Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza » Famiglia / Mercato tutelato luce e gas: proroga a luglio

Mercato tutelato luce e gas: proroga a luglio

Niente stop per il mercato tutelato luce e gas, Arera ha annunciato una nuova proroga, la scadenza è stata fissata al primo luglio del 2024 (era prevista ad aprile). Vediamo perché e cosa cambia per i cittadini.

di The Wam

Dicembre 2023

Mercato tutelato luce e gas: la fine del mercato tutelato è stata rinviata al primo luglio del 2024. Era programmata per il primo aprile. L’annuncio è stato fatto da Arera. Vediamo nel dettaglio cosa cambia. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cosa dice il provvedimento

L’Arera ha annunciato una modifica nel calendario sulla fine del mercato tutelato luce e gas. Era prevista per il primo aprile 2024, è slittata al primo luglio 2024. Questa decisione ha importanti conseguenze per i consumatori e gli operatori del settore (ti ricordiamo qui quando e perché c’è stata l’ultima proroga).

Il Servizio a tutele graduali (Stg)

Il rinvio riguarda in particolare l’introduzione del Servizio a tutele graduali (Stg) per i clienti domestici non vulnerabili dell’elettricità che, al momento della fine della tutela, non avranno ancora scelto un fornitore nel mercato libero. La data di attivazione dello Stg è ora fissata per il primo luglio 2024.

Cosa cambia per i consumatori?

È importante sapere cosa cambia per i cittadini cosa cambia con il mercato libero per tutti di luce e gas, in particolare per le bollette. Te lo spieghiamo qui.

Slittamento delle aste per la selezione degli operatori

Inoltre, l’Arera ha deciso di posticipare le aste per la selezione degli operatori che gestiranno il Servizio a tutele graduali. Queste aste sono state riprogrammate per il 10 gennaio 2024.

In questo modo gli operatori avranno più tempo per prepararsi a fornire il nuovo servizio.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Mercato tutelato luce e gas: perché la proroga?

Cerchiamo ora di capire le ragioni dietro questo nuovo rinvio.

Assicurare una transizione graduale e informata

L’obiettivo principale della proroga è di garantire una transizione graduale e ben informata per tutti i cittadini. Il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero porta con sé cambiamenti sostanziali per gli utenti, sia in termini di tariffe che di modalità di fornitura. La proroga offre tempo aggiuntivo per:

Rafforzare le campagne informativa

Un’altra ragione chiave per la proroga è legata alla necessità di rafforzare le campagne informative. Il ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica (Mase) ha un ruolo in questo processo. Le attività previste comprendono:

Preparazione all’operatività del Servizio a tutele graduali (Stg)

Il Servizio a tutele graduali (Stg) è un elemento fondamentale in questa transizione. La proroga consente di:

Ora servono più controlli

Con la proroga del mercato tutelato luce e gas, si a richiede un’attenzione particolare ai controlli. Sono essenziali per assicurare che il passaggio al mercato libero avvenga in modo equo e trasparente, proteggendo i consumatori da possibili abusi o pratiche scorrette.

Le proposte di Assoutenti

Assoutenti, un’associazione di consumatori, ha sottolineato la necessità di questi controlli. Gabriele Melluso, presidente dell’associazione, ha messo in luce alcuni aspetti:

La task force contro le pratiche scorrette

Per affrontare queste sfide, è stata proposta la creazione di una task force. Questa squadra avrà il compito di:

Consumatori: rinviare anche le aste del 10 Gennaio

L’Unione nazionale consumatori ritiene sia necessario estendere questo rinvio anche alle aste previste per il 10 gennaio 2024. Due i motivi principali:

Il contesto del rinvio tecnico

Il rinvio delle aste è stato descritto come una soluzione “tecnica”, ma inevitabile, soprattutto perché il governo ha varato in ritardo il decreto legge (9 dicembre 2023).

Conseguenze economiche per i consumatori

L’Unione nazionale consumatori ha messo in evidenza l’impatto economico di questo rinvio:

Mercato tutelato luce e gas: proroga a luglio
Nell’immagine alcuni cittadini in primo piano sullo sfondo la raffigurazione del mercato di luce e gas.

FAQ (domande e risposte)

Quando è stata rinviata la fine del mercato tutelato?

La fine del mercato tutelato luce e gas era originariamente prevista per il primo aprile del 2024. Tuttavia, questa scadenza è stata rinviata al primo luglio del 2024. Questa decisione estende il periodo in cui i consumatori possono beneficiare delle condizioni del mercato tutelato.

Chi ha annunciato il rinvio del mercato tutelato?

L’annuncio del rinvio del mercato tutelato è stato fatto da Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. Arera è l’ente responsabile per la supervisione e la regolamentazione del mercato energetico in Italia.

Perché è stata necessaria la proroga del mercato tutelato?

La proroga del mercato tutelato è stata ritenuta necessaria per assicurare ai clienti un tempo sufficiente per essere informati adeguatamente. Questo periodo aggiuntivo è destinato a consentire la realizzazione di campagne informative da parte del ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica (Mase) e a completare le attività preparatorie all’operatività del Servizio a tutele graduali (Stg).

Qual è la nuova data di attivazione del Servizio a tutele graduali?

La nuova data di attivazione del Servizio a tutele graduali (Stg) è stata fissata per il primo luglio 2024. Questo servizio è destinato ai clienti domestici non vulnerabili dell’elettricità che, al momento della fine della tutela, non avranno ancora scelto un fornitore nel mercato libero.

Qual è la reazione delle associazioni dei consumatori al rinvio?

Le associazioni dei consumatori hanno accolto positivamente la notizia del rinvio. Assoutenti, in particolare, ha sottolineato che la proroga rappresenta una notizia positiva per i consumatori, offrendo più tempo per godere delle condizioni del mercato tutelato nel settore dell’elettricità e evidenziando la necessità di informazioni tempestive e corrette in vista del passaggio al mercato libero.

Che impatto ha il rinvio sulle aste del 10 gennaio 2024?

Il rinvio ha influenzato anche le aste per la selezione degli operatori che effettueranno il servizio a partire dal 10 gennaio 2024. L’Unione nazionale consumatori ha evidenziato che questo rinvio tecnico è risultato inevitabile a causa dei ritardi nel varo del decreto legge. Inoltre, l’associazione ha sottolineato la necessità di una decisione politica per rinviare ulteriormente la fine del mercato tutelato, considerando l’impatto economico significativo per i consumatori che passano al mercato libero.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp