Mascherine all’aperto contro la nuova variante Omicron

Mascherine all'aperto contro la nuova variante Omicron: la proposta arriva dai sindaci italiani preoccupati per l'aumento dei contagi in vista di Natale. I primi cittadini hanno chiesto al governo di reintrodurre l'obbligo anche in zona bianca nel decreto che entrerà in vigore il 6 dicembre. Il governo valuta la situazione mentre i contagi sono in lieve ma costante aumento.

4' di lettura

Mascherine all’aperto contro la nuova variante Omicron. La richiesta di imporre di nuovo l’obbligo delle protezioni arriva direttamente dai sindaci. In previsione degli assembramenti di fine anno, ma anche per contrastare il lento ma costante aumento dei contagi. E infine, ovvio, per mettere un argine alla diffusione della nuova variante Omicron, della quale si sa ancora molto poco.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Mascherine all’aperto: Omicron, notizie contrastanti

Sulla nuova variante Omicron arrivano notizie contrastanti. È scattato l’allarme a livello mondiale, più ancora di quanto si è conosciuta la variante Delta. Eppure dal Sud Africa informano che sì, il virus è molto mutato, ma fino a oggi hanno assistito soprattutto pazienti con sintomi lievi.

È anche vero che molti erano giovani o vaccinati. Ma al momento – e ripetiamo, al momento – non ci sono segnali che indichino la presenza di una mutazione più aggressiva e capace di eludere del tutto la copertura vaccinale.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Mascherine all’aperto: Omicron più contagiosa?

I dati fino a oggi segnalano la possibilità che possa essere più contagiosa. Ma al momento sono limitati allo studio in alcune aree del Sud Africa.

Non significa che bisogna sottovalutare i possibili effetti della nuova variante Omicron, ma a oggi non si ha certezza sul reale impatto che potrebbe avere, in particolare su popolazioni che sono già in larga parte immunizzate (tra vaccinati e guariti).

Mascherine all’aperto: l’appello dei sindaci

Bisogna essere prudenti, questo è certo. E anche per questo motivo i sindaci, per voce del presidente dell’Anci, Antonio Decaro, hanno suggerito al ministro della Salute, Roberto Speranza, di inserire nell’ultimo provvedimento, quello che andrà in vigore dal 6 dicembre (il super green pass), anche l’obbligo delle mascherine all’aperto. Ovunque.

«Certo – ha dichiarato Decaro -, possiamo disporlo noi, con ordinanze per zone specifiche. Qualche sindaco, pochi per ora, lo stanno prevedendo. Ma un provvedimento generale e uniforme valido per tutto il Paese, verrebbe percepito come più forte e sarebbe molto più semplice da controllare. Insomma, sarebbe più efficace».

Mascherine all’aperto: il nodo dei controlli per il super green pass

Se ne discuterà in questi giorni. Dipende, al solito, dalla curva epidemiologica, ma anche – appunto – dall’eventuale diffusione della nuova variante Omicron. Poi si avrà un quadro più completo per verificare se occorre reintrodurre, anche in zona bianca, l’obbligo delle mascherine all’aperto.

Oggi la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, incontrerà i prefetti dei 20 capoluoghi di Regione e le forze dell’ordine. La questione sul tavolo è delicata: i controlli per il super green pass.

La stretta ci sarà, ma non sarà come immaginava il governo: l’organico non è sufficiente, le verifiche del super green pass potranno essere fatte solo a campione.

Mascherine all’aperto: contagi in lieve ma costante aumento

Nel frattempo però il numero dei contagi continua lentamente a salire in Italia: ieri poco meno di 13mila nuovi positivi. I morti sono stati 47. Siamo lontano dai numeri che si registrano in quasi tutte le altre nazioni europee. Ma la crescita costante dei positivi suscita inevitabili timori.

Per il ministro della Salute, Roberto Speranza «la situazione è seria, questa nuova variante è un’ulteriore sfida per tutti i Paesi del mondo. C’è massimo livello di attenzione, serve cautela e tutte le scelte, comprese quelle sui voli, vanno in questa direzione».

Per ora il governo non prevede nuove restrizioni, per l’esecutivo il super green pass potrebbe essere sufficiente a creare un argine contro la diffusione incontrollata del virus.

Si potrebbe, come detto, valutare solo l’ipotesi delle mascherine all’aperto, soprattutto nel periodo pre-natalizio. Ma si vedrà.

Mascherine all’aperto: sequenziamenti e vaccinazione

Per ora il governo ha nel mirino la nuova variante Omicron: «Servirà qualche settimana di approfondimenti. Intanto incrementiamo i sequenziamenti, ancora molto limitati, e affidiamoci alla comunità scientifica».

La vaccinazione, anche in presenza di una mutazione dalle conseguenze ancora sconosciute, viene ritenuta in qualsiasi caso una protezione importante. La nuova variante potrebbe essere capace di arginare parzialmente la copertura, ma l’immunizzazione evita che si sviluppi una malattia grave. Non è comunque poco.

E infatti, l’arrivo della nuova variante Omicron ha dato un nuovo impulso alla vaccinazione in Italia.

Rispetto allo scorsa settimanale le immunizzazioni sono aumentate del 40%.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie