Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Pensioni / Maggiorazione assegno sociale a 70 anni, quando spetta?

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni, quando spetta?

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni: in che consiste, quando spetta e quali sono i requisiti reddituali per accedervi.

di Chiara Del Monaco

Settembre 2022

Per ottenere la maggiorazione assegno sociale a 70 anni è necessario non solo avere i requisiti anagrafici ma anche quelli reddituali previsti dalla normativa. In questo articolo spieghiamo tutti i dettagli (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Leggi anche quando spetta il nuovo bonus 150 euro, quando tocca alle persone invalide e con disabilità e quanto tempo ci vorrà per il pagamento.

Indice

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni: di che si tratta

Prima di addentrarci nei dettagli sulla maggiorazione assegno sociale a 70, ricordiamo brevemente di cosa stiamo parlando. Che cos’è l’assegno sociale?

Dunque, l’assegno sociale è una prestazione assistenziale erogata, a prescindere dalla situazione contributiva, a tutte le persone di almeno 67 anni che si trovano in condizioni di disagio economico.

In particolare, per avere diritto all’assegno sociale è necessario:

Ai requisiti anagrafici vanno poi aggiunti quelli reddituali. Ricordiamo, infatti, che in merito ai limiti di reddito necessari ad accedere alla prestazione, si fa riferimento al reddito personale in caso di soggetti non coniugati e al reddito coniugale (quindi della coppia) in caso di cittadini coniugati.

Le soglie di reddito, come accade per altre prestazioni, cambiano di anno in anno, così come gli importi spettanti. Per esempio, nel 2022 l’assegno sociale ha un importo pari a 468,11 euro al mese, e cioè 6.085,43 euro l’anno.

Tuttavia, nel corso degli anni, l’assegno sociale può acnhe variare poiché è soggetto a maggiorazione sociale. In particolare, la prima maggiorazione sull’assegno sociale scatta tra i 67 e i 70 anni e corrisponde a 12,92 euro al mese. Al compimento dei 70 c’è poi un’altra maggiorazione assegno sociale, che corrisponde a un massimo di 192,68 euro al mese. Quindi, grazie a quest’ultima l’importo dell’assegno sociale può arrivare nel 2022 fino a un massimo di 660,78 euro.

Nei prossimi paragrafi vediamo nel dettaglio quello che c’è da sapere sulla maggiorazione assegno sociale a 70 anni.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni: quando spetta

Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, la maggiorazione assegno sociale a 70 spetta ai percettori della prestazione assistenziale al compimento dei 70 anni di età.

Si tratta, in particolare, di quello che viene chiamato “incremento al milione“, introdotto dall’articolo 38 della legge n. 448 del 2001 a favore dei titolari di trattamenti previdenziali (come la pensione di vecchiaia) e assistenziali (come appunto, l’assegno sociale) che avessero un importo inferiore al milione delle vecchie lire.

Bisogna specificare, però, che la maggiorazione sull’assegno sociale non spetta direttamente al compimento dei 70 anni, ma bisogna rispettare anche determinati requisiti reddituali. Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni: importi e limiti di reddito

L‘importo spettante della maggiorazione cambia in base al tipo di prestazione su cui viene riconosciuta. In ogni caso, secondo la normativa, l’incremento della pensione non può superare l’importo che risulta dalla differenza tra 660 euro (ossia la maggiorazione massima) e:

Di conseguenza, per calcolare l’importo massimo della maggiorazione assegno sociale a 70 anni, bisogna seguire questa formula: (660,78 – 468,10). Il risultato è uguale a 192,68 euro.

Inoltre, per accedere alla maggiorazione sull’assegno sociale è necessario rientrare in specifici requisiti di reddito. Nello specifico, per avere diritto alla prestazione in misura piena, il pensionato deve avere:

Invece, chi supera questi limiti di reddito potrebbe ottenere la maggiorazione in misura parziale, la quale spetta con queste soglie:

Stando a questi limiti di reddito, si può facilmente capire che la maggiorazione sull’assegno sociale spetta in misura piena quando non si hanno altri redditi al di fuori dell’assegno sociale.

Infine, ricordiamo che per il calcolo dei redditi percepiti, vengono considerati tutti i redditi, tranne i seguenti:

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni

Maggiorazione assegno sociale a 70 anni: anche prima dei 70 anni?

Anche se finora abbiamo parlato solo di maggiorazione assegno sociale a 70 anni, quindi concentrandoci sulla necessità di compiere 70 anni per accedere all’incremento, in realtà non è del tutto vero.

Infatti, la maggiorazione può spettare anche prima dei 70 anni se ci sono abbastanza contributi versati. In particolare, ogni 5 anni di contributi versati è richiesto un anno di età in meno per aver diritto alla maggiorazione. Di conseguenza, questa spetta:

Infine, per avere diritto alla maggiorazione dell’assegno sociale, in ogni caso, è necessario presentare apposita domanda poiché i requisiti reddituali per il diritto, essendo diversi da quelli necessari per richiedere l’assegno sociale, vanno dichiarati.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp