Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti / Mutuo 100% prima casa: che garanzie servono?

Mutuo 100% prima casa: che garanzie servono?

Mutuo 100% prima casa: che garanzie servono? Sono poche banche offrono la copertura completa, molte arrivano all'80%, cosa bisogna fare.

di The Wam

Dicembre 2021

Il mutuo 100% prima casa giovani ha aperto la possibilità a molti under 36 di acquistare una abitazione. Come saprete con il decreto Sostegni bis lo Stato garantisce con il Fondo Consap fino all’80% del finanziamento. Una copertura che ha aperto le porte del credito bancario a tanti under 36 che prima neppure avevano provato a chiedere un mutuo. Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Ci sono alcune banche, come Crédit Agricole e Intesa Sanpaolo, che sono arrivate a coprire il 100% di quel finanziamento.

Il Fondo di garanzia per la prima casa è stato confermato anche per il 2022 con uno stanziamento di 242 milioni di euro. Si era immaginato di estendere la copertura dello Stato al 100%, poi è rimasta all’80%, che comunque non è poco (prima arrivava al massimo al 50%).

In questo articolo ci chiediamo: quali garanzie sono necessarie per coprire il 20% che resta escluso dalla copertura del Fondo Consap?

Mutuo 100% prima casa giovani: requisiti

I requisiti necessari per beneficiare del Fondo di garanzia Consap per il mutuo prima casa giovani sono:

Il Fondo garantisce anche giovani che sono titolari di un contratto di lavoro atipico.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Mutuo 100% prima casa giovani: condizioni

Vediamo quali sono le condizioni dell’agevolazione:

Restano a carico degli under 36 solo le eventuali spese di agenzia e quelle del notaio.

Mutuo 100% prima casa giovani: esempio

Ora, facciamo il caso di una coppia di giovani che ha intenzione di acquistare, grazie al Fondo prima casa, una abitazione del valore di 200.000 euro.

La Garanzia dello Stato copre l’80%, quindi 160.000 euro. Restano 40.000 euro.

Gli istituti di credito, così come dispone la legge, se aderiscono a questa iniziativa devono consentire l’accesso al credito anche a chi ha contratti di lavoro atipici, come quelli, per intenderci a tempo indeterminato.

Mutuo 100% prima casa giovani: garanzie

E quindi che garanzia bisogna presentare per coprire gli altri 40.000 euro necessari per definire l’acquisto dell’abitazione?

Chiaro che chi ha la possibilità potrebbe anticipare parte di quella somma riducendo quindi anche le rate del mutuo.

La soluzione più semplice è quella di chiedere l’intervento di un garante, una terza persona (può essere un genitore o un altro parente stretto), che può offrirsi come garanzia alla banca in sostituzione di chi ha chiesto il mutuo.

È ovviamente importante portare in banca la busta paga e i termini del contratto di lavoro: per l’istituto di credito può essere rilevante la durata, le possibilità di rinnovo.

Se si è giovani professionisti è importante presentare il Modello 1 (la dichiarazione dei redditi prodotta in forma autonoma).

E se ci sono possono essere determinanti come garanzie altre forme di reddito:

Tutto ovviamente è ancora più semplice se chi chiede il prestito ha referenze di buon pagatore (ha concluso correttamente altre operazioni di pagamento), o se è già cliente da anni dell’istituto di credito.

Se non dovesse funzionare, non disperate comunque: Intesa Sanpaolo e Crédit Agricol offrono la copertura del 100% sul mutuo prima casa giovani con Garanzia dello Stato.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp