Avellino, tocca 13enne in Piazza Libertà: muto davanti al giudice

1' di lettura

E’ rimasto in silenzio, davanti al gip Fabrizio Ciccone, il 69enne irpino arrestato con l’accusa di violenza sessuale, per aver palpato fra le gambe una tredicenne in Piazza Libertà, nel capoluogo irpino, durante gli Sport Days.

Questa mattina l’indagato, rappresentato dall’avvocato Michele Fratello, è comparso di fronte al magistrato. E il difensore ha chiesto che venga stilata una perizia per stabilire la capacità di intendere e di volere del 69enne, che sta già seguendo delle cure mediche specialistiche.

Bisognerà capire se l’uomo era in sé quando – secondo il racconto confermato da numerosi testimoni – ha palpato la 13enne. A dare l’allarme la madre della bambina, che ha così innescato l’intervento di alcune pattuglie del nucleo operativo radiomobile di Avellino, guidato da Genovino Moschella. Con fatica i militari hanno sottratto il 69enne alla rabbia dei presenti che avevano capito cosa fosse accaduto.

Il pm, Antonella Salvatore, ha disposto i domiciliari. Confermati dal gip.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!