Quando il Mercatone doveva diventare una cittadella a luci rosse

3' di lettura

Forse è la volta buona: quel mostro di cemento, simbolo per decenni dello spreco e di una progettualità fallimentare, dovrebbe trasformarsi in una struttura efficiente, con un ampio e necessario parcheggio. Parliamo del Mercatone, chiaro. I lavori sono appena iniziati. Il project financing da nove milioni di euro prevede restyling e recupero. Ospiterà uffici pubblici, attività commerciali e servizi per i cittadini.

Amsterdam del Mediterraneo

Per anni si è pensato di tutto per risanare il mostro. Negli anni ’90 – alcuni di voi lo ricorderanno – si immaginò anche di trasformarlo in una cittadella del sesso. Avellino sarebbe diventata in una piccola capitale del piacere. Nel progetto erano previsti negozi a tema (dall’intimo ai sex toys), locali diciamo disinibiti, alcove per scambisti.

Non se ne fece nulla. Ma quel progetto era anche un segnale: siamo disposti a tutto per rimuovere quell’ammasso di cemento in continuo degrado. Anche trasformare il centro della città (siamo sempre a pochi metri da piazza Libertà), in una sorta di Amsterdam del Mediterraneo.

Avellino, il Mercatone e la moschea

Si parlò anche, per qualche mese, di far diventare il Mercatone un centro di cultura e commercio islamico, con la realizzazione all’interno della struttura di una moschea. Un centro capace di accogliere i numerosi musulmani della Campania e di tutto il sud. Era prima delle Torri Gemelle, di Bin Laden e della presunta invasione. Non ci furono reazioni scomposte. Ma neppure accoglienze calorose (c’era chi preferiva di gran lunga il Mercatone hard). Però anche quell’idea venne accantonata.

Dopo, e fino al projetc financing attuale, solo qualche timido tentativo, fallito ancor prima di diventare la parvenza di un progetto concreto.

Il Mercatone ignorato dai candidati

Il Mercatone per anni è uscito dai radar delle campagne elettorali. Anche quest’anno (e a dire il vero pure l’anno scorso e nelle consultazioni comunali precedenti), tra i tanti mirabolanti progetti per l’Avellino che verrà, sul Mercatone non sono state spese parole. Forse qualche riga, ma niente di più. Un guaio troppo grosso per essere affrontato. Un guaio che la città sembrava aver “assorbito”: stava lì, inutile e inutilizzabile. Un albergo per senzatetto, abbastanza squallido da ospitare le squallide offerte a pagamento di signore straniere ad anziani del posto. Una vergogna – il vero monumento al fallimento della ricostruzione -, che non faceva neppure vergognare. Era lì. A futura memoria. Molto peggio dell’inutile tunnel, per intenderci. In fondo il tunnel è “solo” un buco sotto la piazza principale della città.

Doveva essere il cuore del commercio

Nelle intenzioni di chi lo ha immaginato, doveva essere il cuore pulsante del commercio cittadino. Una sorta di rinascita di Avellino. In effetti i negozi sono stati anche aperti. Ma chiusi subito dopo. E il mercato è stato trasferito da piazza Macello in quella sede. Ma per poco: non ci andava nessuno. Neppure il parcheggio ha mai funzionato. E non è stato possibile ospitare uffici, pubblici o privati. Ci ha provato anche la grande distribuzione: niente da fare. Un crack su tutta la linea. Dopo questa interminabile serie di fallimenti, gli amministratori comunali avevano rinunciato del tutto.

Ora si riparte. Quasi a sorpresa. Ci auguriamo tutti sia la volta buona. Il definitivo rilancio di un mostro. Potrebbe ridare luce e respiro a una zona che tra lavori per il tunnel, il ponte chiuso e cantiere in piazza Libertà, per anni ha sofferto più di altre zone della città.

Il project financing vale nove milioni. E’ stato assegnato alla Principe spa, in associazione con la Cosap-Consorzio Stabile Appalti Pubblici.

Incrociamo le dita.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie