Avellino, Festa: “Poca Movida e una situazione che non mi piace”. Video

Il primo cittadino annuncia il "pacchetto della svolta": "Incontro decisivo lunedì"

1' di lettura

La questione Movida continua a tenere banco in tutta la Campania, anche Avellino non fa eccezione. Ieri è arrivata l’ordinanza firmata da De Luca, orari di chiusura per bar e vinerie fissati all’una di notte, ma divieto di vendere alcolici da asporto dopo le 22. In sostanza, dopo quell’ora, si può continuare a bere nei locali.

De Luca contro la vodka a 50 centesimi

Ad Avellino il sindaco, Gianluca Festa, aveva firmato la sua ordinanza per regolare viabilità e organizzazione delle attività durante il weekend. Il centro della città, grazie a quell’ordinanza, diventava pedonalizzato.

Festa sulla Movida: questa situazione non mi piace

Ieri, complice anche il tempo incerto (bisognerà capire che ruolo ha giocato), c’era poca gente per strada. Così è arrivato il commento di Festa “E’ mezzanotte e un quarto e devo dire che di Movida ne ho trovato davvero poca. Tra i Cappuccini e viale Italia. Una situazione che non mi piace”.

“Lunedì mattina – conclude – presenteremo il pacchetto della svolta. Azioni e provvedimenti che ci consentano di spiccare il volo. Dimostreremo di essere all’altezza di questo nostro compito, riprendendoci la libertà e la nostra vita”

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!