Marigliano, arresto sindaco. I pentiti: caricavamo gli elettori sui pullmini

Dalle carte del gip emergono i retroscena della vicenda

MARIGLIANO-COMUNE-SINDACO-ARRESTATO
2' di lettura

Pullmini noleggiati apposta per essere sicuri che gli elettori votassero davvero e promesse di regolarizzazione di occupazioni abusive e di appalti. Questo è il “solido quadro accusatorio” che ha spinto il Gip di Napoli, Egle Pilla, a disporre l’arresto di Antonio Carpino, sindaco di Marigliano, per scambio elettorale politico mafioso.

Le accuse

A corroborare la versione degli inquirenti sono le dichiarazioni di 5 pentiti e il coinvolgimento del boss Luigi Esposito, detto “lo Sciamarro“, al momento detenuto al 41bis.

Sotto l’influenza di Esposito, esponente di spicco del clan Mazzarella, c’era tutto il popoloso quartiere Pontecitra. Carpino si sarebbe affidato al boss proprio per i voti delle persone residenti in quel luogo.

L’accordo sarebbe stato stipulato a casa del boss Cristiano Piezzo. A raccontarlo è il pentito Raffaele Aurelio, presente anche lui all’incontro. Oltre a loro due e al sindaco Carpino, c’erano anche Massimo Pelliccia, Fortunato Piezzo e Ciro Taglialatela.

Carpino avrebbe detto a Piezzo parole inequivocabili: “Io lo so che a Pontecitra comandate voi e che la gente fa quello che voi gli dite di fare”.

Aurelio racconta di aver assistito, almeno una dozzina di volte, a uno scambio di denaro per il voto. La consegna dei soldi era fatta direttamente da Esposito. Secondo le ricostruzioni il quartiere Pontecitra avrebbe portato a Carpino circa 2000 voti. Un numero che assume una certa rilevanza se si pensa che al ballottaggio del 2015 Carpino vinse contro Filomena Iovine (Forza Italia) per 1000 voti.

Lo sconcerto del PD

La campagna elettorale del sindaco per le prossime elezioni di settembre era appena iniziata. Aveva ufficializzato la candidatura con cinque liste, tra cui anche quella del Partito Demoscratico.

Il segretario del PD di Napoli, Marco Sarracino, ha dichiarato sul caso con amarezza:

“La notizia dell’arresto di Antonio Carpino ci colpisce duramente: nessuno avrebbe immaginato i fatti che lo hanno determinato.”

Pare che il partito stia pensando di sostituire Carpino in corsa con l’attuale presidente del consiglio comunale Vito Lombardi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie