Maradona, murales a Bologna: “Era meglio Paolo Rossi”

Maradona come simbolo d’arte e cultura. E così a Molinella, piccolo centro del bolognese, dove la street art è diventata a fine estate una manifestazione, è spuntato un murale del “Pibe de oro” di otto metri per quattro sulla facciata di una casa popolare. L’iniziativa è stata presa bene dai cittadini, non benissimo.

3' di lettura

Un murale di Diego Armando Maradona, alto otto metri e largo quattro, è spuntato sulla facciata di una delle case popolari di via Verga, a Molinella, piccolo centro in provincia di Bologna. E adesso il “Pibe de oro” guarda dall’alto l’intero paese.

L’opera è stata autorizzata dal sindaco Dario Mantovani e da Acer, proprietaria dell’edificio in questione. “Un’opera a costo zero, perché sono stati utilizzati colori che erano in giacenza e alcuni volontari si sono messi al lavoro”.

Molinella, centro della street art

Molinella ha accolto la street art e ne ha fatto una manifestazione la scorsa estate grazie ad ArtU – Festival della Arti Urbane che, in collaborazione con il Comune e la Pro Loco della città, ha animato il centro abitato e numerose frazioni limitrofe grazie alla realizzazione di numerosi murales, con incontri e workshop gratuiti aperti alla collettività, in quello che si può identificare come il primo tassello di un progetto di rigenerazione urbana in evoluzione.

Tantissimi gli artisti che hanno partecipato al Festival, italiani e internazionali, che hanno dato vita a un’esplosione di colore che ha invaso i muri di cinque edifici pubblici, undici privati, tre torrette ENEL e della stazione ferroviaria.

La sorpresa dell’inquilina

C’è voluta una settimana perché l’opera prendesse forma. “Non avevo mica capito quando hanno iniziato – dice la signora che abita nella casa diventata presto la più famosa di Molinella –. Pensavo dovessero effettuare dei lavori, non essendo proprietaria ci è solo arrivata una lettera dicendo che sarebbero arrivati i ragazzi e che avrebbero montato l’impalcatura. Dopo sette giorni abbiamo visto Maradona – continua la donna ridendo –. Qualcuno ha protestato, dicevano che sarebbe stato meglio Paolo Rossi… ma a parte che non era ancora morto, penso ci sia altro a cui pensare in questo momento”. L’inquilina è stata chiara in merito a eventuali pellegrinaggi nei pressi della sua abitazione: “Ho detto al sindaco che se iniziano a portare fiori e candele li mando via tutti e quello che trovo lo porto a casa sua”.

Sindaco: più forte dei pregiudizi

Non è mancata la reazione del Sindaco di Molinella, Dario Mantovani, che attraverso un lungo post spiega il perché di questa decisione. “Maradona è un simbolo universale. Esistono a Molinella dei pregiudizi anti meridionali? Ovviamente sì. E qui si tocca un nervo scoperto. Se avessimo fatto un murales su Paolo Rossi avremmo toccato un nervo meno scoperto (tranquilli, nel 2021 ne faremo 5 a tema sportivo e in uno ci saranno Rossi e Scirea). Ma per l’appunto: bisogna stare lontani dalle generalizzazioni. Inclusione vuol dire portare dentro regole condivise. Proprio perché a Molinella ci sono resistenze conservatrici, ogni tanto è utile che il sindaco dia uno strattone verso una direzione, se crede sia quella giusta. Lo so che poi c’è chi si sente strattonato, ma è nell’ordine delle cose. Certamente qualcuno potrà dire che facciamo cose alle volte divisive. Credo sia vero. Sul breve periodo. Ma noi miriamo a piantare frutti che devono sbocciare su periodi più lunghi”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie