Mondragone, striscioni contro Salvini. Viene per fare sciacallaggio politico

Alle 18 previsto l'arrivo del leader leghista nell'epicentro del nuovo focolaio Covid in Campania

2' di lettura

Alle 18 di oggi (28 giugno), Matteo Salvini sarà a Mondragone. Un tour elettorale che toccherà il comune dove si è registrato il più recente focolaio di Covid in Campania. Il leader leghista sarà anche tra i palazzi ex Cirio, epicentro del contagio, dove la già fragile convivenza tra i residenti italiani e quelli di origine bulgara si è incrinata pericolosamente, causando giorni di altissima tensione.

Salvini non sei il benvenuto

Sono spuntati questa mattina striscioni contro l’ex ministro dell’Interno. Su uno si legge: “Salvini non sei il benvenuto”.

L’arrivo di Salvini rischia di alimentare ulteriori divisioni. Che si manifestano già con la “guerra” degli striscioni. Sabato, tanto per dire, ne era comparso uno a favore: “Salvini metti ordine, ci vogliono le palle”.

Il leghista sarà poi a Santa Maria Capua Vetere e Castel Volturno.

Inumane condizioni di sovraffollamento

Molto critici gli esponenti provinciali e regionali di Sinistra italiana, Antonio Dell’Aquila e Tonino Scala, che in una nota su Facebook, hanno scritto:

“Le vicende che si sono sviluppate negli ultimi giorni a Mondragone, con lo scoppio di un focolaio di coronavirus all’interno dei palazzi ex Cirio e i disordini che si sono registrati, ci lasciano profondamente preoccupati sotto diversi punti di vista. La diffusione del contagio è il risultato anzitutto di inumane condizioni di sovraffollamento non degne di un paese civile. All’interno di questi alloggi vivono lavoratori agricoli prevalentemente di nazionalità bulgara sfruttati con paghe da fame nelle campagne della zona, braccia del caporalato locale”.

Basta meschine operazioni di propaganda

“È sacrosanto – hanno aggiunto – pretendere il rispetto della zona rossa e delle misure di contenimento, ma occorre che le istituzioni, anziché avventurarsi in meschine operazioni di propaganda politica, garantiscano a famiglie che vivono del proprio mal retribuito lavoro le condizioni per sopravvivere”.

Salvini? Solo sciacallaggio politico

“Le dichiarazioni del consigliere regionale Zannini: zingari ignoranti che non capiscono, peraltro censurate anche da una parte della stessa coalizione di centrosinistra, sono inaccettabili e vergognose, sovrapponibili nella sostanza a quelle della destra leghista e neofascista. L’annuncio della visita del leader della Lega Salvini, che sarà accompagnato dall’onorevole Zinzi fresco di passaggio tra le fila dei lumbard, dimostra che siamo in presenza dell’ennesima operazione di sciacallaggio politico che facendo leva sulle paure della gente prova a costruire consenso sui peggiori istinti e la peggiore cultura presenti nella società italiana. Sinistra italiana parteciperà al presidio delle associazioni e dei movimenti locali per ribadire che Salvini non è il benvenuto nelle nostre terre e che Mondragone non si Lega”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!