Ministero Giustizia concorsi: bando per 400 direttori

Ministero giustizia concorsi: bando per 400 direttori. Prove orali previste a gennaio dopo la valutazione dei titoli. I requisiti. Non ci saranno prove scritte o pre-selettive.

Ministero Giustizia Concorsi. Bando per 400 direttori laureati
Ministero Giustizia Concorsi. Bando per 400 direttori laureati
4' di lettura

Ministero Giustizia concorsi: un bando per 400 direttori laureati. E’ stato inserito, il 17 novembre 2020, Nella Gazzetta ufficiale: la selezione è rivolta agli aspiranti Direttori di tribunale.

Il bando, pubblicato anche sul sito web del Ministero della giustizia, è disponibile a questo link. Il nuovo concorso al Ministero della Giustizia prevede un colloquio e la valutazione dei titoli, non sono previste prove scritte o pre-selettive.

Indice:


I titoli di studio

Ministero Giustizia Concorsi – per questo bando è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Il nuovo concorso al Ministero della giustizia si svolgerà per valutazione dei titoli, che varrà come prima scrematura per i candidati che vogliono accedere al successivo colloquio, non essendo previste prove scritte o prove preselettive. Accederà, dunque, alla prova orale un determinato numero di candidati.

Per la partecipazione al concorso è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • Diploma di Laurea di vecchio ordinamento (DL) in: Giurisprudenza; Economia e commercio; Scienze politiche; Laurea Specialistica (LS) in: 22/S Giurisprudenza;

  • 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;

  • 64/S Scienze dell’economia; 84/S Scienze economico-aziendali;

  • 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;

  • 60/S Relazioni internazionali; 70/S Scienze della politica;

  • 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni; 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo;

  • 89/S Sociologia; 99/S Studi europei: Laurea Magistrale (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza; LM-77 Scienze economico-aziendali;

  • LM-87 Servizio sociale e politiche sociali;

  • LM-52 Relazioni internazionali;

  • LM-56 Scienze dell’economia;

  • LM-62 Scienze della politica;

  • LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo;

  • LM-88 Sociologia e ricerca sociale;
  • LM-90 Studi europei

Ministero Giustizia Concorsi. Bando per 400 direttori laureati
Ministero Giustizia Concorsi. Bando per 400 direttori laureati

Altri requisiti

Inoltre è richiesto, ai candidati interessati al bando, almeno uno di questi titoli aggiuntivi:

  1. avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno cinque anni, senza sanzioni disciplinari;

  2. avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria, come funzionario giudiziario, per almeno cinque anni, senza demerito;
  3. essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno cinque anni consecutivi, senza sanzioni disciplinari;

  4. essere da almeno due anni ricercatore ai sensi dell’articolo 24, comma 3, lettera b), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, in materie giuridiche;

  5. avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di secondo grado;

  6. avere conseguito il titolo di dottore di ricerca in materie giuridiche e avere svolto attività lavorativa per almeno sei mesi presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l’accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea;

  7. avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni;

  8. avere svolto attività lavorativa per almeno cinque anni presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l’accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Le prove

Come detto, per questo tipo di concorso, non sono previste prove pre-selettive o scritte. Nell’articolo 5 del bando si fa riferimento ai criteri di valutazione dei titoli di ogni candidato. Saranno ammessi, alla prova orale, un numero di candidati (dopo la valutazione dei titoli) pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ciascun distretto giudiziario

La prova orale avrò come argomenti principali:

  • diritto penale e civile,

  • diritto processuale civile e penale,

  • diritto amministrativo con attenzione alla disciplina dei dipendenti pubblici, appalti, codice del processo amministrativo e disciplina che regola il lavoro pubblico, ordinamento giudiziario,

  • servizi di cancelleria,

  • conoscenza della lingua inglese,

  • attraverso una conversazione che accerti il possesso di competenze linguistiche almeno al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue,

  • conoscenza delle tecnologie informatiche, competenze per favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione, attraverso una verifica attitudinale di tipo pratico.

Concorsi Ministero Giustizia: selezioni quando?

“Si terranno a gennaio del 2021 gli orali del concorso per 400 direttori al ministero della Giustizia”. E’ scritto nota del Ministero di via Arenula, che sottolinea come quella del Direttore sia “una figura professionale fondamentale: è la più elevata tra tutto il personale amministrativo non dirigenziale e svolge mansioni di coordinamento, direzione e controllo di unità e gruppi di lavoro”.

La valutazione dei titoli porterà alla formazione di graduatorie preliminari su base distrettuale, cui seguirà la convocazione per la prova orale, che sarà svolta, a partire da gennaio 2021, direttamente sul territorio.

Il Ministero informa, inoltre, che i colloqui saranno di presenza o telematici a seconda di quanto sarà permesso per le disposizioni Covid. Aggiunge che continuano le procedure per l’assunzione a tempo determinato delle 1.000 unità nel profilo di operatore giudiziario. Per loro le graduatorie, in via della prove orali, si stanno definendo.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie