Metodo universitario: la nostra startup per stupire i prof

Metodo Universitario: Andrea Acconcia e Giuseppe Moriello
8' di lettura

“Gli studenti universitari passano i loro anni più belli piegati sui libri a studiare teoria. Ma la teoria ti fa diventare un professore, non un professionista”, così ha esordito Giuseppe Moriello, fondatore – insieme ad Andrea Acconcia – di Metodo Universitario, il metodo di studio universitario più seguito dagli studenti in Italia. Scopriamo insieme il perché. In questa puntata di The Wam della nostra rubrica Eroi digitali.

“Al mio quarto anno di università avevo dato solo due esami e, per di più, con un voto molto basso. Mi sentivo un fallito”, afferma Giuseppe.

Situazione speculare quella della maggior parte degli studenti. Ansia, stress, fatica, preoccupazioni. Sforzi non ripagati, la sensazione di non farcela che diventa sempre più insistente. Un incubo. L’università dovrebbe essere un percorso stimolante, il miglior ricordo della gioventù e invece si traduce come una nota dolente e dolorosa di un “calvario” a base di esami apparentemente insuperabili e anni fuoricorso. (Dai un’occhiata al sito di metodo universitario: tante strategie gratuite per il tuo studio e non solo)

Italia: regina degli studenti universitari fuori corso

“In Italia ci sono tre grandi problemi: abbiamo conquistato il record europeo dei studenti fuoricorso (sono circa settecentomila), soltanto il 21,7% degli universitari arriva alla laurea entro i 34 anni e, secondo Goldman Sachs, nel 2019 l’Italia sarà a forte rischio recessione. Ed è per questo che è nato “Metodo Universitario“, prosegue il memory coach.

Bene, ci siamo lamentati del problema. Ma come ben sappiamo lamentarsi non porta a nulla. Vediamo come migliorare e come questo progetto – nato nel 2015 – ha cambiato la vita di molti ragazzi, in primis quella di Giuseppe. (Sul canale youtube di Metodo Universitario decine di video gratuiti su tecniche di studio e di memoria)

Un metodo universitario che ti cambia la vita

“Grazie al metodo che ora insegno, ho dato quattordici esami al mio quinto anno di studi riuscendo a laurearmi addirittura in tempo. Io e Andrea eravamo studenti fuorisede a Bologna. Due coinquilini disperati in una casetta vecchia e polverosa, situata dietro la stazione centrale. Non avevamo né soldi, né competenze e conoscenze. A farci compagnia erano solo i nostri piccoli grandi sogni nel cassetto”.

Sogni che diventano realtà. Perché basta crederci, proprio come dice Giuseppe. “Grazie a Metodo Universitario la mia vita e quella di Andrea sono cambiate. Dunque, abbiamo pensato, “perché non regalare la stessa opportunità agli studenti in crisi?”.

Quattro anni fa ci è sembrato giusto costruire un progetto su scala nazionale. Non sapevamo ancora come farlo, sapevamo solo di doverlo fare. Così abbiamo iniziato a fare video e a farci conoscere”. (Sulla pagina facebook di Metodo Universitario contenuti quotidiani interessanti su studio, corsi e tecniche d’apprendimento utili da usare subito)

Un percorso diverso

Un percorso diverso. Innovazione, praticità. “Ci tengo a precisare che non diamo ripetizioni ma insegniamo un metodo di studio universitario. Quindi, dopo aver guardato i nostri video o letto i nostri libri, sei libero. E’ come una scuola di cucina. Ti formi con i nostri materiali – gratuiti e non-, ti insegniamo la ricetta per dare un esame in sette giorni e poi vai e spacchi.

Gli studenti ci hanno seguito perché sul nostro canale youtube e sul nostro blog, trovi più di tutto quello che gli altri ti fanno pagare. Poi, se ti piace quello che diciamo gratis, puoi acquistare “La Bibbia dello Studente di Successo” o dei corsi avanzati come “Esami in 7 giorni“. E voglio precisare anche che non aiutiamo solo gli studenti in difficoltà”.

Tutti gli studenti…

“Tutti gli studenti – continua – hanno problemi di memoria, di ansia. Tutti gli studenti studiano mesi e mesi per i loro esami. Questi sono sintomi della mancanza di un buon metodo di studio alla base. Quindi il mio consiglio è quello di iniziare subito a preparare un esame in sette giorni. Sembra impossibile vero? Beh non è così. E a coloro che ci accusano di essere superficiali, la risposta è automatica: non puoi studiare dopo l’esame?”.

Non è obbligatorio aprire i libri solo quando lo dice il professore. Del resto, la vera sete di conoscenza è questa: imparare per proprio volere e non per imposizione. (Se trovi questo articolo interessante, condividilo con i tasti sociale. E segui la pagina facebook di The Wam. A te costa un attimo, ma ci farebbe crescere molto)

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

“Insomma – ci spiega – devi laurearti veloce, non è più conveniente parcheggiarsi all’università nella speranza che papà continui a sganciare. Lo so che è bella prendersela comoda, ma il mondo corre alla velocità della luce e a un certo punto tocca svegliarsi. Scusate se sono duro, ma qualcuno le deve pur dire queste verità”.

Haters, a cuccia

Ebbene, le critiche non tardano ad arrivare. Insulti e rivolte: haters alla riscossa. “Diciamolo, se vuoi avere successo devi “stare sul cazzo” a qualcuno. E noi ci riusciamo benissimo. Con i nostri maglioncini colorati – sì, sono le nostre “divise” da lavoro: io sono l’omino blu e Andrea ha il maglioncino verde. I nostri video dividono le persone in due gruppi: chi si sente capito e chi ci odia. I primi diventano fan, i secondi ci vanno giù pesante. E va benissimo così. Con i fan diventi famoso fino a un certo punto ma sono gli haters a parlare di te. Ebbene si, gli haters sono i migliori passaparola, la miglior pubblicità che possa esistere.

Metodo universitario: uno dei corsi
Corso di Metodo Universitario

Magari martellano anche i loro amici facendo vedere i nostri materiali d’apprendimento al fine di aumentare l’odio nei nostri confronti. Ma poi capita che ottengono l’effetto contrario e gli amici degli haters diventano nostri follower. Conclusione? Se vuoi avere successo online, devi amare chi ti critica e li devi incentivare. Senza dubbio”.

Il successo online

Già, successo online. Oggi Metodo Universitario ha un altissimo riscontro nel web ma, come ci racconta Giuseppe, non è stato per nulla facile ottenerlo. “La mentalità italiana è molto lontana dalla formazione e all’inizio della nostra carriera abbiamo avuto difficoltà a inserirci. Comunque sia penso che uno dei nostri segreti chiave sia stato quello di dare tanto valore gratuito. Vedete, c’erano molte tecniche d’apprendimento che nel resto del mondo erano a costo zero mentre in Italia venivano vendute per migliaia di euro dai cosiddetti “corsi di apprendimento rapido”. (A proposito di video fantastici. Guarda l’intervista a Dario Caliendo, star del tech, che svela i suoi segreti)

“Così – continua – siamo arrivati noi e abbiamo insegnato queste cose gratis con i video online. Gli studenti ci hanno seguito perché sul nostro canale si trova molto di più di quello che tutti gli altri fanno pagare, questa è la verità. Inoltre, non siamo arrivati come dei guru incravattati, ma come due studenti tra gli studenti con

rutti, accento forte e parolacce. Questo piace molto”.

La comunità di metodo universitario: OCME

Ed ecco che la community online di Metodo Universitario si è formata per “reciprocità”. Community che oggi conta ben quindici addetti, una vera e propria famiglia senza la quale i due “omini colorati” non sarebbero arrivati così lontano.

Ma non è tutto, Giuseppe è un orgoglio nazionale e non solo per essersi classificato terzo al campionato italiano di memoria. “Io e Andrea siamo stati i primi a portare in Italia tecniche e strategie nuove, come l’OCME mentre tutti gli altri corsi di studio si limitavano a scopiazzarsi gli uni con gli altri. Per OCME intendo il nostro metodo di studio composto da quattro fasi: organizzazione, comprensione, memorizzazione ed esposizione”.

Esci da quegli schemi!

Imperturbabilità e passione per la formazione, uno dei messaggi principali dei video di Giuseppe e Andrea.

“Cerchiamo di trasmettere a chi ci segue che la mentalità della scolarizzazione inculcata nelle nostre testoline sin dalle scuole materne è totalmente sbagliata. Segui gli schemi, fa quello che ti ordina la maestra o fallirai. Ma non è così. Sono stesso gli schemi a trascinarti nel baratro poiché incrementano l’adeguamento alla massa. Del resto, chi di meglio di me può dirlo. Sono l’esempio calzante che tutto questo non va bene. Ho iniziato ad avere successo all’università quando ho smesso di studiare come gli studenti in crisi e ho iniziato a imitare i migliori esperti d’apprendimento al mondo. Ed è così anche nella vita: si ottengono risultati imitando i migliori, anche quando nessuno è d’accordo. Sbattersene dell’opinione altrui e raggiungere i propri obiettivi”.

Metodo Universitario: Andrea Acconcia e Giuseppe Moriello
Andrea Acconcia e Giuseppe Moriello

Aiutare fa bene anche a noi

E aggiunge: “Aiutare gli studenti in crisi è davvero gratificante. È gratificante perché tante persone si avvicinano alla crescita personale grazie a noi e ai nostri suggerimenti, magari diventando professionisti migliori. Ma le soddisfazioni personali che mi regala maggiormente Metodo Universitario sono tre: al terzo posto, gli studenti che mi scrivono di aver preso il loro primo 30. Al secondo, quelli che mi dicono di essersi finalmente laureati seguendo le nostre mnemotecniche. Al primo, quando la gente mi scrive che qualche mio video ha cambiato loro la vita”.

Lettori di The Wam, ascoltate bene

Per concludere, chiedo a Giuseppe un messaggio da dare a tutti i lettori di The Wam e lui mi risponde così: “Non fidatevi del sistema, è fatto per spegnere le menti. Perché una mente accesa è una minaccia per gli schemi stabiliti dalla società. Se tutti sono d’accordo con il vostro modo di vedere la realtà, allora iniziatevi a preoccupare. E questo vale nello studio, come nelle relazioni e nella vita in generale. Lasciate stare le cazzate, la via è troppo breve per passarla a preoccuparvi per le cose di poco conto. Datevi grandi obiettivi e nutritevi da fonti alternative come “The Wam”.

Ovviamente, se siete studenti universitari, date un’occhiata a www.metodouniversitario.it , non ve ne pentirete. Un abbraccio a tutti voi.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!