queste informazioni riguardano sia te che tua suocera o tuo genero. In particolare, devi indicare i dati anagrafici di entrambi e fornire informazioni sul tuo attuale rapporto di lavoro.

Nella domanda, è essenziale specificare che la persona con disabilità non è ricoverata a tempo pieno e vive in convivenza con il familiare disabile. Puoi scaricare il modulo per la richiesta di congedo straordinario direttamente dal sito dell’INPS.

Puoi presentare la tua domanda in diversi modi:

FAQ sulla Legge 104

Chi può prendere la 104 per due persone?

Diversi familiari possono usufruire, a turno, dei permessi per assistere lo stesso familiare disabile, come previsto dall’articolo 3 comma 3 della Legge 104/1992, con un limite massimo di tre giorni mensili complessivi. Prima di questa modifica, l’alternanza era permessa solo ai genitori che assistevano un figlio disabile, ma ora questa possibilità viene estesa a tutti coloro che hanno il diritto di fruire dei permessi previsti dalla Legge 104.

Quante persone si possono assistere con Legge 104?

Più persone aventi diritto possono alternarsi nell’utilizzo dei permessi previsti dalla Legge 104 per fornire assistenza alla stessa persona con grave disabilità. Inoltre, i congedi straordinari saranno concessi anche ai conviventi di fatto.

Come si vedono in busta paga i permessi non retribuiti?

In busta paga, i giorni di permesso non retribuito non si vedono come giorni lavorati. Questo significa che lo stipendio di quel mese sarà inferiore perché mancano questi giorni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp