Il mio sound sarà unico in Italia. Rella racconta la sua passione

4' di lettura

Luciano Rella, ventottenne di Montefredane, è attualmente chitarrista e polistrumentista del cantante Antonio Preziosi, in arte Il Cervello. Oggi ci racconta della sua passione per la musica e della sua carriera.

“La musica mi rende vivo”

“Nella vita faccio il musicista e ho fatto l’insegnante di sassofono al liceo musicale per ben cinque anni. La mia carriera musicale è iniziata all’età di dieci anni – esordisce il chitarrista – quando mi sono iscritto al Conservatorio. Tuttavia l’amore per la chitarra elettrica è arrivato tempo dopo. Questo perché i miei studi si sono rivolti in primis al sassofono, strumento in cui mi sono laureato dopo aver finito gli studi specialistici in Conservatorio.

La passione per la chitarra è arrivata intorno ai quindici anni quando mi ascoltavo le prime band rock come i Led Zeppelin, i Queen, i Deep Purple, gli Iron Maiden e i Green Day. Fu così che comprai la mia prima chitarra elettrica, una Strato della Eko, e cominciai da autodidatta. Mi sono sempre diviso tra il mondo accademico del conservatorio dove suonavo il sax e il mondo ribelle della chitarra elettrica. Dopodiché mi sono avvicinato anche al canto, così da fare varie esperienze con molteplici gruppi e situazioni. Esperienze in cui ho fatto il chitarrista, il cantante, il sassofonista e il polistrumentista.

Ho capito che la mia vocazione era fare il musicista quando mi sono ritrovato sul palco per la prima volta. Le emozioni che ho provato in quel frangente sono difficili da descrivere a parole. È come quando vieni colpito da una scarica di adrenalina che ti fa andare il cuore a mille e ti fa sentire vivo. Unito a un bisogno di saltare, muoversi. Una energia che ti scorre dentro le vene e ti attraversa. Ecco cosa è per me la musica: energia in movimento che ti rende più che vivo”, racconta Luciano.

Le collaborazioni e i progetti di Luciano

Insomma, un artista a tutto tondo. Vari i progetti e le collaborazioni. “Attualmente -dice- sto collaborando come chitarrista e polistrumentista con il rapper/screamer Il Cervello e il dj Kyllne. Stiamo lavorando al nuovo album de Il Cervello, “Falso”. E la serata del 14 agosto ad Avellino – in occasione dell’Avellino Summer Fest – abbiamo presentato un nuovo singolo, Helter Skelter, tratto da questo album.

Quando ci sono live di spessore collaboriamo con dei turnisti alla batteria. Anche se per l’occasione del Ferragosto avellinese abbiamo preferito esibirci con la formazione originale di “Io Sono Fatto di Cera”. Ci esibiremo poi il 18 agosto a Sicignano degli Alburni, in provincia di Salerno, in occasione del Sicinius Music Festival, insieme a molti altri importanti artisti.

Inoltre – continua – sto portando avanti un mio personale progetto, di nome Blue Riot, dove collaboro in pianta stabile col bassista avellinese Andrea Nittoli, e vari batteristi che si sono alternati. Il progetto è basato su brani inediti in lingua italiana. Brani scritti principalmente da me e musicati da me e il bassista. Come personali influenze, mi rifaccio a gruppi come Pink Floyd, Muse, Kasabian, Radiohead, White Stripes, Daft Punk, Depeche Mode, Queens of the Stoneage, Coldplay, Cynic, Rage Against the Machine, M83. Questi giusto per citarne alcuni tra i tanti internazionali. Mentre tra quelli italiani ci sono i Subsonica, I Verdena e i Negramaro.

Dunque, il mio progetto è un mix di vari stili e generi musicali. Dall’hard rock al synth rock, dalle ballad allo stoner, dal pop rock al progressive. Sperimentiamo molto sul lato del sound e delle tecnologie che attualmente si possono adoperare in campo musicale, con un mix di elettronica e suono stile “analogico”, cercando di creare qualcosa che abbracci entrambi i mondi. Infine, abbiamo un EP in cantiere che speriamo di far riuscire a farvi sentire presto”, afferma.

In ultimo, per quanto riguarda il futuro, Luciano Rella si espone così. “Oltre a portare avanti il mio progetto e continuare la collaborazione con Il Cervello, c’è un altro progetto che ho da parte da qualche tempo. Di sicuro, quello che posso dirvi è che sarà un qualcosa di mai visto prima nel panorama musicale italiano. Quindi è un qualcosa di molto ambizioso. Ma sognare in grande è gratis, quindi perché non farlo?

Per il resto, spero di riuscire a fare sempre meglio in quello che mi prefiggerò di fare. Certo, tra i sogni nel cassetto c’è quello di riuscire a sfondare in questo campo. Arrivando così a vivere di sola musica facendo quello che mi piace fare di più. Suonare e cantare. Fare la rockstar, come solitamente si dice. Sento di avere un senso di dovere verso la musica. Si, perché dopo anni e anni in cui la musica mi ha dato tanto dal punto di vista emozionale, vorrei lasciare io qualcosa alla musica. Un qualcosa di personale che possa far vivere emozioni e sensazioni a tante altre persone che nella musica trovano il modo di sentirsi sé stessi”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie