Mal di testa, come curarlo senza usare farmaci

Mal di testa, come curarlo senza usare farmaci: dodici rimedi naturali per ridurre in modo significativo i sintomi dell'emicrania e della cefalea. Dalla semplice acqua alla tisana di radice di zenzero, dall'impacco freddo alla caffeina.

6' di lettura

Sapete tutti cosa vuol dire avere mal di testa, o almeno molti di voi. In Italia ne soffrono, con sintomi e frequenza diversi, 26 milioni di persone. Poco meno del 50% della popolazione. Una condizione quasi comune dunque, che può essere poco più di un fastidio o diventare insopportabile. In alcuni casi il mal di testa influisce in modo serio sulla qualità della vita.

I mal di testa primari, quelli più diffusi, sono cefalea da cervicale, a grappolo, emicrania con o senza aura.

Ci sono molti farmaci che aiutano ad alleviare i sintomi, ma sono tanti anche i rimedi naturali per liberarsi dal dolore o ridurlo in modo significativo.

Eccone alcuni.

Bere acqua

Bere acqua potrebbe aiutare a far passare il mal di testa. Per quale motivo? Una delle cause del dolore alla testa è una idratazione non adeguata. Molte persone, quelle che bevono poco, soffrono di una disidratazione cronica. Una condizione che è anche la causa più frequente per la cefalea tensiva e per l’emicrania.

In questi casi bere acqua allevia i sintomi entro 30 minuti o tre ore.

Per evitare il mal di testa da disidratazione è sufficiente bere abbastanza acqua durante il giorno, ma anche mangiare cibi ricchi di acqua.

Il magnesio aiuta

Il magnesio è un minerale importante per molte funzioni del nostro corpo. Tra queste anche il controllo della glicemia e della trasmissione nervosa. Una carenza di magnesio è più comune nelle persone che soffrono con molta frequenza di emicranie.

Una serie di studi ha dimostrato che con 600 mg di citrato di magnesio, assunto per via orale, si riesce a ridurre la frequenza e la gravità dell’emicrania.

C’è però qualche effetto collaterale: in alcune persone il magnesio può causare la diarrea, è opportuno quindi iniziare con una dose più piccola.

Ridurre il consumo di alcol

Le bevande alcoliche non sono la causa scatenante del mal di testa per la maggior parte delle persone. Ma per un terzo della popolazione l’alcol può provocare delle emicranie, soprattutto tra chi già ne soffre con una certa frequenza. L’alcol può anche essere una delle cause più comuni delle cefalee a grappolo.

Il motivo? È un vasodilatatore, cioè allarga i vasi sanguigni e fa fluire il sangue più liberamente. Il mal di testa è anche – a riprova – uno degli effetti collaterali più consueti per i farmaci che controllano la pressione sanguigna, che sono appunto vasodilatatori.

Leggi anche: Una mela al giorno toglie il medico e il grasso di torno

Leggi anche: La birra fa bene o male alla nostra salute

Ma non solo. L’alcol è anche un diuretico: causa la perdita di liquidi ed elettroliti e quindi provoca quella disidratazione che, come abbiamo visto, può essere una delle cause del dolore alla testa.

Dormire il tempo sufficiente

Non dormire in modo sufficiente è dannoso per la salute. E può anche essere la causa per molte persone di mal di testa. Sono diversi gli studi che hanno dimostrato come chi dorme meno di sei ore a notte abbia più frequentemente mal di testa.

È vero anche il contrario: dormire troppo provoca allo stesso modo mal di testa.

Il periodo di sonno consigliato varia tra sette e nove ore.

Attenzione a questi cibi

L‘istamina è una sostanza chimica che è presente in modo naturale nel nostro organismo. Svolge un ruolo nel sistema immunitario, digestivo e nervoso.

Questa sostanza si trova anche in diversi alimenti: formaggi stagionati, cibi fermentati, birra, vino, pesce affumicato e salumi.

È stato accertato che per alcune persone l’assunzione di istamina può essere causa del mal di testa. Il motivo? Non tutti sono in grado di espellerla correttamente, probabilmente perché hanno una funzione ridotta di quegli enzimi che sono responsabili della sua scomposizione.

In questo caso ridurre il consumo di quegli alimenti può aiutare.

Gli oli essenziali

Gli oli essenziali sono un toccasana per molte cose, evidentemente anche per il mal di testa.

Cosa sono gli oli essenziali? Sono liquidi molto concentrati che contengono i composti aromatici di una varietà di piante.

Quelli efficaci sono alla menta piperita e alla lavanda.

L’olio di menta piperita applicato alle tempia riduce i sintomi del dolore da tensione.

L’olio di lavanda è molto efficace contro l’emicrania: in questo caso è preferibile inalarlo.

Un impacco freddo contro il dolore

Il vecchio rimedio dell’impacco freddo (o congelato) aiuta ad alleviare i sintomi. Bisogna applicarlo sul collo, sulle tempie o sulla testa: riduce l’infiammazione, rallenta la conduzione nervosa e restringe i vasi sanguigni.

Le intolleranze

Le intolleranze alimentari possono essere una delle cause scatenanti del mal di testa. Per scoprire qual è l’alimento che causa il dolore si può provare una dieta ad eliminazione.

In genere gli alimenti che possono innescare il dolore (da intolleranza), sono formaggio stagionato, alcol, cioccolato, agrumi e caffè.

Bere tè o caffè

Bere bevande che contengono caffeina, come tè o caffè, può dare sollievo.

La caffeina migliora l’umore, aumenta la vigilanza e restringe i vasi sanguigni: tutte aziini efficaci nel ridurre i sintomi.

Ma non solo. La caffeina amplifica anche l’efficacia dei farmaci comuni usati per trattare il dolore alla testa, come l’ibuprofene e il paracetamolo.

È anche vero però che uno dei sintomi più comuni per le persone in astinenza da caffè (cosa che colpisce i grandi consumatori), è proprio il mal di testa.

Evita odori forti

Gli odori forti come quelli di alcuni profumi e dei prodotti per la pulizia possono scatenare in alcune persone il mal di testa. In particolare emicrania o cefalea tensiva.

Si tratta di una ipersensibilità agli odori si chiama osmofobia, che è comune in molte persone che soffrono di emicrania cronica. In questo caso è utile identificare gli odori che causano il dolore e starne alla larga.

Evitare nitrati e nitriti

I nitrati e i nitriti sono conservanti alimentari comuni aggiunti a cibi come salsicce e pancetta per mantenerli freschi. Sono presenti anche in alcune qualità di vino.

Causano il mal di testa perché provocano l’espansione dei vasi sanguigni.

Tisana allo zenzero

La radice di zenzero contiene molti composti benefici, inclusi antiossidanti e sostanze antinfiammatorie. Una ricerca ha dimostrato che 250 mg di zenzero in polvere sono efficaci come un farmaco convenzionale contro l’emicrania. Lo zenzero allevia anche altri sintomi spesso associati al mal di testa, come vomito e nausea.

Lo zenzero può essere preso in pillole o bevuto come una tisana con radice di zenzero fresca.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie