Atripalda: “Mi hanno detto negro di m…, poi calci e pugni”

pestaggio razzista


1' di lettura

“Mi hanno detto negro di merda. Prima di colpirmi con calci e pugni”. Lo ha raccontato al giudice, Giulio Argenio, un giovane nigeriano ascoltato questa mattina in un processo a carico di tre uomini di Atripalda (33, 42 e 26 anni), accusati di lesioni aggravate dall’odio razziale. Il ragazzo ha ricostruito l’episodio alla base di un’indagine che aveva fatto molto discutere. Era il 2015 e in Irpinia si stavano vivendo i primi effetti del piano di distribuzione migranti disposto dalla Prefettura.

“Mi hanno immobilizzato e colpito”

Il giovane ha risposto alle domande del suo avvocato, Fabio Tulimiero, ricostruendo quel giorno di aprile quattro anni fa: “Mi tenevano fermo da dietro”, ha mimato con le braccia.

“E poi mi hanno colpito”.

Insomma – secondo la sua versione – si sarebbe trattato di un violento pestaggio. Il ragazzo vive da tempo in Italia e nel 2015 era ospitato in un centro d’accoglienza di Manocalzati.

La ricostruzione della difesa

L’avvocato degli imputati, Mauro Alvino, ha citato il verbale redatto dai carabinieri. In cui si faceva riferimento al ragazzo nigeriano, descrivendolo come “particolarmente euforico”. I militari avevano aggiunto che puzzava di alcol.

Il aula il giovane ha spiegato che gli aggressori gli avrebbero versato addosso della birra. E ha riconosciuto due di loro in una foto mostrata al giudice. Anche quello scatto potrebbe avere una certa rilevanza per l’esito del processo.

Il ragazzo ha detto infatti che non conosceva gli aggressori. La difesa degli imputati, riferendosi proprio alla foto, sostiene il contrario. E afferma che quella sera il giovane sarebbe stato particolarmente molesto. Tanto da spingere i ragazzi ad accompagnarlo fuori dal locale in cui si trovavano, ma senza adoperare la violenza descritta dalla presunta vittima.

Un caso controverso: l’ultima parola spetterà proprio al giudice Argenio.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie