Da Contrada ad Amsterdam, Mattew Sama: il mio sogno da deejay techno

Il giovane deejay Mattew Sama ha prodotto il suo primo singolo ed è diventato uno dei giovani esordienti più richiesti di Avellino.

2' di lettura

Oggi vi parliamo di un giovane deejay di Contrada, Mattew Sama. Proprio in questi giorni è uscito il suo primo ep. Noi di TheWam.net lo abbiamo incontrato.

Mattew Sama, all’anagrafe Mattia Mori, coltiva la sua passione e cerca in tutti i modi di farla diventare una professione. Tra primi intoppi, lunga gavetta e tanta strada, è riuscito a diventare uno dei giovani Deejay più apprezzati ad Avellino.

Com’è nata la tua passione per la musica?

“Ho iniziato quando avevo 14 anni,quasi per gioco, con un mio amico. Ho sempre voluto fare questo mestiere. All’inizio non conoscevo quale potesse essere il mio genere musicale poi, ascoltando sempre più musica techno, è iniziata a piacermi. Sono nato e cresciuto con la musica, ha sempre fatto parte della mia vita. All’inizio suonavo nelle zone di Salerno poi ho notato che non era posto per me e ho voluto spostarmi nella mia città, Avellino. Ho avuto la fortuna di unirmi ad Inside Italian Artisan, una crew che fa techno”

Quindi non ti manca sicuramente la gavetta…

“No, assolutamente. Ne ho fatta parecchia! All’inizio lo facevo solo per divertimento però poi non mi bastava più. Ad Avellino era tutto diverso e devo confessarti che ho trovato un po’ di difficoltà. Sai, la gente mi reputava un bambino, un ragazzino che faceva musica. Ho conosciuto molti generi musicali e ho studiato tanto per poter avere questi risultati”

Parliamo un po’ del tuo primo ep Shade e della tua label Mental Schizophrenia, come sono nati?

“Allora io in realtà produco musica da quando avevo 14 anni e all’inizio lo facevo perché mi piaceva. Quando ho notato che la mia musica cresceva e sopratutto piaceva ho iniziato a voler far conoscere il genere. Il Deejay, secondo me, deve creare la musica e farla sua. Volevo iniziare ad uscire dal classico mood. Inizialmente ho seguito alcuni corsi e mi sono informato molto. Il mio singolo ha avuto qualche difficoltà perché nessuno voleva dargli la possibilità che meritava e mi ritenevano un novellino che non aveva nessuna base. Grazie ad una Label in Ungheria, ho avuto la possibilità di essere prodotto e sono già secondo nella loro classifica quindi vuol dire che il pezzo piace!”

Dopo l’uscita di questo singolo, hai già qualche progetto futuro?

“In realtà si ed è anche imminente! Settimana prossima partirò per Amsterdam con la mia crew di Inside con una super data! Sono davvero felice della cosa. Devo dirti la verità, Roberto, l’owner di Inside, mi ha sempre sostenuto e mi ha insegnato le basi di tutto questo. Grazie a lui ho fatto un sacco di date e la mia musica sta prendendo il volo”

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!