Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Reddito di cittadinanza / MIR, come funzionerebbe il Reddito di cittadinanza campano

MIR, come funzionerebbe il Reddito di cittadinanza campano

Via alla petizione popolare della Mir per il Reddito di cittadinanza in Campania, vediamo come funzionerebbe.

di Alda Moleti

Giugno 2023

È stata chiesta una petizione popolare che vuole l’introduzione della Mir per il Reddito di cittadinanza in Campania. Vediamo di cosa si tratta (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Mir per il Reddito di cittadinanza in Campania: da chi viene la proposta?

In Campania Rifondazione Comunista, i Comunisti Italiani, il Partito del Sud e Usb, insieme ad altre associazioni e realtà sindacali hanno chiesto una petizione popolare, al fine di “introdurre una Misura Integrativa Regionale (Mir) a sostegno di disoccupati e famiglie in condizione di fragilità sociale”. Così si esprime il comunicato stampa di Rifondazione che annuncia la richiesta di petizione popolare e che molto di più non dice della misura.

La prima cosa da dire è che in realtà la revisione del Reddito di cittadinanza del governo Meloni è già avvenuta e da tempo, parliamo di fine dicembre dell’anno scorso quando fu varata la legge di bilancio 2023. Se non bastasse il più recente Decreto Lavoro (48/2023) ha stabilito anche quali saranno le due misure che sostituiranno il Rdc e che sono l’Assegno di inclusione e il Supporto per la formazione e il lavoro.

La proposta perciò arriva in netto ritardo con i tempi, visto che al momento si stanno semplicemente raccogliendo le firme per una petizione popolare. Mentre per il Supporto per la formazione e il lavoro è prevista una introduzione al 1° settembre 2023.

Parlare di “proposta di Mir” è forse un po’ eccessivo, visto che è ben lontana dall’essere una proposta di legge e per adesso, stando almeno ai comunicati stampa e alla petizione, è solo una generica richiesta di prorogare il Rdc in Campania, usando i fondi regionali.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=jJ5red7q97M&w=560&h=315]

Mir per il Reddito di cittadinanza in Campania: come funziona

Rispondere alla domanda “come funziona la Mir” è semplice: la Mir non funziona! In verità, non ne abbiamo la minima idea e non siamo certi che esista una bozza concreta che spieghi in cosa possa consistere questa fantomatica misura.

Anche leggendo la petizione nel dettaglio altro non si chiede che la Regione introduca una generica misura a partire dal 1° ottobre. In pratica si chiede che, per quanti perderanno il Rdc, sia continuata l’erogazione di un sussidio regionale integrativo.

In dettaglio il testo integrale della petizione, nella sezione che riguarda l’introduzione della Mir, chiede:

Mir-per-il-Reddito-di-cittadinanza-in-Campania-petizione
Il testo della petizione popolare.

Mir per il Reddito di cittadinanza in Campania: come si presenta una petizione popolare

Nello specifico della petizione popolare per la Mir, terminata la raccolta firme, questa verrà presentata al Presidente del Consiglio Regionale che, dopo le discussioni, fornirà una risposta scritta.

Nella proposta si chiede che la misura sia introdotta dal 1° ottobre 2023. Tuttavia sono tempistiche alquanto improbabili se teniamo conto che comunque, perché una misura del genere sia applicata, ci vuole tempo, a partire dal reperire i fondi per finire con la bozza della normativa.

A cui si aggiunge che la stessa petizione popolare ha un iter da seguire, stabilito dal Regolamento della Regione Campania (Titolo XXI, art. 120). Nei dettagli, l’iter che una petizione deve seguire è questo:

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp