Trovato con mille piante di cannabis a casa: assolto, il fatto non sussiste

La sentenza emessa dai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere: non è stata dimostrata la provenienza illegale delle piante e neppure la volontà di spacciare la sostanza

1' di lettura

E’ finito sotto processo perché gli hanno trovato in casa mille piante di marijuana. Questa mattina i giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere lo hanno assolto perché il fatto non sussiste.

Due motivi per l’assoluzione

La sentenza è stata emessa sulla base di due elementi emersi nel corso del dibattimento: non è stato provato che le piante coltivate, pur avendo un contenuto di thc superiore ai limiti consentiti, fossero di provenienza illegale. E poi, non è stato dimostrato in aula che la detenzione di quel notevole quantitativo di marijuana illegale nell’abitazione dell’imputato fosse destinato allo spaccio.

Quelle mille piante in casa

Il piemme in aula aveva chiesto una condanna a due anni e sei mesi di reclusione. L’imputato, originario di Caiazzo, in provincia di Caserta, era assistito dall’avvocato Luca Viggiano.

I fatti risalgono al 2018. I carabinieri della stazione di Formicola sequestrano nella sua abitazione un rilevante quantitativo di marijuana, altre piante sono sono in un terreno adiacente. In tutto sono mille.

E’ cannabis light, ma…

L’imputato ha sempre dichiarato che si trattava di canapa light (che non è illegale). Nel corso degli esami sulle piante essiccate è però risultato un contenuto di Thc superiore ai limiti consentiti dalla legge.

Qualche mese dopo i carabinieri hanno effettuato un nuovo sequestro nell’abitazione dell’imputato. Altre piante, anche queste sarebbero state light. Cosa che non ha convinto gli inquirenti della procura, qualche mese dopo è stato infatti emessa una ordinanza di custodia cautelare.

Oggi la vicenda giudiziaria si è conclusa con una assoluzione che – al netto delle differenze tra cannabis light e per uso ricreativo – genera un certo scalpore soprattutto per il quantitativo di piante trovate in possesso dell’imputato.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie