Luigi Sartor arrestato: coltivava 106 piante di marijuana

Luigi Sartor è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Parma: coltivava 106 piante di marijuana. L'ex difensore di Inter, Parma e Vicenza non è nuovo a vicissitudini giudiziarie.

Luigi Sartor
Luigi Sartor
2' di lettura

Luigi Sartor è stato arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza di Parma, colto in flagrante mentre curava, assieme a un complice, una serra con all’interno 106 piante di marijuana. Ora è ai domiciliari. L’ex calciatore di Roma, Parma, Inter e Vicenza,, un titolo di Campione d’Europa con l’Under 21 di Cesare Maldini conquistato nel 1996, tre Coppe Uefa (con Juventus, Inter e Parma), tre Coppe Italia (due col Parma e una col Vicenza) e una Supercoppa Italiana (quella del 1999 vinta col Parma) è stato beccato dai finanzieri nei pressi di un casolare abbandonato in zona Lesignano Palmia, una frazione di montagna in provincia di Parma.

Luigi Sartor: gli appostamenti e le accuse

Gli inquirenti erano sulle tracce di Luigi Sartor già da diverso tempo. Alcuni agenti di Polizia, nel corso di un controllo stradale di routine simulato, avevano avvertito, nell’autovettura dell’ex difensore, l’inconfondibile aroma di marijuana. Insospettiti, hanno sorvegliato il casolare con appostamenti mirati, fino al blitz compiuto questa mattina. Inoltre, non era passata inosservata la richiesta di raddoppiare la potenza del contatore dell’energia elettrica per un rudere apparentemente disabitato.

Per Luigi Sartor e il suo complice, il 46enne Marco Mantovani, sono scattate le manette, ora è agli arresti domiciliari. Secondo le prime stime delle Fiamme Gialle, quella coltivazione avrebbe potuto produrre almeno due chili di sostanza stupefacente, che poi sarebbe stata venduta per ricavarne profitto. Luigi Sartor, interrogato dal giudice Beatrice Purita, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Luigi Sartor e le vicissitudini giudiziarie

Luigi Sartor e l’arresto subito per l’inchiesta sul calcioscommesse nel 2012

L’ex calciatore, ora gestore di un bar a Parma, non è nuovo a vicissitudini giudiziarie. Nel 2012 fu squalificato per cinque anni poiché coinvolto in un’inchiesta sul calcioscommesse che vide protagonisti, nel primo filone, diversi esponenti del calcio italiano, da Cristiano Doni e Giuseppe Signori, da Carlo Gervasoni e Marco Paoloni, e alcuni club di Serie A, B e Lega Pro (Atalanta, Ascoli, Benevento, Cremonese e Alessandria). Sartor fu coinvolto pesantemente nel secondo filone delle indagini, assieme all’attuale tecnico dello Spezia, Vincenzo Italiano e ad altri tesserati di Reggina, Albinoleffe, Padova e Novara, società punite con ammende e punti di penalizzazione.

Inoltre, Luigi Sartor nel giugno del 2015 fu condannato a 9 mesi di reclusione per maltrattamenti nei confronti dell’ex compagna, con pena sospesa e il pagamento dei danni e delle spese legali.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie