Sicurezza stradale: multe a chi fuma in auto

Sicurezza stradale: nel decreto legge che si discute oggi multe a chi fuma in auto, regole severe per monopattini e bici elettriche e chi usa lo smartphone alla guida. Ma sospensione della patente anche a chi lancia oggetti dal finestrino e per chi non fa indossare la cintura di sicurezza ai passeggeri. IL foglio rosa dovrebbe durare un anno e non più 6 mesi.

4' di lettura

Sono molte le misure proposte nel decreto sicurezza stradale che sarà votato domani alla Camera e tra queste: multe a chi fuma in auto, sanzioni molto severe per chi si distrae con lo smartphone, obbligo di casco e assicurazione per i monopattini, estensione del foglio rosa da 6 mesi a un anno e potenziamento del bonus taxi.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Multe a chi fuma in auto: sigaretta vietata al volante

Sigaretta vietata per chi è alla guida. Sono state infatti proposte multe per chi fuma in auto. Non solo per tutelare la salute del conducente. Ma soprattutto, vista anche l’origine del decreto legge, per una questione che è legata alla sicurezza stradale.

Se sono state immaginate multe a chi fuma in auto è anche perché proprio la sigaretta può rappresentare una ulteriore distrazione per chi invece dovrebbe concentrarsi solo sul volante.

In questa direzione (perfettamente in linea con le multe a chi fuma in auto) c’è anche l’aumento delle sanzioni per chi alla guida usa un qualsiasi dispositivo elettronico: smartphone, portatili, notebook, tablet. Ossia tutti quei device che comportino l’allontanamento delle mani dalla conduzione dell’auto.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Multe a chi fuma in auto e sanzioni severe a chi telefona

L’inasprimento delle sanzioni potrebbe essere davvero rilevante: da un minimo di 422 euro a un massimo di 1627. Oggi invece la sanzione per chi è sorpreso a telefonare (o ad armeggiare in qualsiasi modo su un dispositivo digitale), oscilla tra 167 e 661 euro.

Ma non è tutto: la patente verrà sospesa dai 7 giorni ai due mesi, con la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Ma il pugno duro per i telefonisti al volante non finisce qui.

Per chi commette la stessa infrazione due volte nell’arco di due anni, la sanzione amministrativa sarà tra 644 e 2588 euro, con la sospensione della patente da uno a 3 mesi e la decurtazione di 10 punti della patente.

Che stretta sui monopattini

Sulle multe a chi fuma in auto non sono state ancora rese note le sanzioni previste, ma sembra sia da escludere la sospensione della patente. Resta invece da stabilire l’eventuale decurtazione dei punti.

Era atteso anche la stretta sui monopattini e la cosiddetta micromobilità elettrica (quindi anche le biciclette).

Il punto riguardava, comunque, soprattutto la regolamentazione sull’uso dei monopattini, perché in molti centri urbani l’utilizzo selvaggio di questi mezzi ha causato non pochi problemi (e qualche vittima).

Monopattini? Con casco, targa e assicurazione

I monopattini elettrici dovranno essere assicurati, dovranno avere obbligatoriamente un targhino e i conducenti saranno costretti a indossare un casco.

Sarà regolamentata anche la gestione del servizio di noleggio sia di monopattini, sia di biciclette elettriche. Dovranno, ad esempio, essere concordate con i comuni delle aree di sosta con una apposita segnaletica.

Le amministrazioni comunali dovranno anche evidenziare delle aree dove non è possibile né parcheggiare, né transitare con i monopattini.

Multe a chi fuma in auto e a chi lancia oggetti dal finestrino

Torniamo alle auto, non ci saranno solo multe a chi fuma in auto. Tra le proposte c’è anche quella di infliggere sanzioni più dure a chi lancia oggetti dai veicoli in corsa. Si arriverà fino alla sospensione della patente.

Sarà sanzionato anche il conducente dell’auto se i suoi passeggeri maggiorenni non indossano la cintura di sicurezza.

Aumentare il limite di velocità su autostrade a tre corsie

In tutta questa ondata di sanzioni, multe, regole, che caratterizzano il decreto legge sulla sicurezza stradale, la Lega va in controtendenza e propone di aumentare il limite di velocità sulle autostrade, se a tre corsie, a 150 chilometri orari.

Disabili, parcheggi gratis

Tra gli emendamenti al decreto sicurezza stradale c’è anche quello che propone di concedere ai veicoli che trasportano persone con disabilità di parcheggiare gratis negli stalli a pagamento.

Ma anche di consentire a tutti gli organi di polizia stradale di lasciare un preavviso di accertamento per i divieti di sosta, così da consentire al trasgressore di pagare il 30% in meno se versa il dovuto entro 5 giorni risparmiando anche sulle spese di notifica.

Il decreto sicurezza è stato disposto anche per far fronte a quella che è diventata una emergenza nazionale. I morti e i feriti, subito dopo la pausa per la pandemia, sono risaliti a livelli che non si erano mai registrati prima del covid. A farne le spese sono sempre più spesso i cittadini più vulnerabili.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie