Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Servizi Finanziari / Mutuo con contratto a tempo determinato: come funziona?

Mutuo con contratto a tempo determinato: come funziona?

Scopri con noi se è possibile avere un mutuo con contratto a tempo determinato e cosa fare per accenderlo.

di The Wam

Febbraio 2022

Oggi parliamo di come avere un mutuo con contratto a tempo determinato. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Mutuo con contratto a tempo determinato: si può avere?

Abbiamo parlato spesso di cosa sia un mutuo e cioè di quella operazione che ti consente di avere grandi quantità di denaro, in molti casi utilizzate per acquistare una casa, da restituire un periodi di tempo lunghi, che possono arrivare anche a 30 anni.

Capirai che quindi è fondamentale dare più di una garanzia alla banca e, solitamente, tra queste c’è il contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Ma, quindi, se non hai un posto fisso non puoi accendere un mutuo? La risposta è sì, puoi farlo, ma a determinate condizioni.

Prima di approfondire, però, ricordati che se sei un professionista o un autonomo puoi accedere al mutuo ma con procedure leggermente diverse, le abbiamo descritte qui.

In questa occasione, invece, vogliamo parlare della possibilità di accendere un mutuo da dipendenti ma con contratto a tempo determinato.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Mutuo con contratto a tempo determinato: i requisiti per ottenerlo

Ci sono dei requisiti generali per poter ottenere un mutuo tra i quali puoi trovare, ad esempio, il non essere iscritto al Crif, essere quindi un buon pagatore.

Un altro requisito è avere un reddito che possa garantire la restituzione e alcune tipi di garanzie aggiuntive.

Se sei stato iscritto nel Crif invece, leggi qui come cancellarti da questo registro.

Ricordati, inoltre, che per ottenere un mutuo con contratto a tempo determinato dovrai dimostrare alla banca di aver lavorato almeno 18 mesi negli ultimi 2 anni. Dovrai anche far capire alla banca che sei sempre attivamente alla ricerca di lavoro e che questo quindi risulta continuativo nel tempo.

Prima di concludere, nella scelta del mutuo fai sempre attenzione al Tan e al Taeg, per capire la composizione delle rate. Ricorda anche di farti dare un piano di ammortamento prima di sottoscrivere un mutuo, per aver presente il quadro generale delle spese da sostenere.

Mutuo con contratto a tempo determinato, le garanzie alternative

Se invece non hai un contratto a tempo determinato puoi comunque ottenere un mutuo, ma per farlo ti serviranno delle garanzie alternative, ad esempio:

Infine tieni sempre presente che se hai meno di 36 anni, potresti avere un mutuo agevolato per giovani. Se poi hai bisogno di piccole cifre di denaro potresti richiedere un prestito, che potrebbe essere ottenuto con molte meno garanzie.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Mutuo con contratto a tempo determinato: come funziona?
Mutuo con contratto a tempo determinato: come funziona?

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp