Mamma non torno, lettera di una vittima del razzismo feroce

1' di lettura

La toccante lettera alla madre del 20enne Nevio Vitelli, prima di finire nei forni crematori dei lager nazisti, vittima del razzismo più feroce. La voce di Salvatore Mazza riconsegna quell’orrore, quello strazio, quella disperazione. E non è possibile pensare che anche oggi, adesso, il mondo stia di nuovo chiudendo gli occhi di fronte a un altro sterminio silenzioso. Quello che si vive da anni nel nostro Mediterraneo. Un mare pieno di morti. Cercavano una vita migliore, sono diventati carne per pesci. La risposta di tanti oscilla tra l’indifferenza, il compiacimento e l’indignazione pelosa. Abbiamo dimenticato la tragedia dell’olocausto, che sopravvive solo nelle parole degli ultimi sopravvissuti. Saremo costretti a ricordare questa… Un altro olocausto, sotto i nostri occhi, nel nostro mare.

di Salvatore Mazza ascolta anche Il mare si racconta: ascolta la sua voce|AUDIO

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie