Come sarà la prossima estate in spiaggia?

Come sarà la prossima estate in spiaggia? Sarà libera o ci saranno regole e nel caso quali misure sono previste? I protocolli saranno simili allo scorso anno. Eccoli. Ne chiedono conferma anche i proprietari degli stabilimenti balneari che devono adeguare le loro strutture e prepararsi in tempo.

4' di lettura

Come sarà la prossima estate in spiaggia e in particolare nelle località balneari italiane? È la domanda di questo periodo, tra il covid in lenta retromarcia e l’avanzare delle vaccinazioni (altrettanto lenta). Di certo non sarà un’estate completamente libera. O meglio: saranno disposti dei protocolli per garantire la sicurezza, probabilmente simili a quelli dello scorso anno (che non tutti hanno rispettato), ma che possano ridurre le possibilità di contagio da covid.

I primi ad aspettare l’emanazione dei nuovi protocolli per l’estate sono i proprietari di stabilimenti balneari. Li vorrebbero con un certo anticipo (ieri hanno manifestato prroprio per questo), anche per adeguare – nel caso – le loro strutture e non essere costretti a corse disperate all’ultimo minuto o incorrere in sanzioni che si prevedono pesanti.

Grecia e Spagna, le “concorrenti” del turismo europeo a mare, si sono già attrezzate: le linee guida sono già state stabilite e le aziende del settore hanno iniziato ad organizzarsi per muoversi in un recinto di regole che mette comunque al centro il benessere dei turisti.

In Italia come al solito c’è il rischio di assistere a una giungla di decisioni. Ci spieghiamo: da una parte le linee dettate dal governo, dall’altro le decisioni delle singole regioni.

Una distorsione che si è già vissuta e in pieno per le restrizioni durante la pandemia e la gestione della campagna vaccinale. Si riproporrà – più che un rischio è una certezza – anche durante le vacanze a mare.

La scorsa estate queste erano le misure dettate dal governo. In larga parte potrebbero essere riproposte. Poi vedremo cosa ci aggiungeranno i governatori più creativi (che non sono pochi).

L’ingresso in spiaggia

Per accedere negli stabilimenti sarà necessaria questa estate la prenotazione, anche online. Potrebbe essere adottata la divisione in fasce orarie, misura utile per evitare gli assembramenti. Ossia: si può prenotare per la mattina, per il pomeriggio o per l’intera giornata. Resterà il registro delle presenze, per almeno 14 giorni, che dovrebbe permettere di rintracciare i bagnanti nel caso si scoprisse qualche persona positiva.

Gli ombrelloni

Sarà importante il distanziamento sociale, a partire dalla posizione degli ombrelloni. La distanza minima consigliata tra un ombrellone e l’altro è di quattro metri e mezzo e tra una fila e l’altra di cinque metri. Più o meno ogni ombrellone avrebbe dieci metri quadrati a disposizione.

Qui puoi leggere tutte le notizie su covid, vaccinazioni e ordinanze

Nelle linee guida si consiglia di assegnare lo stesso ombrellone a chi prenota per più giorni di seguito. Necessaria la sanificazione se viene usato da persone o famiglie diverse nella stessa giornata.

Distanziamento

La distanza sociale non deve essere garantita solo sotto gli ombrelloni ma anche per chi accede al lido o si muove al suo interno. Nello stabilimento dovranno essere regolati con percorsi dedicati gli accessi alla spiaggia, allo stabilimento e l’ingresso in acqua. Al mare i bagnanti che non appartengono allo stesso nucleo familiare devono restare distanti almeno un metro.

Proprio per questo motivo saranno vietate le consuete attività di spiaggia (esercizi fisici, balli di gruppo, sport). Non sarà consentito l’uso delle piscine che sono all’interno dello stabilimento.

Misurazione temperatura

La scorsa estate è stato imposto l’obbligo di misurare la temperatura dei bagnanti all’ingresso. Per chi aveva più di 37.5 di febbre accesso vietato.

Spazi comuni

Negli stabilimenti balneari sono molti gli spazi comuni, come docce e spogliatoi. Dovrebbe essere vietato l’uso anche quest’anno. Vietate tutte le attività in genere che prevedono degli assembramenti.

Sanificazione

La sanificazione delle attrezzature, degli spazi, dei servizi igienici deve essere garantita almeno una volta al giorno.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie