Video. Mondragone, Salvini già contestato. Tensioni fra cittadini e polizia

Ecco come è stato accolto Salvini a Mondragone. Il video delle proteste.



2' di lettura

“Steveme scars a sciemi”, questi lo striscione di alcuni cittadini circondati dalle forze dell’Ordine prima dell’arrivo di Matteo Salvini. Gli abitanti di Mondragone accolgono tra le proteste il leader del Carroccio che viene fortemente contestato, già prima di mettere piede in Campania.

Proteste contro Savini

Tra pochi minuti Matteo Salvini sarà a Modragone a pochi passi dalle ex palazzine Cirio, epicentro del focolaio di Coronavirus. Diverse centinaia, i cittadini che stanno aspettando l’arrivo del segretario della Lega armati di striscioni e megafoni. Come si vede nel video di Tele Club Italia, le forze dell’Ordine sono schierate in tenuta anti sommossa proprio per evitare contatti tra i manifestanti anti-Salvini e il leader del Carroccio.

“Sei contro noi terroni, sei contro neri e zingari, perché sei qui”, questo è scritto su uno dei tanti cartelloni. Tra i cori “Salvini, buffone, via da Mondragone”, poi, le Forze dell’Ordine hanno predisposto ulteriori misure di sicurezza: centinaia gli uomini schierati tra Polizia e Carabinieri.

Le parole dei manifestanti

“Non vogliamo quello sciacallo”, così i militanti che in questi minuti stanno protestando in attesa dell’arrivo di Matteo Salvini. I cittadini hanno accusato il leader della Lega di razzismo e di non aver fatto nulla quando era al governo, invocando anche i noti 49 milioni del Carroccio.

L’arrivo di Salvini

Matteo Salvini è da pochi minuti arrivato a Mondragone. Dopo le proteste di oggi pomeriggio il segretario della Lega ha ritardato la sua presenza nel comune casertano. Nel frattempo l’Unità di Crisi ha comunicato anche 23 nuovi casi di Coronavirus nel territorio ancora zona rossa.

L’ex ministro dell’Interno sta parlando con i giornalisti tra i cori dei manifestanti che stanno criticando Salvini già dalle 18, quando era previsto il suo arrivo. “Questi delinquenti preferiscono la camrra al cambiamento. Porteremo un po’ di pulizia, promesso”.

Perché Salvini è a Mondragone

Matteo Salvini ha deciso di far visita ai cittadini del comune nel casertano dopo i fatti che hanno visto Mondragone protagonista dell’istituzione di una nuova mini zona rossa in Campania.

Nel comune diretto da Virgilio Pacifico c’è stata una forte diffusione del Covid-19 con oltre 40 positività nei giorni scorsi tra le palazzine Cirio, un quartiere di Mondragone. La Regione Campania ha deciso di chiudere con l’istituzione di un cordone sanitario la zona. Presto però sono scoppiate le proteste dei residenti, in prevalenza bulgari, che si sono ritrovati di nuovo in quarantena.

Necessario è stato l’arrivo dell’esercito per ristabilire l’ordine pubblico. Adesso la situazione, anche sotto l’aspetto dei contagi, sembra essere tornata alla normalità. Da tre giorni, infatti, non si registrano più nuovi casi nel comune casertano.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!