Morte Dello Russo,test conclusi. Parenti: faremo altre indagini

Morte Dello Russo,test conclusi. Parenti: faremo altre indagini
2' di lettura

Sono terminati gli accertamenti sul percorso della Fiat Bravo del 39enne di Mercogliano, Antonio Dello Russo. L’auto che, la notte fa il 14 e il 15 gennaio, si è schiantata contro un albero lungo via Nazionale, all’altezza dello svincolo di Taurano in provincia di Avellino. La difesa dei familiari annuncia nuove indagini, condotte in modo autonomo, alla ricerca della verità.

Morte Dello Russo: il giallo su quella notte

Una tragedia che è ancora un giallo. I carabinieri, che erano al posto di blocco, hanno sparato otto colpi contro la vettura. Due proiettili hanno ferito Dello Russo a un braccio e a una gamba. Elementi che hanno fatto scattare un’indagine per omicidio colposo a carico di due sottufficiali del Nucleo Operativo della Compagnia di Baiano.

Gli accertamenti di questa mattina si sono focalizzati sul percorso e i punti di impatto della Fiat Bravo con la gazzella dei carabinieri. Dovrebbe essere realizzata una ricostruzione 3 D dell’incidente. Ora i dati raccolti saranno studiati dagli esperti nominati dalla Procura. E’ l’ingegnere Alessandro Lima, già consulente nel processo contro i vertici di Autostrade per la strage del bus dell’Acqualonga, a dover realizzare la ricostruzione dell’incidente.

La difesa della famiglia: “Faremo altre indagini autonome”

I parenti di Dello Russo hanno invece incaricato, come consulente di parte, il professore Martino Farneti. E proprio l’avvocato della famiglia, il legale Fabio Tulimiero, ha annunciato altre indagini difensive che verranno condotte autonomamente. La difesa, infatti, ritiene che ci siano altri aspetti determinanti da approfondire per ricostruire in dettaglio quella tragica notte. A partire dalla traiettoria dei colpi sparati dai carabinieri e l’altezza alla quale hanno colpito la vittima. Per la famiglia elementi determinanti nel tragico epilogo dell’incidente.

Dubbi che appartengono a tutta la comunità di Mercogliano. Dove Antonio era molto conosciuto per la sua grande generosità e simpatia. Tutto il paese, fin dal giorno successivo alla tragedia, ha voluto manifestare la vicinanza alla famiglia del ragazzo e a quella figlia che è stata idealmente adottata da tutti. Un dolore che non potrà certo essere mitigato. Ma la verità su quella notte potrebbe almeno restituire a tutti un po’ di pace.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie