Meningite alla Cocchia: allarme rientrato, non è contagiosa

bimbo in ospedale
2' di lettura

Meningite alla scuola media Enrico Cocchia, di Avellino, pericolo rientrato: l’Asl informa che “viene esclusa la natura meningoccica della patologia”. Semplificando: non è contagiosa. Con una immediata conseguenza: non è necessario l’intervento di profilassi. E soprattutto: non ci sono altri bimbi a rischio. Mentre si conferma che le condizioni del 13enne ricoverato alla Città Ospedaliera di Avellino sono in miglioramento.

A comunicare il “cessato pericolo” è stato il direttore Sep/Rt, Gaetano Morrone, che in una nota stampa ha dichiarato: «In riferimento al caso di meningoncefalite diagnosticato a carico di un alunno di codesto Istituto Comprensivo, si rappresenta che, sulla base dei dati clinici e di laboratorio così come pervenuti dalla struttura di ricovero e dalle risultanze dell’inchiesta epidemiologica, viene esclusa la natura meningoccica della patologia. Pertanto, non sono necessari interventi di profilassi specifica a carico dei contatti (compagni di classe e docenti) o particolari misure di bonifica di ambienti e arredi. Resta comunque valido il principio di garantire la salubrità degli ambienti attraverso le ordinarie operazioni di pulizia giornaliera di superfici ed arredi con i comuni prodotti del commercio e adeguato arieggiamento dei locali».

Meningite avellino
La dirigente scolastica della Cocchia, Silvana Mauriuello

La preside: evitiamo inutili allarmismi

Il caso era scoppiato questa mattina, quando i genitori degli alunni hanno comunicato alla preside, Silvana Mauriello, che circolava una voce: un alunno della scuola media, assente da diversi giorni, sarebbe stato ricoverato in ospedale perché affetto da meningite. La dirigente scolastica ha chiamato i familiari del ragazzino, un 13enne, che hanno confermato la notizia. Subito dopo la Mauriello ha avvisato l’Asl e il Comune, per predisporre – nel caso – la chiusura dell’istituto scolastico e consentire la profilassi prevista dal protocollo.

La dirigente scolastica, ai nostri microfoni, ha dichiarato che non era il caso di fare allarmismi. Smentendo una indiscrezione – priva di fondamento – che parlava di un ricovero del ragazzino all’ospedale Cotugno di Napoli. Ricovero dettato da un presunto aggravamento delle sue condizioni.

Nel pomeriggio la nota dell’Asl. Allarme rientrato.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie