Coronavirus, le 7 canzoni più ascoltate durante il lockdown

Una playlist che ha contribuito a tenerci uniti e a resistere durante questo periodo così difficile.



5' di lettura

La musica si sa, è la colonna sonora della vita di ognuno di noi. Un testo o una melodia che resta impressa nella mente porta in sé sempre un’emozione che abbiamo vissuto o che stiamo vivendo e resta lì, per sempre. Poi capita che il tempo passa, la canzone la dimentichiamo, ma quando la riascoltiamo in radio o capita fra le playlist di Spotify o YouTube, la nostalgia ritorna e riaffiorano tutti i ricordi ad essa legata; Un po’ come il primo amore: non si scorda mai.

La musica ha il potere di far viaggiare la tua mente da un luogo all’altro senza che te ne accorga e in questi giorni di lockdown tanti artisti (chi online, chi offline) ci hanno tenuto compagnia, facendoci dimenticare per qualche minuto o addirittura qualche ora il momento che stavamo vivendo.

Ecco secondo alcune “classifiche lockdown” i brani più ascoltati in questo periodo:

Diodato – Fai rumore

Non sempre le canzoni che si classificano ai primi posti del Festival di Sanremo restano nel cuore della gente, a volte si dimenticano il giorno dopo, eppure Diodato con la sua “Fai rumore” è stato in grado di lasciare il segno. Oggi il brano per molti di noi rappresenta un “urlo di libertà” e infatti, questa sera, sarà riproposto in prima serata su RAI 1, in una Arena di Verona solitaria nell’evento “Europe Shine a light – Accendiamo la musica”, evento sostitutivo all’Eurovision Song Contest. «L’evento ha lo scopo di unire l’Europa con la musica in un momento triste come quello che stiamo vivendo», afferma Jon Ola Sand, executive supervisor dell’Eurovision Song Contest.

Francesco Gabbani – Viceversa

L’amore in tutte le sue forme non passa mai di moda e lui, Francesco Gabbani, in questo lungo periodo ci ha tenuto compagnia con la leggerezza di una melodia che semplice e sincera entra nella testa e non ne esce facilmente. L’amore – dice Gabbani – di normale non ha neanche le parole e mai come in questo momento ci ritroviamo a condividere che di normale davvero non abbiamo neanche le parole, tradotte e cambiate a favore di due parole “lockdown” e “Coronavirus”.

Queen – Don’t stop me now

Non fermarmi ora, mi sento vivo! Sembra un paradosso, ma questa canzone ha avuto il potere di far viaggiare le persone in ogni dove e farle ballare in ogni angolo della casa. La carica di Freddy Mercury sin dalle primissime battute della canzone ha sempre un potere, forte, intramontabile. I Queen hanno sempre un potere intramontabile.  

Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu

È partita come “inno dal balcone”, inno di un’Italia che non si arrende, che spera sempre in un futuro migliore nonostante tutto ed è diventata inno a sostegno della Croce Rossa per l’emergenza Covid-19. 50 artisti italiani hanno interpretato uno dei brani capolavoro della nostra storia musicale, cercando di lanciare con i loro sorrisi, un messaggio di speranza e ottimismo. L’iniziativa è sostenuta da Amazon assieme alle associazioni del settore discografico (Afi, Fimi e Pmi).

John Lennon – Imagine

Altro brano che da sempre è inno di speranza e che non può mancare nella nostra playlist lockdown è “Imagine”. In questo periodo molti medici hanno iniziato a cantarla nei reparti, al termine di momenti difficili e ancora una volta la canzone di John Lennon è melodia che trasmette serenità.

Vasco Rossi – Sally

Molti di voi si chiederanno: “Sally?!” cosa c’entra Sally in una playlist lockdown?

Dopo che un ragazzo romano ha suonato al tramonto, sul tetto di casa sua questa canzone, un po’ è entrata anche nelle nostre playlist; è rientrata fra le canzoni di “speranza”. Si perché da quel momento le playlist iniziano suggerirla. Ecco il potere della musica che “ritorna”. Sally è un brano che da anni è amato da tutto il mondo, ma quelle note hanno dato un nuovo senso al brano.

Domenico Modugno – Meraviglioso

Reinterpretata da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, diventa flash-mob. Il suo significato risuona sempre forte e noi non possiamo far altro che ascoltarla e cantarla con lui con grande trasporto. “Meraviglioso, ma come non ti accorgi di quanto il mondo sia Meraviglioso, Meraviglioso, perfino il tuo dolore potrà guarire poi Meraviglioso. Ma guarda intorno a te, che doni ti hanno fatto, ti hanno inventato il mare, tu dici non ho niente, ti sembra niente il sole? La vita, l’amore, Meraviglioso…”

Queste la nostra mini “Lockdown playlist”. E la tua? Qual è?

Scrivila nei commenti e raccontaci cosa ti lega ad essa.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Hai qualcosa da segnalare? Clicca qui e scrivici su WhatsApp.