Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Mutui e Prestiti / Mutui under 36, proroga al 2024: ma c’è una stretta

Mutui under 36, proroga al 2024: ma c’è una stretta

Scopri se per i mutui under 36 c’è una proroga per il 2024 e cosa prevede.

di The Wam

Settembre 2023

I mutui under 36 per l’acquisto della prima casa potrebbero essere prorogati anche nel 2024, ma con una stretta: la soglia ISEE non sarà più di 40.000, ma di 30.000 euro. La modifica è stata proposta da Fratelli d’Italia. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Mutui under 36, cosa potrebbe cambiare

A proporre la modifica del provvedimento che consente l’acquisto della prima casa per chi ha meno di 36 anni con agevolazioni e garanzie per la concessione del mutuo, è stata proposta da Gianpietro Maffoni, esponente del partito di maggioranza relativa.

La garanzia del Fondo concessa nella misura massima del 50 per cento della quota capitale non andrebbe più «con priorità» ma «esclusivamente» per l’accesso al credito «alle giovani coppie o ai nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, ai conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, a ai giovani che non hanno compiuto trentasei anni di età».

I nuovi limiti ISEE

Ridurre la soglia degli aventi diritto alle agevolazioni prima casa giovani restringe di fatto in modo significativo la platea degli aventi diritto.

Già il limite dei 40.000 euro ha provocato qualche polemica. Il motivo è semplice: con quella soglia sono preclusi dal beneficio tutti i giovani che vivono in famiglie dove i genitori lavorano.

Portare la soglia a 30.000 euro significa abbassare ancora di più il numero dei potenziali fruitori.

Si rischia di fare come con Opzione donna: si decide di non togliere una misura, ma si impongono requisiti tali che l’accesso alla misura è possibile a un numero molto limitato di persone.

Sarebbe stato giusto, se proprio era necessario, inserire una gradualità di benefici a seconda del reddito. Ovvero, garanzia dell’80% per redditi fino a 30.000 euro e del 50% fino a 40.000.

Mutuo under 36 e mercato immobiliare

L’eventuale riduzione della soglia ISEE per avere diritto alle agevolazioni prima casa per giovani con meno di 36 anni (eventuale perché la misura corre anche il rischio di essere soppressa) non è una buona notizia per il mercato immobiliare.

Negli ultimi anni il bonus prima casa giovani ha contribuito al rilancio della compravendita di casa. Il mercato è già in affanno. L’ulteriore aumento dei tassi di interesse deciso dalla BCE (che comporta un aumento delle rate del mutuo) e, appunto, le restrizioni alle agevolazioni, sono segnali molto negativi.

Il 2024 potrebbe essere un anno nero per il settore.

Ma anche la proroga con requisiti modificati non è certa

Per l’approvazione della proroga, i tempi sono stringenti. Il Parlamento ha il compito di esaminare 550 emendamenti. Le Commissioni prevedono di incontrarsi nuovamente martedì 19 settembre, dando avvio all’iter di esame, iniziando dalle questioni di inammissibilità.

Si punta a concludere per giovedì, ma c’è la possibilità di estendere fino al mattino del 26 settembre, considerando che il provvedimento viene discusso in Aula nel pomeriggio. Alcune prospettive sono meno ottimistiche, come quella di terminare in Commissione senza dare il voto di fiducia al relatore.

La situazione si definirà anche in base alle discussioni con l’opposizione. Una volta completata questa fase, il decreto legge necessiterà della Camera per la sua conversione in legge, prevista per il 9 ottobre.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Mutuo prima casa giovani nel 2023

L’iniziativa mutuo prima casa under 36 è stata progettata per sostenere i giovani sotto i 36 anni, sia singoli che coppie, nella loro aspirazione ad avere un’abitazione propria. Introdotto con il Decreto Sostegni-bis 73/2021, questa misura ha suscitato grande interesse, e la sua proroga prevista fino al 31 dicembre 2023 ha ulteriormente amplificato questo interesse.

Come funziona il mutuo under 36 oggi

Al momento, il mutuo under 36 presenta alcune agevolazioni notevoli:

  1. Esenzione dalle imposte ipotecarie e catastali;
  2. Facilità nell’accesso al Fondo di Garanzia per la prima casa;
  3. Benefici solo per l’immobile designato come “prima casa”.

Quali sono i requisiti

Per poter usufruire di queste agevolazioni bisogna rispettare alcuni criteri:

  1. Avere meno di 36 anni al momento dell’acquisto;
  2. Avere un ISEE in corso di validità sotto i 40.000 euro;
  3. Stipulare l’atto di acquisto tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023.

Mutuo under 36 2023: le agevolazioni

Per chi accede al mutuo under 36, sono previste due categorie principali di agevolazioni:

  1. Accesso al Credito: agevolazioni al Fondo di Garanzia e semplificazione nell’accesso.
  2. Agevolazioni Fiscali: riduzioni ed esenzioni su varie tasse e imposte legate all’acquisto della prima casa.

Quando si risparmia con il mutuo under 36

Grazie alle agevolazioni del mutuo under 36, è possibile risparmiare quasi 130 euro al mese sulla rata, rendendo l’acquisto della prima casa notevolmente più accessibile per i giovani.

Mutui under 36, proroga al 2024: ma c’è una stretta
Nella foto due giovani calcolano la rata del mutuo per la prima casa.

FAQ (domande e risposte)

Cosa prevede la proposta di modifica per i “mutui under 36” nel 2024?

La proposta per il 2024 riguardo ai mutui under 36 prevede una proroga del beneficio, ma con una modifica sostanziale: la soglia ISEE per accedere all’agevolazione verrà ridotta da 40.000 euro a 30.000 euro. La proposta di questa modifica è stata avanzata dal partito “Fratelli d’Italia”.

Quali sono le principali novità per i “mutui under 36” nel 2023?

Nel 2023, le principali novità riguardano l’accesso al Fondo di Garanzia per la prima casa con una proroga fino al 30 settembre 2023. Questa misura semplifica l’accesso al fondo riducendo i requisiti di selezione. Inoltre, lo Stato fornisce una garanzia fino all’80% sull’importo dell’acquisto della prima casa, con alcune condizioni.

Come funziona l’agevolazione del “mutuo under 36” attualmente?

L’agevolazione del mutuo under 36 si caratterizza per l’esenzione delle imposte ipotecarie e catastali e per una maggiore facilità nell’accesso al Fondo di Garanzia per la prima casa. L’obiettivo è promuovere l’autonomia abitativa tra i giovani, incentivandoli all’acquisto della loro prima residenza.

Quali agevolazioni fiscali sono previste per chi accede ai “mutui under 36”?

Chi accede ai mutui under 36 può beneficiare di diverse agevolazioni fiscali, tra cui:

Quanto si può risparmiare mensilmente grazie alle agevolazioni dei “mutui under 36”?

Grazie alle agevolazioni del mutuo under 36, i beneficiari possono risparmiare quasi 130 euro sulla rata mensile rispetto a chi non può usufruire di tali agevolazioni. Questo rende l’acquisto della prima casa più accessibile per i giovani acquirenti.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp