Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro / Libretto famiglia 2023: cos’è, come usarlo e quando

Libretto famiglia 2023: cos’è, come usarlo e quando

Libretto famiglia 2023: in questo articolo parleremo del sistema che regolamenta il lavoro occasionale. Cos'è e a chi spetta?

di Imma Duni

Gennaio 2023

Libretto famiglia 2023: come e quando è consigliato utilizzarlo? (leggi su Telegram tutte le news sul lavoro domestico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Libretto famiglia 2023: cos’è?

Il Contratto di prestazione occasionale è una forma di lavoro che consente ad un utilizzatore (impresa, associazione, ente pubblico e così via.) di usufruire di prestazioni lavorative occasionali da parte di un lavoratore autonomo.

Le prestazioni in questo caso sono discontinue e sporadiche, non continuative.

Il Libretto Famiglia serve proprio a questo: i lavoratori sporadici e/o occasionali potranno svolgere attività lavorativa discontinua ed essere pagati grazie a questo sistema.

Chi richiede il lavoro e chi lo presta dovrà iscriversi sul sito dell’INPS, alla sezione apposita, e, soprattutto, dovrà rispettare i limiti economici imposti.

Scopri la pagina dedicata alle offerte di lavoro e ai diritti dei lavoratori.

Questo documento è formato da titoli di pagamento, ognuno dei quali ha valore nominale di 10 euro e può riguardare un’ora di lavoro e non di più.

L’utilizzatore potrà finanziare il Libretto famiglia mediante versamenti tramite F24 modello Elide, con causale LIFA, oppure tramite il “Portale dei pagamenti”.

I lavoratori che vengono retribuiti tramite Libretto famiglia, secondo la normativa, possono essere solo persone fisiche, che non svolgono attività professionale o d’impresa, altrimenti verrebbe meno il principio fondante di discontinuità della prestazione.

I lavori sporadici a cui si può applicare il Libretto famiglia sono, ad esempio:

Il sistema ha sostituito i vecchi voucher. L’INPS, entro il giorno 15 del mese successivo al mese in cui è stata fornita la prestazione lavorativa, verserà il compenso al lavoratore.

Ogni ora di lavoro vale 10 euro all’utilizzatore, ma il lavoratore ne riceverà 8Questi compensi non sono tassati e non vanno a sommarsi alla base imponibile della propria dichiarazione.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul lavoro domestico ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Libretto famiglia 2023: come usarlo?

La normativa italiana prevede la possibilità per i privati di utilizzare lavoratori occasionali e saltuari (persone fisiche senza partita IVA) grazie al Libretto famiglia, ma con alcuni limiti:

Abbiamo detto che l’utilizzatore paga 10 euro, mentre il lavoratore ne guadagna 8 all’ora, perché vengono sottratti:

L’utilizzatore è tenuto a comunicare, non oltre il terzo giorno del mese successivo allo svolgimento della prestazione, i seguenti dati all’INPS:

Insomma il Libretto famiglia altro non è che un portafoglio digitale su cui verrà movimentato il denaro necessario per i lavori occasionali indicati sopra.

Libretto famiglia 2023: cos'è, come usarlo e quando
Libretto famiglia 2023: nella foto una giovane babysitter, con due bambini.

Libretto famiglia 2023: quali sono le novità?

Con un comunicato stampa del 2 gennaio, l’INPS rende note alcune novità riguardanti il Libretto famiglia 2023.

Intanto l’Ente previdenziale ci tiene a ricordare che questo strumento (utile ad evitare il lavoro in nero) serve solo per retribuire attività lavorative occasionali, discontinue, sporadiche.

Se si perde il requisito della discontinuità, infatti, non si può più utilizzare il Libretto famiglia.

Ma quali sono le novità apportate a partire dal primo gennaio?

Eccole elencate:

Nulla cambia sull’importo massimo che un singolo lavoratore può guadagnare in un anno con questo metodo, ovvero 5.000 euro.

Abbiamo visto il Libretto famiglia 2023, cos’è, quando conviene usarlo e quali sono le novità di quest’anno.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul lavoro domestico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp