Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno Unico su Rdc fermo da mesi: quali motivi?

Assegno Unico su Rdc fermo da mesi: quali motivi?

In questi giorni molti cittadini hanno segnalato il mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc. Vediamo i possibili motivi.

di Chiara Del Monaco

Marzo 2023

Dal 28 marzo sono iniziati gli accrediti dell’Assegno Unico per chi riceve il Reddito di cittadinanza, eppure molti si ritrovano con il pagamento fermo da mesi. In questo approfondimento vediamo a cosa è dovuto il mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

I pagamenti dell’Assegno Unico di marzo si possono dire quasi del tutto conclusi, sia per chi ha fatto domanda sia per chi lo riceve in automatico sulla carta Rdc. Tuttavia, proprio tra i percettori di Reddito di cittadinanza c’è chi lamenta il mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc da un po’ di tempo.

Per questo motivo, nei prossimi paragrafi analizziamo i possibili motivi di mancato accredito e vediamo cosa fare in questi casi.

Indice

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc: possibili cause

Il mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc da diversi mesi ha dato origine a un’atmosfera di preoccupazione generale tra le famiglie con figli a carico che ne hanno diritto.

Queste, infatti, si chiedono perché non abbiano ricevuto l’importo spettante e cosa possono fare per sbloccare i pagamenti dell’INPS.

In effetti, alla base di un pagamento mancato ci potrebbero essere diversi motivi, ma i più comuni sono i seguenti:

Se rientri in una di queste condizioni e hai il pagamento dell’Assegno Unico su Rdc bloccato, allora ti basta integrare o comunicare le informazioni dovute all’INPS, sia autonomamente sia rivolgendoti alla sede territoriale.

Se invece non ti riconosci in nessuna di queste situazioni, potrebbe essere utile prenotare un appuntamento all’INPS e chiedere maggiori spiegazioni.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Prima di andare avanti, ecco le ultime novità sul Reddito di cittadinanza.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc: chi deve compilare il modello Rdc Com Au

Nel paragrafo precedente abbiamo visto che una delle possibili cause del mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc è legata al modulo Rdc Com Au. In particolare, l’INPS potrebbe sospendere l’accredito se il documento non è stato rinnovato a inizio marzo oppure se mancano alcune integrazioni sulla composizione del nucleo familiare (per esempio in merito a figli maggiorenni).

A questo proposito, ricordiamo che il modulo Rdc Com Au deve essere compilato in uno di questi casi:

Ecco una guida utile per compilare il modulo Rdc Com Au.

Mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc: in foto, un uomo che mostra un portafoglio vuoto.

Mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc: cosa fare

Le famiglie che hanno riscontrato un mancato pagamento dell’Assegno Unico su Rdc negli ultimi tempi sono invitate a verificare se sussiste una delle cause indicate all’inizio del nostro approfondimento.

Se invece non rientrano in nessuna di quelle condizioni, l’ideale sarebbe cercare dei chiarimenti direttamente dall’INPS. In particolare, è possibile contattare l’Istituto in uno di questi modi:

In alternativa, se queste modalità non hanno avuto il successo sperato, la famiglia in questione potrebbe valutare di procedere per vie legali, quindi contattando un avvocato esperto del settore e chiedendo consiglio su un eventuale ricorso amministrativo.

In questo caso, ci si può rivolgere a un avvocato di fiducia o farsi assistere da un patronato, e informarsi sui costi di un ricorso o di una causa legale.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp