Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Legge 104 visita a domicilio

Legge 104 visita a domicilio

Legge 104 e visita a domicilio: vediamo se anche per il riconoscimento della Legge 104, in presenza di determinate condizioni è possibile richiedere la visita a domicilio.

di Romina Cardia

Dicembre 2023

In questo approfondimento parliamo di Legge 104 e visita a domicilio (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

È possibile richiedere la Legge 104 e visita a domicilio?

Assolutamente sì, è possibile richiedere la Legge 104 e visita a domicilio, alle stesse condizioni per la richiesta della visita a domicilio per invalidità civile.

Se hai una visita della Commissione ASL per il riconoscimento o la revisione della Legge 104 in programma, ma non puoi essere spostato senza mettere a rischio la tua salute e sicurezza, puoi chiedere una visita domiciliare.

Per fare ciò, è necessario ottenere un certificato specifico dal medico curante e inviarlo online almeno 5 giorni prima della data prevista per la visita ambulatoriale.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

In sintesi: la visita domiciliare è un’opzione quando spostarsi potrebbe causare problemi di salute.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Legge 104 e visita a domicilio prima della trasmissione della domanda

Se hai i requisiti per richiedere le agevolazioni previste dalla Legge 104 e la tua condizione di intrasportabilità è evidente fin da subito, è importante agire in anticipo.

Nel certificato medico introduttivo, che servirà per la domanda amministrativa, il medico curante deve segnare sia “impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore” che “impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita“.

Questo passo è cruciale e va effettuato nel modulo indicato. Senza queste spunte, la procedura per la Legge 104 e visita a domicilio non potrà partire.

Dopo aver ottenuto il numero di pratica, che attesta l’invio della domanda, potrai inviarla all’INPS online o tramite un CAF. Ricorda di fare tutto entro 90 giorni dalla richiesta del medico.

Successivamente, l’INPS ha 30 giorni per assegnarti una data per la visita di accertamento della Commissione ASL, con la partecipazione di un medico dell’INPS presso il tuo domicilio.

Riceverai una lettera raccomandata con la comunicazione. Se hai una patologia oncologica, la visita sarà fissata entro 15 giorni dalla domanda.

Cosa dire alla visita con la Commissione medica per l’invalidità? Ecco alcuni pratici consigli.

Legge 104 e visita a domicilio dopo la presentazione della domanda

Hai presentato la domanda per la Legge 104, ma anche se successivamente sorgono problemi che rendono difficile il trasporto, puoi richiedere una visita domiciliare compilando un certificato chiamato Modello integrativo D, come indicato nel Messaggio INPS numero 1263/2016.

Ricorda che questo certificato può essere utilizzato solo se hai già presentato una domanda e questa è collegata a un certificato introduttivo.

Tuttavia, non tutti i medici curanti sono a conoscenza di questa possibilità. Se incontri difficoltà, è utile menzionare il Messaggio INPS 1263/2016 per spiegare la procedura.

Invalidità civile e Legge 104 senza visita: chiarimenti INPS per una modalità imposta durante il covid e oggi definitiva. Come funziona la visita a distanza, cosa dice la normativa e perché è una semplificazione che aiuta i cittadini e riduce i tempi della procedura.

Legge 104 e visita a domicilio
Legge 104 e visita a domicilio. Nella foto: un medico visita una donna al suo domicilio.

Legge 104 e visita a domicilio su parere dell’INPS

Presentare l’istanza per una visita domiciliare all’INPS non garantisce automaticamente che questa venga effettuata.

La Commissione medica valuterà se ci sono i presupposti per l’intrasportabilità, considerando se il quadro clinico impedisce al richiedente di spostarsi dalla propria abitazione.

La visita domiciliare è riservata a coloro che sono allettati e non possono raggiungere la sede, come chi è attaccato a macchine salvavita.

Se si è incapaci di deambulare autonomamente ma ci si muove in sedia a rotelle, l’ASL inviterà a recarsi presso la sede per l’accertamento sanitario, permettendo di essere accompagnati da un’altra persona o dal medico curante.

Se la visita domiciliare non è concessa, si ha l’opzione di richiedere l’accertamento sanitario online sulla base della documentazione sanitaria, evitando così di dover uscire di casa per recarsi all’ASL.

FAQ sulla Legge 104 e visita

Come è composta la Commissione per la visita Legge 104?

La Commissione per la visita di invalidità è costituita da:

Della Commissione fa parte anche un operatore socio-sanitario, quindi un assistente sociale, anche in questo caso però solo per gli accertamenti delle leggi 104/92 e 68/99.

Cosa posso fare se dopo la visita per Legge 104 il giudizio della Commissione medica non mi soddisfa?

Se non ti viene riconosciuta alcuna disabilità o riduzione della capacità lavorativa, oppure se ti viene riconosciuta in misura minore rispetto alle aspettative, puoi proporre ricorso contro il verbale della Commissione medica.

Cosa succede se la documentazione per richiedere la Legge 104 senza visita medica non è sufficiente?

In alcuni casi, può succedere che la Commissione medica non ritenga la documentazione sanitaria che hai inviato sufficiente a fare una valutazione obiettiva e completa.

In questo caso, la possibilità di richiedere l’accertamento o la revisione dell’invalidità civile senza visita medica si annulla, perché comunque verrai convocato a visita presso i locali della tua ASL di appartenenza.

Rischi di doverti presentare comunque di fronte alla Commissione anche se non presenti telematicamente la documentazione sanitaria per la revisione della Legge 104 entro 40 giorni dalla richiesta inoltrata tramite raccomandata dalla stessa Commissione.

Cosa succede se non mi presento davanti alla Commissione dopo il suo “rifiuto” alla mia richiesta di revisione della Legge 104 senza visita medica?

Se la Commissione ritiene che la documentazione inviata telematicamente non sia sufficiente per una valutazione sugli atti, ti convoca a visita diretta e se non ti presenti, in caso di revisione dell’invalidità la prestazione o le agevolazioni di cui stai beneficiando vengono sospese temporaneamente ai sensi dell’articolo 37 della Legge 23 dicembre 1998, n. 448 e dell’articolo 20, comma 2, del DL 1° luglio 2009, n. 78 convertito, con modificazioni, dalla Legge 3 agosto 2009, n. 102.

La sospensione può essere fatta direttamente dal medico dell’ASL che avrebbe dovuto valutare la documentazione sanitaria. Anche se non lo fa, il sistema registrerà comunque la tua assenza entro 3 giorni, in mancanza del caricamento del verbale sanitario da parte della Commissione, e la prestazione verrà sospesa.

A quel punto, verrai informato della sospensione della prestazione e avrai 90 giorni di tempo per presentare all’INPS un’idonea giustificazione.

Se l’Istituto accetterà la giustificazione, ti convocherà a nuova visita. Se non presenti la giustificazione o l’INPS la ritiene inidonea, ti verrà definitivamente revocata la prestazione e il provvedimento di revoca verrà formalizzato tramite una comunicazione, sempre per posta raccomandata.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp