Grazie Luna Rossa. America’s Cup nuova edizione: quando?

Luna Rossa ha riscritto la storia della America's Cup di vela. Tre ipotesi per l'organizzazione della prossima edizione.

3' di lettura

Luna Rossa si è arresa con onore. Team New Zealand si è aggiudicata l’America’s Cup vincendo la decima regata, quella decisiva. Serviva un miracolo, troppo forte l’imbarcazione dei “Kiwi”, che ha spazzato via l’equilibrio che s’era venuto a creare dopo le prime sei tappe (3 vittorie a testa). Team New Zealand ha preso il largo nel quinto giorno di regate, incrementando il vantaggio nei successivi due turni, l’ultimo in programma ieri notte, nel golfo di Hauraki.

Luna Rossa nella storia: ecco perché

Al netto di un paio di disattenzioni commesse nelle regate sette e otto, all’equipaggio di Luna Rossa non c’è nulla da imputare. L’imbarcazione italiana ha riscritto la storia della America’s Cup, vincendo tre gare su dieci. Mai nessuna italiana c’era riuscita. Il Moro di Venezia, nel 1992, nella baia di San Diego, ne conquistò soltanto una.

LEGGI PURE – Luna Rossa, serve un miracolo: diretta tv regata 10 e 11

«È stata davvero un’esperienza fantastica, complimenti a New Zealand per il lavoro eccezionale. Complimenti anche a noi: abbiamo dimostrato che possiamo farcela. Siamo stati un po’ sfortunati negli ultimi giorni, ma abbiamo svolto un ottimo lavoro. Questa non è una fine, Bertelli e Luna Rossa ci riproveranno. Sono felice per questa esperienza. Grazie Italia per il supporto» ha dichiarato Francesco Bruni, timoniere di Luna Rossa, come si legge su Corriere della Sera.

Luna Rossa ha ceduto con onore a Team New Zealand dopo essersi assicurata la Prada Cup


«Grazie dell’opportunità, grazie a tutti i ragazzi del team: è un’esperienza che mi porterò nel cuore per sempre. Mi dispiace, non è andata come avremmo voluto, ma è sport: uno vince, uno perde. Ringrazio tutti, tutti gli italiani che ci hanno seguito e supportato: il vostro calore è arrivato fin qui. Grazie, grazie, grazi», ha invece detto, un emozionato Max Sirena, skipper di Luna Rossa.

America’s Cup: la prossima edizione

Luna Rossa si è difesa con orgoglio, ma ha dovuto cedere al cospetto del più quotato equipaggio, arrivato sul traguardo con 46 secondi di vantaggio sugli italiani, vincitori della Prada Cup e quindi finalista della America’s Cup. Per Team New Zealand è la quarta affermazione nella coppa di vela: due volte ha vinto come defender (nel 2000 e nel 2021, sempre contro Luna Rossa) e due come challenger, nel 1995 e nel 2017. Nella prossima edizione sfideranno gli inglesi di Ineos Uk, a loro volta agevolmente battuti da Luna Rossa nella finale di Prada Cup per 7-1.

L’imbarcazione britannica Ineos Uk: sarà la prossima sfidante di Team New Zealand

I britannici hanno avanzato la proposta, Team New Zealand ha accettato la sfida e metterà in palio il titolo della America’s Cup nella 37esima edizione, probabilmente in programma ad Auckland nel 2024 o addirittura nel 2025. L’altra ipotesi prevede un “trasloco” in Medio Oriente, per ottenere maggiori introiti economici. Infine, non è da escludere che l’edizione possa disputarsi già il prossimo anno, all’Isola di Wight, in Gran Bretagna, dove la competizione più antica del mondo ebbe inizio nel 1851.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie