Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto » Invalidità Civile / Legge 104 per se stessi: come funzionano i permessi

Legge 104 per se stessi: come funzionano i permessi

Legge 104 per se stessi: come funziona con i permessi lavorativi retribuiti? Il dipendente titolare della Legge 104 può usufruirne. Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Marzo 2022

Legge 104 per se stessi: come funzionano i permessi lavorativi personali? Ne può usufruire anche il lavoratore disabile titolare della 104? Vediamolo in questo articolo (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Legge 104: permessi lavorativi retribuiti

I permessi lavorativi retribuiti, della durata di 2 anni, spettano ai lavoratori che assistono un familiare con disabilità grave: i cosiddetti caregiver.

Questa agevolazione permette al lavoratore di assentarsi dal lavoro, per un periodo di 2 anni da calcolare in tutta la sua vita lavorativa, per assistere il familiare affetto da disabilità.

In busta paga, il lavoratore dipendente che usufruisce dei permessi retribuiti vedrà garantita l’indennità pari alla normale retribuzione mensile, senza perdere soldi dallo stipendio. L’indennità è anticipata dal datore di lavoro per conto dell’INPS.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Per quanto riguarda i contributi nel periodo di fruizione dei permessi lavorativi, il lavoratore dipendente vedrà accreditarseli come se avesse svolto attività lavorativa.

Ma per quanto riguarda la Legge 104 per se stessi: al lavoratore disabile, titolare della 104, spettano i permessi lavorativi retribuiti? Ne parliamo nei prossimi paragrafi.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Legge 104 per se stessi: spettano i permessi retribuiti?

Abbiamo visto che i permessi lavorativi di 2 anni sono utilizzati dai caregiver, ovvero dai lavoratori dipendenti che assistono un familiare con disabilità grave. Questo tipo di agevolazione legata alla Legge 104, non è prevista per il lavoratore portatore di handicap.

Il lavoratore titolare della Legge 104 può, però, beneficiare del permesso lavorativo biennale, ma non retribuito. È una tipologia di congedo previsto dall’articolo 4 della Legge 53 del 2000.

Il lavoratore portatore di handicap titolare della Legge 104 conserva il posto di lavoro, ma non ha diritto alla retribuzione e non può svolgere un altro tipo di attività lavorativa.

Legge 104 per se stessi
Legge 104 per se stessi: come funziona con i permessi lavorativi retribuiti?

Ai fini pensionistici, il congedo biennale non è calcolato per l’anzianità di servizio, ma il lavoratore può comunque riscattare i due anni di contributi, calcolati secondo i criteri della prosecuzione volontaria.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp